Traduttore: E. Pocar
Editore: Mondadori
Collana: Oscar moderni
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: XIV-138 p., Brossura
  • EAN: 9788804667919
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Trixter

    17/11/2014 10:04:19

    Libro-rivelazione. Herman Hesse è in stato di grazia e ci regala pensieri assolutamente meravigliosi, in cui i personaggi entrano dentro il lettore per non lasciarlo più. Sicuramente non è di semplice lettura, ogni pagina, ogni riga è uno spunto di saggezza. Insomma, un vero capolavoro da leggere più volte, perchè una sola non è in grado di svelare tutte le grazie di queste pagine indimenticabili.

  • User Icon

    Antonio

    27/11/2013 20:53:40

    Testo dalle grandi pretese e dai grandi significati che si perde - ancora una volta - nella scrittura ridondante e pomposa di Hesse, nei suoi voli pindarici, nelle sue digressioni e nei suoi fermo immagine a volte superflui.

  • User Icon

    Gae_asl

    06/09/2013 13:32:33

    Hesse, ancora una volta, non si smentisce come arguto conoscitore dei moti dell'animo. Restituisce dignità alla fanciullezza e all'adolescenza, trattate molte volte come semplici fasi di passaggio, non meritevoli di alcun interesse se non quello che le considera come trampolini di lancio. Sinclair è il giovane restituito a se stesso, è il palcoscenico dove, in punta di piedi, la coscienza emerge e si fa spazio. Non si capisce bene dove finisce il sogno e dove comincia la realtà, scorrendo fra le pagine; ma non è forse tale precarietà a caratterizzare ogni giovane? Non è forse la frase "Ma sto sognando?" quella che caratterizza le prime nuove esperienze di ogni adolescente? Spirituale come sempre, Hesse riesce in modo magistrale a farci ricordare cose e sensazioni che tutti, almeno una volta, abbiamo provato. Forse la conclusione un po' scontata, ma certamente in toto risulta un'utile guida per ogni età. In Demian, viene restituito fascino a un tipo di romanzo molte volte umiliato da penne superficiali e grossolane.

  • User Icon

    giuseppe

    07/09/2010 19:27:04

    Libricino sull'eterno conflitto tra bene e male,a parte la tematica il resto non mi ha convinto molto:noiosetto e troppo spirituale. Forse Hermann Hesse non fa per me

  • User Icon

    martina

    20/12/2009 22:26:12

    è una scrittura che percorre fasi della crescita interiore di un uomo, fasi che l'uomo ricerca guardando, dopo aver deciso di sua volontà, nell'occhio vigile del cuore. Del cuore che è intenzionato a patire le due strade, non del tutto opposte, della sua anima: bene e male. Il binomio proposto varie volte nei testi hessiani. è il binomio che ha come unico punto di fuoco l'io, la completezza, la ricerca di un'interiorità che guidi l'anima al di sopra di essa. Più che la parte finale del romanzo, è interessante addentrarsi con Sinclair nelle bassezze del suo cuore e nello splendore ameno delle "conquiste", luoghi di ampio respiro dove completa gradi di avvicinamento al suo ego-la sua anima è un pozzo buio. bisogna saper osservarsi-re per capire-Demian. è un libro-amico, consigliabile a chi è intenzionato a ricerca "quel qualcosa" di cui non conosce bene la radice, o la ragione. è un libro-amico capace di tenerci compagnia e, dipendentemente dalle vite individuali, di offrire un qualche sostegno, seppur "aereo", per attraversare noi stessi e chi ci circonda.

  • User Icon

    Serena

    28/05/2008 12:08:11

    Un libro profondo, che mi ha cambiato la vita.Si Demian è un romanzo introspettivo sull'animo umano che ci insegna che non si può dividere il bene dal male,e bisogna prendersi per quello che si è, affrontando le proprie paure giorno dopo giorno. Demian è in tutti noi, è l'altra parte di noi che avevamo dimenticato per troppo tempo. Se potete leggetelo,cambierà anche la vostra vita.

  • User Icon

    pasquale

    19/06/2007 00:45:42

    Forse l'ho letto un p' superficialmente ma non mi ha emozionato come mi aspettavo. Voto 3

  • User Icon

    Silvia

    05/06/2007 23:20:39

    Che dire di questo piccolo grande capolavoro della letteratura? L'ho letto per la prima volta a 16 anni ed è stata una rivelazione... ogni volta che lo rileggo, con rinnovato piacere, scopro qualcosa in più di me e delle innumerevoli vite che mi circondano e che rappresentano - ciascuna a suo modo - un "tentativo" dell'umanità che non si può sprecare. Un vero romanzo di formazione, che racconta non della vita di un singolo, ma dell'universale eperienza dell'essere creature umane. Imperdibile.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione