The Day After Tomorrow. L'alba del giorno dopo

The Day After Tomorrow

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Day After Tomorrow
Paese: Stati Uniti
Anno: 2004
Supporto: DVD
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 3,74 €)

Le ricerche del climatologo Jack Hall indicano che il riscaldamento del globo terrestre potrebbe innescare un improvviso e catastrofico cambiamento del clima sul nostro pianeta. Gli scavi da lui effettuati nei ghiacci dell'Antartide dimostrano che qualcosa del genere potrebbe essere già avvenuto 10.000 anni fa. Eventi meteorologici improvvisi e drammatici si verificano in diverse parti del mondo : enormi chicchi di grandine flagellano Tokyo, uragani di una violenza mai registrata prima si abbattono sulle Hawaii, Nuova Delhi è sepolta sotto la neve, e Los Angeles viene spazzata via da una serie di tornado devastanti. Mentre Hall è alla Casa Bianca per dare l'allarme, suo figlio Sam si trova intrappolato in una New York sotto zero. Hall dovrà mettersi in viaggio per salvare ciò che ha di più caro, ma neppure uno scienziato della sua fama è preparato per quanto sta per verificarsi.
3,63
di 5
Totale 38
5
9
4
14
3
10
2
2
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Rita

    19/09/2019 19:23:18

    The day after tomorrow è uno dei miglior film sui disastri naturali in assoluto. film ricco di emozioni e di effetti speciali incredibili. il rapporto tra il padre( dennis quaid) e il figlio( jake gyllenhall) è intenso e fa da sfondo a una vera e propria catastrofe naturale:il riscaldamento climatico.

  • User Icon

    n.d.

    12/03/2019 11:01:08

    Ottimo film..da vedere fa capire molto sul nostro modo di vivere

  • User Icon

    marianna

    11/03/2019 21:47:58

    è il mio film preferito. è il migliore film catastrofico della storia del cinema. la scena dello tsunami su new york è straordinaria! dalla fotografia alla regia alla colonna sonora il film non delude

  • User Icon

    Ernesto

    09/09/2017 20:02:31

    Tutto questo per ora e solo finzione, ma molto presto potrebbe diventare realtà. E una conferma che qualcosa sta già cambiando la possiamo trovare negli ormai frequenti e devastanti uragani che stanno flagellando l'America, anche in questo preciso momento. E la colpa purtroppo è e sarà solo nostra.

  • User Icon

    Mr Gaglia

    11/06/2015 00:07:58

    A Emmerich è riuscito (quasi tutto) bene e siamo oggettivamente di fronte ad uno dei migliori film tra i blockbuster estivi degli ultimi 15 anni: una pellicola che riesce miracolosamente ad unire una incredibile ed incontestabile spettacolarità visiva con una insperata e grande profondità sociale e politico/ambientalista. Inopinatamente, Emmerich spoglia il suo film di ogni patriottismo becero e "sborone". Gli effetti speciali surclassano qualsiasi altra produzione a largo budget degli ultimi anni; la verosimiglianza delle tempeste nelle città ed in spazi reali sbalordisce, ridefinendo contestualmente il concetto di computer grafica ed immerge lo spettatore in un clima di realismo senza precedenti. In un cinema con schermo grande e sonoro valido, sarete realmente in mezzo alla tormenta e potreste seriamente provare brividi di freddo ed emozione nel momento in cui sorge l'alba del giorno dopo: pallida ma accecante, che ammanta lo skyline Newyorkese in una candida e soffice coltre di neve. Ovviamente come ogni buon disaster-movie (accezione riduttiva stavolta) che si rispetti, il pedale dell'esagerazione è premuto costantemente. Chiaramente, anche The Day After Tomorrow non è scevro da difetti: il manicheismo di fondo è sempre in agguato e Emmerich non approfondisce, pur avendone il tempo, i caratteri dei personaggi che sembrano appena abbozzati. Purtroppo se Emmerich ha acquisito una eccellente padronanza nel settore formale, molta ne deve fare sul piano dei contenuti: la piattezza dei dialoghi e di alcuni elementi della sceneggiatura (la love story tra Gyllehal e la Rossum; la cassandresca postura di Quaid) rende poco godibili alcuni tratti della pellicola. Resta sempre l'impressione che il 99% dell'attenzione dei realizzatori del film sia diretta agli aspetti tecnici dello stesso, ma chiedere sensibilità autoriale a chi qualche anno fa dirigeva Maria Pitillo ed uno spaesato Broderick a caccia di lucertole pare francamente eccessivo.

  • User Icon

    biofas

    19/01/2009 18:29:53

    classico polpettone catastrofico hollywoodiano, la pellicola è chiaramente un'autoesaltazione degli americani ed è piena di errori, si ghiaccia tutti in fretta ma le porte si aprono e fermano il gelo.... L'unica cosa che si salva sono gli effetti speciali.

  • User Icon

    Fairbanks

    23/12/2007 23:29:19

    Se avete il dolby dovete prenderlo per forza, la storia è bella xkè bello è il tema. assurdo lo scontro con i lupi. assurda la fine. se non vi piace la neve o non andate matti per effetti speciali meglio lasciarlo dove sta.

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    27/10/2007 14:29:57

    belli gli effetti speciali...la trama non è certo questo gran che...

  • User Icon

    Mauro68

    24/04/2006 09:23:01

    Enorme pagliacciata. Fatte salve solo alcune scene panoramiche davvero notevoli, tutto il resto è da buttare: dialoghi di livello vicino allo zero, recitazioni praticamente da soap opera, narrazione prevedibilissima e con incongruenze ridicole, battute ironiche del tutto inutili, buoni sentimenti stucchevoli ed esagerati. A dire il vero il soggetto di questo film poteva pure dare qualche spunto interessante, ma in mano ad Emmerich (che ne è l'autore, guarda caso) finisce come al solito in un enorme baraccone senza nè capo nè coda. E, come ogni suo film, dopo cinque minuti che lo si è visto, lo si è anche dimenticato.

  • User Icon

    chiara

    04/03/2006 12:54:19

    E' tipo indipendence day, comunque a me è piaciuto abbastanza come film..

  • User Icon

    massimo

    01/12/2005 15:33:21

    Ottimo per una serata d'estate ..... Rinfresca solo a guardarlo. Certo, al di là degli effetti speciali c'è poco, la trama è striminzita, i personaggi stilizzati ed è pieno di luoghi comuni. Comunque è uno spettacolo gradevole, con alcuni spunti carini (tipo la nave tra i grattacieli e lo scontro con i lupi: oddio perchè non gli orsi bianchi ?)

  • User Icon

    m

    05/08/2005 14:47:58

    un film che va visto e basta

  • User Icon

    Marko

    15/07/2005 11:53:17

    Film abbastanza bello, fatto bene, la trama è originale. Vale la pena averlo in dvd. Consigliato!

  • User Icon

    saverio

    12/07/2005 17:14:16

    favolosi effetti speciali storia attori e sopratutto un film di garnde effetto mediatico di grande senso civile e morale bellissimo

  • User Icon

    viky

    09/06/2005 21:07:00

    è 1 film ke rispecchia la realtà, quello ke potrebbe succedere veramente... è un ottimo film....davvero bello vale la pena di guardarlo....

  • User Icon

    dylan

    11/04/2005 19:48:03

    Se c'è l'abuso di effetti speciali,parte narrativa poco sviluppata,c'è un punto su cui non si può discutere:il regista sa cosa vuole dire e ce lo dice chiaro e tondo.Diamoci una regolata o faremo la stessa fine.Sarà strano x voi,ma è uno dei migliori film di Roland Emmerich,il primo in cui la parte etica assume un ruolo maledettamente attuale.

  • User Icon

    Ivano

    28/03/2005 16:00:48

    Un ottimo film, fatto con pochi mezzi, a basso costo... No, scherzo! Mi dispiace per Emmerich, ma questo è un passo falso. Dei suoi grandi kolossal precedenti ha soltanto le attese e i costi di produzione. Se l'idea iniziale potrebbe essere interessante, anche se un pò abusata, lo sviluppo della storia è banale e gli effetti non riescono a dare brio a una sceneggiatura stanca... e che stanca!

  • User Icon

    mangiafilm

    24/03/2005 12:46:44

    bello, soprattutto le scene del ghiaccio che incombe ad una velocità pazzesca ma si sarebbe potuto fare di meglio secondo me. soprattutto con quel Protagonista (con la P maiuscola)

  • User Icon

    Federico

    02/03/2005 15:00:51

    Film che ovviamente si basa molto sugli effetti speciali e solamente per questo merita il voto massimo. Non sto qui a giudicare la veridicità degli eventi catastrofici narrati, ma il film è veramente godibile.

  • User Icon

    Lùthien

    24/02/2005 19:22:48

    Film molto piacevole, anche grazie agli effetti speciali che ti fanno davvero spalancare gli occhi.Credevo non mi sarebbe piaciuto invece ho anche voglia di rivederlo!

Vedi tutte le 38 recensioni cliente
  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2004
  • Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
  • Durata: 124 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Italiano (DTS 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici: commento audio del regista, del produttore, del designer, dello sceneggiatore, del direttore della fotografia e del montatore; dietro le quinte (making of): dietro le quinte di "Alien vs. Predator"
  • Dennis Quaid Cover

    Propr. D. William Q., attore statunitense. Dopo diversi piccoli ruoli, comincia a farsi notare come uno degli eroici pionieri dello spazio in Uomini veri (1983) di P. Kaufman. Alto, atletico, sorriso accattivante, gli vengono spesso affidati personaggi in precario equilibrio morale, sia pure con un proprio codice d'onore, come il detective corrotto di The Big Easy (1987) di J. McBride. Dotato di autoironia (è il pilota miniaturizzato nelle vene di M. Short in Salto nel buio, 1987, di J. Dante), è in grado di offrire convincenti interpretazioni drammatiche, come in Ogni maledetta domenica (1999) di O. Stone, in cui è un giocatore di football a fine carriera e in Traffic (2000) di S. Soderbergh, dove interpreta un untuoso avvocato. In Far from Heaven (2002) di T. Haynes è il rude marito di J.... Approfondisci
  • Jake Gyllenhaal Cover

    Propr. Jacob Benjamin G., attore statunitense. Figlio del regista Stephen e della sceneggiatrice N. Foner, e fratello dell'attrice Maggie, inizia a recitare giovanissimo, sotto la direzione del padre, in film dal robusto impegno civile quali Una donna pericolosa (1993) e Homegrown (1998). In Cielo d'ottobre (1999) di J. Johnston è il giovane figlio di minatori che, colpito dall'epopea dello Sputnik, progetta di costruire e lanciare un razzo nel cosmo. Il film che gli dà la notorietà internazionale e fa di lui un attore di culto delle nuove generazioni è tuttavia Donnie Darko (2001), dove la sua interpretazione del giovane protagonista, visionario e ribelle, è un capolavoro di intensità e credibilità. Negli anni successivi alterna la partecipazione a piccoli film indipendenti (Moonlight Mile,... Approfondisci
Note legali