Il diario della bicicletta e altri racconti - Tamayo Muto,Natsume Soseki - ebook

Il diario della bicicletta e altri racconti

Natsume Soseki

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Tamayo Muto
Editore: Lindau
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 496,92 KB
Pagine della versione a stampa: 96 p.
  • EAN: 9788833530895
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Appaiono qui per la prima volta in traduzione italiana tre degli shohin – un genere originale della letteratura giapponese moderna che si colloca in un territorio indefinito tra la novella e il saggio, caratterizzato da una notevole libertà di stile – di Natsume Soseki: Il diario della bicicletta, Il fringuello di Giava e La lettera. Molto diversi tra loro, per stile e per contenuto, sono stati composti in momenti differenti della vita dello scrittore e, forse anche per questo, esprimono compiutamente la ricchezza di toni e la grande originalità della sua voce. Ad accomunarli è, come sempre in Soseki, la forte componente autobiografica che, oltre a fornire l'argomento e la vicenda oggetto della narrazione, conferisce a situazioni e persone una grande intensità emotiva. Non sono mai i fatti narrati a essere particolari, ma è lo sguardo lucido e tuttavia compassionevole del narratore a farne dei piccoli gioielli, ricreando perfettamente atmosfere ed emozioni. Molto divertente è Il diario della bicicletta, che racconta le peripezie affrontate dall'Autore quando decide di prendere lezioni di bicicletta, per di più nell'ostile e incomprensibile mondo inglese. A prevalere nel secondo racconto è invece una certa malinconia: il delicato rapporto con un fringuello di Giava evoca nel narratore il ricordo di una donna, dalla quale si era sentito attratto ma che non poteva corrisponderlo, essendo stata da poco promessa in matrimonio. Molto curiosa è infine la vicenda del terzo racconto, in cui una misteriosa lettera, riemergendo per caso nel cassetto di un albergo, svela un retroscena inaspettato.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,25
di 5
Totale 4
5
1
4
3
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    titty

    11/03/2019 22:43:15

    Formato da tre scritti, tre shōhin, genere peculiare della letteratura giapponese, a metà tra il racconto, il saggio e l'autobiografia. Per capirli fino in fondo, infatti, è quanto mai necessaria la postfazione della traduttrice Muto Tamayo, la quale, oltre che contestualizzare il periodo storico (siamo sul finire della dinastia Meiji, epoca di cambiamenti), analizza sia il Soseki scrittore che persona, dando una dimensione narrativa al lettore, una bussola con cui orientarsi.

  • User Icon

    Antonio

    11/03/2019 18:57:44

    Allora, comincio col dire subito che è stato il mio primo incontro con questo autore, quindi non ho avuto modo di approfondirlo o analizzarlo come si deve, ma devo dire che come primo approccio è più che valido, per un semplice motivo: è un libro breve. Formato da tre scritti, tre shōhin, genere peculiare della letteratura giapponese, a metà tra il racconto, il saggio e l'autobiografia. Per capirli fino in fondo, infatti, è quanto mai necessaria la postfazione della traduttrice Muto Tamayo, la quale, oltre che contestualizzare il periodo storico (siamo sul finire della dinastia Meiji, epoca di cambiamenti), analizza sia il Soseki scrittore che persona, dando una dimensione narrativa al lettore, una bussola con cui orientarsi. Insomma, se volete approcciare uno dei maestri della letteratura giapponese, questo è un ottimo inizio.

  • User Icon

    Paolo

    10/03/2019 11:55:40

    In questo piccolo volumetto, sono racchiusi tre shōhin di genere vario, scritti in tre momenti diversi della vita dell’autore e che, proprio per questo, danno un’immagine ancora più completa e complessa di Sōseki. Definire che tipo di testo sia uno shōhin non è semplice. Letteralmente significa “opera breve”, ma effettivamente sta ad indicare testi ibridi, a metà tra racconto e saggio, con un modo di scrivere libero da tipiche convenzioni. Ho davvero apprezzato questo piccolo volume, che si è rivelato essere molto interessante per avvicinarsi alla figura di Sōseki da lontano, ma non troppo. Da lontano perché, leggendo questi tre scritti, non siamo ancora nell’opera vera e propria; ma non siamo neanche così distanti da lui, proprio perché. alla fine, abbiamo l’impressione di conoscerlo meglio come persona.

  • User Icon

    furetto60

    06/12/2018 09:39:08

    Breve raccolta di racconti di uno degli autori più conosciuti in Giappone. La scelta, pur ridotta a soli tre esemplari, avvolge un periodo ampio e rappresentativo dell’A: dagli esordi il primo, simpatico ma anche più “immaturo”, sino all’ultimo, strutturalmente il più interessante. Colpisce la delicatezza dell’esposizione, con improvvise accelerazioni di tono e modi, un discreto studio psicologico e la forte componente delle usanze nipponiche rispetto alla “occidentalità” spesso invadente cui siamo (purtroppo?) abituati. Un autore da approfondire con opere di maggiore spessore.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Natsume Soseki Cover

    Viene unanimemente considerato come il più grande scrittore del Giappone moderno, maestro riconosciuto di Tanizaki, Kawabata e Mishima. Pseudonimo di Natsume Kinnosuke, Natsume Soseki nacque nel 1867 a Edo da un samurai di basso rango, ultimo di sei figli. Nel 1905 pubblicò il suo primo libro: Io sono un gatto (Neri Pozza 2006). Seguirono Bocchan (Il signorino, Neri Pozza 2007) nel 1906 e Sanshiro nel 1908. Morì nel 1916 a 49 anni.Tra le sue opere ricordiamo Il viandante, Erba lungo la via e altri grandi romanzi apparsi in Italia sempre nelle edizioni Neri Pozza: Guanciale d’erba, Il cuore delle cose, E poi.Sotto: Natsume Soseki al lavoro in due momenti della sua vita.  Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali