Diana. Vita e destino. Con e-book - Vittorio Sabadin - copertina

Diana. Vita e destino. Con e-book

Vittorio Sabadin

Scrivi una recensione
Editore: UTET
Anno edizione: 2017
Pagine: 270 p., ill.
  • EAN: 9788851149727
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 15,30

€ 18,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 18,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Aggirando i luoghi comuni, Sabadin – tra i massimi esperti della famiglia reale – penetra con acume quegli occhi tristi e distanti, restituendoci un ritratto inedito della “candela nel vento”, libero dalla mitologia della stampa, distante dagli scandali e dalle foto patinate, sfaccettato, finalmente controverso e, per questo, umano.

Il 29 luglio 1981 una ragazza bionda di soli vent’anni, l’aria timida e un sorriso dolce sulle labbra, entra nella cattedrale di St Paul. Tutti gli occhi del mondo sono concentrati su di lei. Ad aspettarla all’altare Carlo, principe del Galles, erede al trono d’Inghilterra. Da quel giorno in poi l’immagine della famiglia reale cambierà per sempre. Amata con trasporto e passione dai suoi sudditi, detestata dalla regina madre, inseguita dalla stampa, tradita e mortificata dal marito, Lady Diana Spencer diventa uno dei simboli della fine del secolo. L’immagine di Diana, complici i mass media, è stata ridotta negli anni alla banalità di un santino: amica di Madre Teresa, fotografata in un campo minato nell’ex-Jugoslavia, attiva in oltre 100 associazioni umanitarie, testimonial delle campagne per la prevenzione sull’AIDS. Aggirando i luoghi comuni, Sabadin – tra i massimi esperti della famiglia reale – penetra con acume quegli occhi tristi e distanti, restituendoci un ritratto inedito della “candela nel vento”, libero dalla mitologia della stampa, distante dagli scandali e dalle foto patinate, sfaccettato, finalmente controverso e, per questo, umano.
4
di 5
Totale 2
5
1
4
0
3
1
2
0
1
0
  • User Icon

    Romolo Ricapito

    04/12/2017 20:02:25

    Ho trovato questa nuova biografia eccellente in primo luogo perché l'autore scrive benissimo, dando modo al personaggio di Diana di essere sempre attuale . E' un compendio della sua vita che, passata ormai l'emozione data dalla fine precoce, esamina la personalità della Principessa Triste senza infingimenti. Adorata dal popolo, carismatica e con indubbie qualità di comunicativa, sua dote naturale. Ma troppo capricciosa e instabile per adattarsi a un ruolo rigidamente eterodiretto dalle convenzioni. E' vero che poi sia descritta come una manipolatrice, ma è stata la sola come elemento acquisito della famiglia Reale a infrangerne regole e tabù. Tali trasgressioni alla fine si sono rivelate sterili per lei stessa. Le pagine si susseguono dando modo di rivivere aneddoti conosciuti e non, con un stile giornalistico preciso, che però risulta accattivante per chiarezza e competenza. Vero è che la biografia cerca più di scusare i difetti di carlo, che viene visto come una vittima del sistema. Gli sbagli fatali di Diana sono quelli che la vedono completamente sciolta mentre, piena di relazioni sentimentali, elabora piani su piani per contrastare l'odiata Corona. Mi è sembrata una relazione attendibile e non sconfermata dai fatti, anche altre biografie antecedenti collimano su molti episodi. Nel libro viene anche sconfessata la biografia di Andrew Morton che conterrebbe episodi gonfiati ad arte. Tutto sommato Diana è sempre vincitrice come personaggio iconico perchè tiene la scena a 20 anni dalla scomparsa. Non è stata sostituita dalla nuora. Camilla nella biografia viene valorizzata come personaggio col sale in zucca.

  • User Icon

    Laura

    20/11/2017 11:21:11

    Biografia della principessa del Galles a vent’anni dalla morte. Spenti gli echi dell’enorme emozione collettiva seguiti al tragico incidente sotto il ponte dell’Alma, cosa è rimasto della compianta “principessa del popolo”? Sabadin ricostruisce la vita di Lady D dall’infanzia dorata ma solitaria, segnata dalla separazione dei genitori e dall’abbandono della madre, al fastoso matrimonio con Carlo. Tratteggia la sua continua ricerca di attenzioni, di affetto, le sue insicurezze, i suoi atteggiamenti contraddittori, l’amore della gente verso di Lei e la sua enorme carica umana. Nessuna giustificazione e nessuna attenuante per la donna che credeva di vivere una favola e si è ritrovata in un matrimonio affollato. Il ritratto che ne emerge è quello di una donna manipolatrice, squilibrata ed ingrata con la sorte. Cattivo

Note legali