Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

copertina

Di bene in peggio. Istruzioni per un successo catastrofico

Paul Watzlawick

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: E. Ganni
Editore: Feltrinelli
Edizione: 4
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 96 p.
  • EAN: 9788807814952

€ 6,00

Venduto e spedito da illibroraro

Solo una copia disponibile

+ 4,00 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 6,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Chi non ha sperimentato il bisogno di certezze e il desiderio di arrivare al fondo delle cose, di comprendere davvero, rinvenendo quelle che Paul Watzlawick definisce "ipersoluzioni"? La ricerca di soluzioni radicali e definitive, seppure nasce con le migliori intenzioni, è alla fine un modo di affrontare i problemi che ha inevitabilmente effetti controproducenti. Non per nulla la saggezza popolare dice che "le vie dell'inferno sono lastricate di buone intenzioni". Il libro intende mettere in guardia gli adolescenti come gli anziani, i sadici come i masochisti, da questa estrema ed erronea ricerca di totalità, e dall'intransigenza dell'alternativa radicale, del "tertium non datur".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,6
di 5
Totale 5
5
4
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    renato

    03/05/2011 12:56:15

    Non al livello di "istruzioni per rendersi infelici" ma comunque un buon libro. Watzlawick ha la capacità di rendere divertenti ed interessanti tematiche non proprio facilissime da comprendere..

  • User Icon

    Larissa

    01/07/2010 21:03:32

    83 pagine di assoluto perfezionismo. Intenso, piuttosto cattivo e tanto vero. Watzlawick è un genio. E in quanto tale spesso dimentica che chi lo legge potrebbe non esserlo!! Così, ad ogni paragrago ti fermi, ci pensi, torni indietro e provi a rileggerlo. E nella rilettura ci trovi altro. Un elettrizzante gioco dell'oca...in cui sai che si parte ma non sai bene quando arriverai alla fine. E quando ci arrivi ti domandi..."Ma come ho fatto ad arrivarci?". Incantevole. Da leggere. Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    Paolo

    02/07/2007 15:05:16

    Watzlawick è davvero straordinario. Consiglio di leggere questo libro, è molto illuminante.

  • User Icon

    Nazario

    13/05/2004 11:33:42

    Ottanta pagine di puro pensiero divorabili in un paio d’ore. Con arguzia WATZLAWICK ci parla in modo malizioso delle conseguenze inattese e spiacevoli della tecnologia, degli eccessi psicologici e comportamentali dell’uomo nella ricerca frenetica della felicità. Il progresso ci fa cambiare di continuo usi e costumi imponendoci uno stile di vita provvisorio. Di conseguenza, questa civiltà usa e getta è poco affidabile in qualità e sicurezza. Assistiamo impotenti allo sfaldamento materiale ed etico di tutto ciò credevamo efficace e il ritorcersi contro di noi di leggi che sembravano, solo qualche tempo prima, giuste e complete. Troppo tardi ci accorgiamo delle leggi fasulle del libero mercato e delle promesse ingannevoli della tecnologia. In questo contesto catastrofico, la società umana si industria per progettare nuove tecniche di soluzione dei problemi. Purtroppo, pur nella buona fede, questo affrontare ingegneristico dei problemi finisce sempre con l’avere effetti controproducenti. Ha negare all’uomo la felicità è l’imprevisto capovolgimento della stessa problematica che si vuole combattere. Il consiglio di WATZLAWICK è semplice: usare quella scheggia di sapienza che è dentro di noi, come strumento di concretezza nella scelta delle soluzioni. Chi vuole rendersi l'esistenza vivibile deve evitare le trappole dell’intransigenza e dell’alternativa radicale. Più dell’effetto vendetta delle cose che si ribellano, dobbiamo temere il nostro atteggiamento verso la perfezione e l’ordine ad ogni costo.

  • User Icon

    simone

    16/05/2003 15:33:43

    Lo ammetto, sono un fanatico di Watzlawick...Ho letto tutto quello che sono riuscito a trovare. Ritengo che come pochi sa unire la conoscienza scentifica ad un linguaggio ironico, senza mai perdere in profondità, senza mai scadere nello scontato. E' un maestro! Non solo perchè conosce, ma soprattutto sa raccontarlo. E' quindi uno scrittore attraente e affascinante. Consiglio la lettura di tutti i sui libri, senza dimenticare neanche quelli nei quali ha collaborato. Per i più arditi, consiglio: "Pragmatica della comunicazione umana" e "Change" nei quali si mette da parte l'ironia e si conosce il Watzlawick studioso e ricercatore.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Paul Watzlawick Cover

    Filosofo, sociologo e psicologo austriaco, è considerato uno dei maggiori studiosi della comunicazione. Ha lavorato dal 1960 al Mental Research Institute di Palo Alto, California, e dal 1976 ha insegnato all’Università di Stanford. Tra i suoi libri ricordiamo Il linguaggio del cambiamento. Elementi di comunicazione terapeutica (1980), Istruzioni per rendersi infelici (1984), Il codino del Barone di Münchhausen. Ovvero: psicoterapia e “realtà” (1989) e La realtà inventata (1988), editi da Feltrinelli. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali