-15%
Dentro l'acqua - Paula Hawkins - copertina

Dentro l'acqua

Paula Hawkins

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Barbara Porteri
Editore: Piemme
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 2 maggio 2017
Pagine: 372 p.
  • EAN: 9788856660616
Salvato in 204 liste dei desideri

€ 16,58

€ 19,50
(-15%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Dentro l'acqua

Paula Hawkins

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Dentro l'acqua

Paula Hawkins

€ 19,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Dentro l'acqua

Paula Hawkins

€ 19,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 10,53

€ 19,50

Punti Premium: 20

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 19,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Con la stessa voce che ha incantato i diciotto milioni di lettori de La ragazza del treno, e la stessa capacità di spiare le vite degli altri, Paula Hawkins ci regala un thriller incredibilmente avvincente, che vi farà girare le pagine in modo compulsivo, fino all’inaspettata, sconvolgente rivelazione finale.

Non fidarti di una superficie troppo calma.
Lascia che l’acqua ti racconti la sua storia.


«Paula Hawkins è tornata, e di nuovo, come ne La ragazza del treno, ci regala una straordinaria narrazione a più voci, con un cast di personaggi ancora più ampio. Una lettura indimenticabile.» - Booklist

Quando il corpo di sua sorella Nel viene trovato in fondo al fiume di Beckford, nel nord dell’Inghilterra, Julia Abbott è costretta a fare ciò che non avrebbe mai voluto: mettere di nuovo piede nella soffocante cittadina della loro adolescenza, un luogo da cui i suoi ricordi, spezzati, confusi, a volte ambigui, l’hanno sempre tenuta lontana. Ma adesso che Nel è morta, è il momento di tornare. Di tutte le cose che Julia sa, o pensa di sapere, di sua sorella, ce n’è solo una di cui è certa davvero: Nel non si sarebbe mai buttata. Era ossessionata da quel fiume, e da tutte le donne che, negli anni, vi hanno trovato la fine – donne “scomode”, difficili, come lei –, ma mai e poi mai le avrebbe seguite. Allora qual è il segreto che l’ha trascinata con sé dentro l’acqua? E perché Julia, adesso, ha così tanta paura di essere lì, nei luoghi del suo passato? La verità, sfuggente come l’acqua, è difficile da scoprire a Beckford: è sepolta sul fondo del fiume, negli sguardi bassi dei suoi abitanti, nelle loro vite intrecciate in cui nulla è come sembra.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,14
di 5
Totale 65
5
13
4
17
3
10
2
16
1
9
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    ELISABETTA75

    10/12/2019 18:31:23

    Ancora più avvincente de "La Ragazza del Treno", da leggere tutto d'un fiato, fino all'ultima parola.... Assolutamente consigliato agli amanti del genere!

  • User Icon

    Andrea

    08/12/2019 06:57:26

    è un thriller piacevole, scorrevole e ben scritto ma, purtroppo, non molto originale (è il classico “questo l’ho già letto”), ricco di flashback e misteri.

  • User Icon

    Lu

    07/12/2019 13:47:41

    Una storia avvincente, avvolta nel mistero che intriga il lettore fin dal primo capitolo. Sì legge tutto d'un fiato.

  • User Icon

    stella

    03/12/2019 16:58:25

    bello, lo consiglio perché è una lettura che ti coinvolge molto

  • User Icon

    Chiara

    09/11/2019 19:35:50

    Letto molto velocemente, la storia a tratti è avvincente, salvo alcuni personaggi antipaticissimi come Lena che ho mal sopportato fin dall'inizio ; la fine non mi ha sorpresa e nemmeno l'ho ritenuta un grande colpo di scena, semplicemente era l'unica possibile. Ho preferito La ragazza del treno. È comunque un libro che consiglio senza troppo entusiasmo.

  • User Icon

    Giulia

    27/09/2019 19:08:38

    Letto subito dopo "la ragazza del treno".. Molto più contorto e un po' difficile da seguire all'inizio per la moltitudine di personaggi presenti..ma..andando avanti tutto si fa più chiaro finché non si arriva al colpo di scena finale! Top! Consigliato!

  • User Icon

    Giovanna

    25/09/2019 12:47:20

    Attirata dal nome dell'autrice ho deciso di leggere questo suo secondo giallo, sempre scritto in tappe che mostrano raccontandola diverse visuali della storia ed emozioni dei personaggi, nel complesso il libro é scorrevole e abbastanza inaspettato, forse lo ha persino preferito al precendente in quanto la storia é piu profonda. Lo.stile resta cmq lo.stesso di introspezione nell'animo dei personaggi, loro misteri e redenzione

  • User Icon

    Davide

    21/09/2019 14:39:09

    Secondo libro della Hawkins letto dopo il primo (direi migliore), anche se all'inizio un po' confusionale con troppi nomi da ricordare, la verità viene fuori solo alla fine Consigliato

  • User Icon

    Clary

    19/08/2019 22:09:55

    Appena finita la lettura con molta fatica. All'inizio la storia è scorrevole e sembra promettere bene. Avrei gradito una caratterizzazione più dettagliata dei personaggi per poterli immaginare rispetto alle tante e a volte ripetitive descrizioni sull'acqua e sui sensi di colpa che affliggono i protagonisti. Con l'andare avanti però la storia diventa lenta e ripetitiva, senza tenermi incollata al racconto. Mi saprei aspettata un colpo di scena verso il finale per rialzare il livello della storia dopo tutte quelle descrizioni, ma non è stato così... In compenso, lo stile con cui viene scritto il libro è molto semplice e chiaro.

  • User Icon

    Cri

    29/06/2019 22:39:13

    Narrare una storia toccante può essere difficile, ma la difficoltà è maggiore quando la storia viene raccontata con più voci narranti e differenti punti di vista. Jules perde la sorella, con cui non aveva contatti da tanto tempo per un fatto risalente a quando erano bambine, adolescenti, e si ritrova a doversi prendere cura di una nipote, che non ha mai visto, arrabbiata e ferita per la perdita della persona più importante della sua vita. Ma non è tutto. Altre storie, altre perdite, altro dolore si intreccia, si annoda a esso come un gomitolo che non vuole saperne di sciogliersi. Pian piano si trova il filo giusto e la matassa viene sciolta lentamente, con suspence e trepidazione. Un romanza sicuramente consigliato a chi è appassionato del genere!

  • User Icon

    Non riconosco la Hawkins

    20/06/2019 13:05:37

    Dopo aver letto e apprezzato "La ragazza del treno" non mi aspettavo che l'autrice scrivesse un altro libro di pari livello. Purtroppo, però, non mi aspettavo nemmeno che arrivasse a deludermi così. Ho faticato ad apprezzare il libro fin dai primi capitoli e così è stato per quelli successivi. Mi dispiace, ma non mi son piaciuti né la trama né lo stile (più lento e pesante di quello de "La ragazza del treno"). Non consigliato.

  • User Icon

    sonia

    20/06/2019 09:28:24

    le ho dato una nuova possibilità ma anche qui, certo si legge, scorre bene, ma alla fine resta poco o niente. speriamo con il prossimo? tre stelle sulla fiducia...

  • User Icon

    Meer

    30/05/2019 17:34:13

    Siamo sicuramente abituati da questa scrittrice a un thriller con i cosiddetti. Ho deciso di iniziare questo libro proprio nella speranza che fosse al pari de La ragazza del treno. Ahimé così non è stato. Si, certo, è un thriller intricato... ma non avvincente. Viene letto velocemente e volentieri ma più per sapere se nel capitolo successivo succede finalmente qualcosa di comprensibile e che abbia senso. E poi vogliamo parlare dell'ultima frase del libro? L'ho trovata buttata lì, come se l'interscambio continuo dei punti di vista di mille personaggi non mi avesse abbastanza confusa. Tre stelle stracciatissime.

  • User Icon

    Chibivale

    28/05/2019 11:47:49

    Thriller intricato, non troppo avvincente ma che si legge volentieri. Unico difetto: i troppi personaggi e i loro punti di vista raccontati in prima persona possono mandare un po' in confusione.

  • User Icon

    Scelta di narrazione infelice

    09/05/2019 14:58:22

    Paula Hawkins mantiene chiaramente lo stile usato ne La ragazza del treno, ovvero quello di passare da un personaggio all'altro. In questo particolare caso però l'ho trovato troppo confusionario. Continuavo a perdermi per capire bene chi stesse parlando (anche perchè non sempre il cambio di personaggio equivale al fatto che questi parli in prima persona). Un po' un minestrone questa scelta narrativa. Non penso si possa neanche incolpare la traduzione, pare proprio una scelta voluta. Peccato perchè la storia in sé non era male, anche se un po' banale. Copertina: 5 Storia 3: Stile 2

  • User Icon

    paolo

    03/05/2019 11:54:22

    Un “thriller” avvincente quanto un trattato di entomologia. Trecento settanta pagine inchiostrate, di cui almeno duecentocinquanta di puro riempimento, e le restanti che sono una straziante implorazione di trarne al più presto un film. I personaggi sono scialbi e/o inutilmente odiosi, quando non apertamente crudeli, e tutti accomunati dall’insopprimibile bisogno di farsi, in ogni ora delle loro vite, gli affari altrui, in un modo per il quale l’unico aggettivo è “isterico”. La trama non è neanche contorta (ci sono fiordi capolavori che potrebbero essere definiti complicati), è assurda è illeggibile.

  • User Icon

    Martina

    13/04/2019 19:19:21

    Un po' meno entusiasmante del primo libro dell'autrice "La ragazza del treno", ma anche qui non manca l'atmosfera di equivoci e sospetti che caratterizzano il suo stile, e il colpo di scena finale che ti manda in tilt il cervello è assicurato.

  • User Icon

    Carla

    10/04/2019 08:34:54

    Romanzo thriller avvincente al punto giusto, se si potesse gli darei un 3.5 anziché 4 stelline piene, ma preferisco arrotondare per eccesso perché rimane comunque una buona lettura. Mi è piaciuto molto il fatto di suddividere il racconto in capitoli molto brevi, dando voce a numerosi personaggi. Effettivamente all'inizio è stato difficile ricordare chi era quello e chi era quell'altro, e dovevo tornare indietro di qualche pagina per controllare, tuttavia niente di grave, procedendo con la lettura ci si ricorda pian piano di tutti. Come ogni nuovo libro bisogna darsi il tempo di conoscere i personaggi, che qui sono parecchi. La storia a mio avviso è originale e interessante, forse sviluppata meglio all'inizio, dove la suspense è davvero tanta, mentre sul finale mi sembra che si corra un po' troppo veloce, avrei preferito che si dilungasse di più su certe questioni. Nel complesso un buon libro, la Hawkins non mi ha deluso neanche stavolta e ricomprerei sulla fiducia un altro suo libro.

  • User Icon

    Dublino80

    24/03/2019 15:37:37

    Le mie aspettative erano alte. L' autrice molto brava a gestire un romanzo corale con continui cambi di prospettiva. I personaggi sono ben costruiti psicologicamente anche quelli minori e se si riescono a ricordare i nomi c è un buon ritmo di narrazione. L' ho letto in un giorno. Forse può sembrare troppo denso, ma purtroppo la cronaca ha mostrato come in piccolo province ci sono ricatti minacce omicidi irrisolti etc. L' aspetto che mi ha convinto meno Jules e Nel. Un avvenimento così grave quello subito da Jules a 13 anni non è possibile confonderlo con la frase ti è piaciuto riferito ad altro. Quel lato l' ho trovato un pochino debole e anche Lena mi è sembrata troppo audace.

  • User Icon

    Magnolia 83

    19/03/2019 10:38:09

    Non capisco tutte le critiche negative che ruotano attorno a questo romanzo, a me è piaciuto molto. La trama è originale e tutta la vicenda che ruota attorno al "mistero" del fiume mi ha incuriosita fino alla fine. E dirò anche che mi è piaciuto più de La ragazza del treno! Originale, lo consiglio!

Vedi tutte le 65 recensioni cliente

«Di fronte alla porta, ho visto degli scatti del fiume, quel tratto che chiamano Stagno delle Annegate, in ogni versione possibile: bianco e ghiacciato in inverno, con le rocce scure e spoglie, oppure un’oasi di verde scintillante in estate, o grigio e increspato durante i temporali. Non sono riuscita a staccare gli occhi da quelle immagini, che si fondevano fino a formarne una sola. Mi sembrava di essere lì sul promontorio e di guardare giù, dentro l’acqua, irresistibilmente tentata dall’oblio.» (pag. 21)

Quando Julia Abbott riceve la notizia che sua sorella Nel è stata trovata sul fondo del fiume di Beckford, a nord dell’Inghilterra, la ragazza è sicura di una cosa: sua sorella non può essersi gettata. I rapporti con sua sorella si sono interrotti da anni, ma Jules sa perfettamente che sua sorella era troppo attratta da quel fiume e dalle storie di tutte le donne che, in passato, sono state ritrovate proprio in quel fiume e, in particolare, nello Stagno delle Annegate, un nome che non ha bisogno di spiegazioni.

Jules deve quindi fare qualcosa che non avrebbe mai pensato: tornare a Beckford, dove era nata e cresciuta tra mille tormenti, a causa di una mamma malata e di un peso che l’ha resa oggetto di prese in giro. Tornata a casa scoprirà che il destino di sua sorella è incredibilmente legato non solo a quello di Katie Whittaker, ma anche a quello di tutte le donne che erano state ritrovate nello Stagno delle Annegate.

«Beckford non è un luogo di suicidi. Beckford è il luogo in cui liberarsi delle donne che portano guai.» (pag. 91)

Nel suo nuovo romanzo, ritorno tanto atteso dopo il primo successo, La ragazza del treno, Paula Hawkins torna con un gradissimo thriller, che tiene incollati i lettori fino all’ultima riga: in un succedersi di vari personaggi, ciascuno dei quali ci fornisce un pezzo di questo grande puzzle, scopriamo che quello che tutti hanno sempre pensato sullo Stagno delle Annegate è sbagliato.

Veniamo a conoscenza che quello che fin’ora è stato creduto vero in realtà non lo è, che dietro le storie di paese c’è molto di più e che dietro all’inspiegabile suicidio di una ragazzina si nasconde qualcosa che potrebbe cambiare le vite di tutti. Jules dovrà lottare contro il suo vecchio paese, i suoi pilastri, i suoi sensi di colpa e Lena, figlia di Nel che sembra convinta che sua madre l’abbia abbandonata.

Lo stile della narrazione è quello che abbiamo imparato ad apprezzare con La ragazza del treno, successo da 18 milioni di copie: una narrazione pulita, precisa e piena di colpi di scena, che portano i lettori a credere in qualcosa che in realtà non è, accompagnandolo a capire la verità che si nasconde dietro quel piccolo paese e a quelle storie, raccontate per così tanti anni da diventare ormai reali.

Se avete adorato La ragazza del treno, il nuovo romanzo di Paula Hawkins, Dentro l’acqua, non potrà che lasciarvi soddisfatti e anche un po’ dispiaciuti di aver terminato la lettura così rapidamente. Perchè è praticamente impossibile staccarsi dalle pagine!

Recensione di Sara Papetti

Di fronte alla porta, ho visto degli scatti del fiume, quel tratto che chiamano Stagno delle Annegate, in ogni versione possibile: bianco e ghiacciato in inverno, con le rocce scure e spoglie, oppure un’oasi di verde scintillante in estate, o grigio e increspato durante i temporali. Non sono riuscita a staccare gli occhi da quelle immagini, che si fondevano fino a formarne una sola. Mi sembrava di essere lì sul promontorio e di guardare giù, dentro l’acqua, irresistibilmente tentata dall’oblio.

A Beckford c'erano le streghe. Donne che sapevano preparare strani miscugli capaci di curare le malattie, che con il loro fascino demoniaco riuscivano a sedurre uomini molto più grandi di loro, e che incutevano timore negli abitanti del villaggio. Venivano additate, braccate, imprigionate. Venivano immerse nell'acqua del fiume per vedere se i loro corpi andavano a fondo come quelli dei comuni mortali oppure restavano a galla grazie a qualche oscuro sortilegio.

Ora le streghe a Beckford forse non ci sono più. Ma il fiume sì, quello c'è ancora. Scorre tortuoso lungo la contea del Northumberland, nel nord dell'Inghilterra, e lì, a Beckford, forma una conca tranquilla sovrastata da un alto promontorio, chiamata lo Stagno delle Annegate. Proprio lì, nel punto in cui le streghe venivano immerse nell'acqua, molte donne nel corso dei secoli hanno perso la vita. Donne deluse, infelici, che hanno sentito il richiamo di quel luogo per lasciare questo mondo.

Danielle "Nel" Abbott è sempre stata ossessionata da quelle storie, tanto da aver deciso di raccoglierle tutte in un libro. Vorrebbe dare una voce a quelle donne e indagare nelle loro vite per capire cosa le ha spinte a compiere un gesto così definitivo. Ma il libro è destinato a restare inedito, perché ora Nel è morta. La causa? Una caduta dal promontorio, dritta nell'acqua dello Stagno. Cos'è successo davvero, là in cima? Si è buttata di sua spontanea volontà? O si è trattato un incidente? Oppure qualcuno l'ha spinta?

Sua sorella Jules sa che Nel non si sarebbe mai buttata. Erano anni che non parlava con lei, che non rispondeva alle sue chiamate, che cercava di stare più lontano possibile da Beckford e dai ricordi che evocava. Ma ora deve tornare, per prendersi cura di Lena, la figlia quindicenne di Nel, e per scoprire quello che è successo davvero. Troverà una cittadina chiusa in sé stessa, dove i pochi abitanti sembrano avere tutti un segreto da nascondere e da proteggere.

Chi ha amato La ragazza del treno non può lasciarsi sfuggire questo nuovo thriller. La scrittura di Paula Hawkins scorre rapida, e dà voce a una moltitudine di personaggi pronti a raccontare la propria storia e la propria verità. Il lettore ormai sa che non si potrà fidare di nessun narratore, farà attenzione a tutti i più piccoli dettagli che potranno condurlo alla verità, scaverà tra i ricordi offuscati e distorti dei protagonisti, analizzerà ogni singola frase alla ricerca di un elemento che non torna. Come Jules, il lettore sa che Nel non si è buttata, perché “Beckford non è un luogo di suicidi. Beckford è il luogo in cui liberarsi delle donne che portano guai.” Come le streghe.

Recensione di Mauro Ciusani

Libby
«Ancora! Ancora!» Gli uomini la legano di nuovo. Stavolta, lo fanno in un altro modo: mano sinistra legata al piede destro, mano destra con il piede sinistro- Corda stretta in vita. Stavolta, la calano lentamente dentro l'acqua. «Vi prego...» Li implora, Non sa se ce la farà ad affrontare ancora quale buio fondo e il freddo. Vuole tornare a casa, una casa che non esiste più, al tempo in cui lei e la zia sedevano davanti al fuoco, a raccontarsi storie. Vuole stare nel suo letto, lì al cottage, essere di nuovo una bambina, sentire l'odore delle rose e della legna che brucia, e il tepore dolce della pelle di sua zia. «Vi prego...» Va a fondo. Quando la tirano per la seconda volta, le labbra hanno il colore bluastro di un livido, e il suo respiro si è spento per sempre.
C'era qualcosa che volevi dirmi, non è vero? Che cos'era? Mi sembra di essermi distratta da questa conversazione molto tempo fa. Pensavo ad altro, sono andata avanti con la mia vita, ho smesso di starti a sentire e ho perso il filo. Bè, ti sto ascoltando adesso. Però credo che mi siano suggiti alcuni dei passaggi più importanti.
  • Paula Hawkins Cover

    Paula Hawkins è nata e cresciuta in Zimbabwe, dove il padre lavorava come economista. Si trasferisce a Londra all'età di diciassette anni, laureandosi successivamente a Oxford. Lavora per quindici anni nel campo del giornalismo, che abbandona per dedicarsi alla scrittura. Nel 2015 pubblica La ragazza del treno negli Stati Uniti, il suo romanzo d'esordio, che in tre settimane vende 500.000 copie. È autrice di Dentro l'acqua (Piemme, 2017). Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali