Topone PDP Libri
Salvato in 1 lista dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Il denaro
2,85 € 3,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+30 punti Effe
-5% 3,00 € 2,85 €
ora non disp. ora non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
2,85 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
2,85 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Il denaro Émile Zola
€ 3,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Dettagli

1996
Tascabile
1 gennaio 1996
288 p.
9788881833368

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Michael Moretta
Recensioni: 5/5

Nel diciottesimo volume della grande storia dei Rougon-Macquart Zola ci mostra il mondo dell'alta finanza e degli speculatori della Francia di fine '800. Come sempre Zola ricalca la storia su fatti realmente accaduti. In questo caso ci viene raccontata la nascita ed il successivo fallimento della banca "Union Générale" e del suo ideatore e direttore Bontoux. Naturalmente nel racconto i nomi vengono cambiati e quindi la banca si chiama "Banque Universelle" ed il suo ideatore Saccard. Lo stesso Saccard che conosciamo nel terzo e nel quarto volume, "Le ventre de Paris" e "La Conquête de Plassans", fratello del ministro Rougon, capostipite della famiglia.  Assistiamo qui ad una storia triste, in cui viene dibattuta l'ambivalenza del denaro. Necessario per fare qualsiasi tipo di opera che migliori la condizione umana ma anche causa di terribili conseguenze quando perseguirlo in ogni modo diventa l'unico scopo della propria vita. Ed ecco allora che Saccard, allo scopo di garantirsi il trionfo sull'odiato banchiere ebreo Gundermann, che incarna la persona di Rotschild, il noto banchiere, crea una banca cattolica, che secondo i suoi disegni avrebbe dovuto raccogliere i risparmi di tutti i cattolici francesi e contrapporsi così alla finanza ebrea e conquistare Parigi. Spinto dalla voglia di rivalsa nei confronti di Gundermann, Saccard si accanisce a far aumentare fittiziamente il valore delle azioni della sua banca spingedola alla rovina ma soprattutto mandando in rovina migliaia di piccoli risparmiatori.  Pubblicato poco dopo l'uscita del "Capitale" di Marx questo libro di Zola è un atto d'accusa non tanto contro il denaro in sè, quanto contro l'idea di poterlo accumulare in grandi quantità con la speculazione finanziaria. Un libro triste, fatto di storie tristi, che ci proietta verso la fine dell'impero di Napoleone III. Come sempre Zola illumina la scena con la sua scrittura fantastica e notiamo il suo punto di vista personale nel personaggio di Mme. Caroline.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Émile Zola

(Parigi 1840-1902) scrittore francese. Rimase presto orfano e trascorse l’infanzia e la giovinezza in gravi ristrettezze economiche. Prima di raggiungere il successo con i suoi romanzi, visse lavorando presso la casa editrice Hachette e facendo il giornalista, attività che non abbandonò mai del tutto. Considerato il caposcuola del naturalismo, fu al centro di numerose polemiche artistiche, impegnandosi, tra l’altro, nella difesa di Manet e degli impressionisti (I miei odii, Mes haines, 1866). Ma l’avvenimento più clamoroso della sua vita è legato al caso Dreyfus: Z., schieratosi con gli innocentisti, denunciò il complotto militarista e reazionario con la famosa lettera aperta (J’accuse) pubblicata su «L’Aurore» (1898)....

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore