Categorie
Editore: Mondadori
Edizione: 8
Anno edizione: 1999
Formato: Tascabile
Pagine: 160 p.
  • EAN: 9788804461913
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Nicola59

    05/02/2013 13.57.24

    E' stata una piacevolissima sorpresa. Conosco Boll anche se non l'ho mail letto (ho preso "Opinioni di un clown" per una futura lettura). Mi è capitato di vedere per caso questo libro in libreria ed essendo appassionato dell'Irlanda, ho detto "why not?". Ebbene un libro bellissimo, entusiasmante in cui spesso ho incontrato paesaggi e provato sentimenti del mio personale viaggio in Irlanda. E' un piccolo gioiello e a buon diritto è entrato nella mia personale "Hall of Fame".

  • User Icon

    Francesco

    02/03/2006 11.11.05

    L'Irlanda è il mio Paese preferito, la sua tradizione, la musica la storia e la cultura. Tutto di essa mi affascina. E quindi presetnavo molto interesse nel leggere questo romanzo. Nonostante sia uno dei migliori scrittori del Novecento, non avevo mai letto un libro di Boell. Ma quando ho finito "Diario d'Irlanda", devo dire che è uno dei più bei libri che io abbia mai letto. Prima di tutto, la narrazione. Splendida, raffinata, particolarmente curata e decisa. In secondo luogo, molto bella la storia descritta, le esperienze non so se inventate o vere, del viaggio dello scrittore nel Paese europeo. Capitoli, più o meno brevi, che si possono descrivere come racconti a parte, scritti con ingegno e bravura. Con toni drammatici, ironici e splendidi. Molto bello l'ultimo capitolo, un pò un insieme di tutti gli altri.

  • User Icon

    Salvatore

    19/07/2001 09.29.09

    Se desiderate volare con la mente oppure se preferite concedervi un breakin grado di dare linfa vitale al vostro corpo allora sfogliate dolcemente questo piccolo manuale del buon vivere.Spero che a tutti voi, un giorno, possa capitare di metter piede sulla Terra verde, dove un fiume di allegria e miti leggendari confluirà nelle vostre mani. Io sono stato investito da questo fiume e ogni anno ritorno lì, in quel paradiso che ormai fa parte di me....così come di un certo Boll Heinrich....Slainte

  • User Icon

    Erica Zane

    01/03/2000 17.01.05

    A chi va in America dopo aver visto i film americani sembra di vivere un déjà vu. A chi va in Irlanda dopo aver letto Diario d'Irlanda, di Böll, può non toccare questa esperienza. Quell'Irlanda esiste, si premura di dire l'autore, che, però, scherzosamente declina ogni responsabilità quanto alla probabilità che il visitatore la trovi. Böll ha preso navi e treni, è entrato nelle chiese e nei pub, ha camminato per le strade, e ha guardato la gente e le cose. E, guardando, ha visto. Inaspettatamente, da ogni dove è scaturita una forza ricca di fiducia, come l'allegria da un canto spiritual. E, ascoltando, ha sentito ripetere "It could be worse", poteva andar peggio, sintesi della saggezza di ogni irlandese e sicura panacea contro l'accanimento del destino. Da lungo tempo siamo affetti da paralisi dei sensi: i poeti romantici Wordsworth e Coleridge già sapevano che, per "letargia da abitudine", "abbiamo occhi, ma non vediamo, orecchie, ma non sentiamo, e cuori che non provano emozione, né comprendono". L'Irlanda è forse l'angolo di mondo più adatto per recuperare i sensi perduti e, con quelli, l'emozione. Se ci si riuscirà, si sarà trovata "quell'Irlanda". E allora Fáilte!, che in irlandese vuol dire: benvenuti!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione