Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni I diavoli

  • User Icon
    16/12/2020 12:48:07

    Superbo. I tratti malcelatamente autobiografici, il mondo della finanza, le vicissitudini personali e professionali, tutti incorniciati in avvenimenti storici realmente accaduti e magistralmente romanzati. Regge pienamente il confronto con la prepotenza mediatica dell'omonima serie.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/07/2020 13:51:34

    Le mie aspettative non sono state deluse. Scritto bene e, nonostante tratti del mondo della finanza, tocca ugualmente corde emotive.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/06/2020 20:27:05

    Ho letto questo libro incuriosito, come spesso accade, dalla grande eco sui media, ma anche dal tema della crisi del 2009. Diciamo subito che, sin dalle prime pagine, una elemento ricorrente piuttosto fastidioso ed assolutamente privo di qualsiasi valore artistico o interesse letterario è il continuo uso di nomi di marche e prodotti commerciali all'interno del testo. Per quanto riguarda la trama, sicuramente un plauso va dato alla capacità ed al tentativo a mio avviso ben riuscito di rendere in forma narrativa una materia molto tecnica e di difficile comprensione come la finanza. Tutto sommato, credo che questo esperimento sia piuttosto riuscito e forse è questo il fattore più positivo del libro. Il resto è stato piuttosto una delusione: la trama non ha un ritmo incalzante, ad eccezione del finale, e resta a volte sospesa; i personaggi sono a volte iper caratterizzati e rischiano di essere dei veri e propri stereotipi; lo sviluppo dello stato d'animo del protagonista è lasciato troppo all'elemento della somatizzazione ed è poco esplorato, e via dicendo. Anche lo stile è in alcuni casi fuori luogo: penso ad esempio alla descrizione dell'alba dove viene utilizzato un registro troppo sfacciatamente letterario in un contesto di narrativa più tecnica e di genere. Alla fine il risultato è spesso forzato. Se si scrive un romanzo sulla finanza credo che lo stile linguistico debba adeguarsi alla materia e non cercare artifizi letterari poco coerenti e sicuramente fuori luogo. Nel merito, in conclusione, nel mondo del lavoro s'incontrano dei veri e propri diavoli a tutti i livelli, anche dal basso, figuriamoci tra i principali finanzieri. Ciò per dire che anche il titolo sembra più pensato per la serie televisiva che per il romanzo. Una delusione.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/05/2020 19:48:24

    A mio avviso la serie è più avvincente del romanzo, in genere succede il contrario. Intrattenimento poco impegnativo ma non inutile.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/05/2020 08:14:13

    L’immagine in copertina è straordinaria. Comunica, già dal primo momento, l’essenza del libro. Nella vicenda ambientata a Parigi e nell’attimo in cui la sua vita sta per cambiare per sempre, c’è una grande forza espressiva. Mi ha fatto pensare. Con la forza e la rabbia al contempo. Regalerò questo libro a mio cugino che lavora in banca. Sono sicura apprezzerà tantissimo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/05/2020 15:58:17

    Libro molto ben scritto da cui è stata tratta anche una serie tv di successo. Richiede comunque un po’ di attenzione nel comprendere i tecnicismi finanziari ma poi scorre agevolmente. Lo consiglio.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/05/2020 10:44:18

    All'inizio sembra piacevole, con un lessico ricco ma scorrevole, ma successivamente la storia diventa troppo romanzata, surreale e delude un po' le attese. In particolare trovo che le vicende personali del protagonista, la crisi del suo matrimonio, le problematiche con i figli siano un po banali sia nella scrittura che nella tematica, non appassionano e non coinvolgono il lettore. Un libro quindi buono solo a metà

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 18:50:50

    La trama si sviluppa tra passato e presente. I protagonisti tramano sembra senza coscienza e questo mi fa pensare: “ è realtà o frutto della fantasia dell’autore”?

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 16:02:23

    molto bello, consigliato

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 14:47:24

    Da leggere con attenzione per comprenderlo bene.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 13:57:04

    Bellissima l'idea di trattare le dinamiche finanziare in un libro, attraverso una scrittura romanzata. Tuttavia sono proprio le dinamiche del mondo della finanza ad occupare solo un piccolo spazio nel libro. Non è difficile da leggere, ma la storia si disperde un pò, tra le altre relazioni dei personaggi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/10/2019 15:00:14

    Questo libro va letto concentrati, perchè altrimenti si rischia di non comprendere i passaggi "finanziari" della storia che ne compongono parte della trama. e si rischia di non apprezzarlo appieno. basata sul libro, è appena stata girata una serie tv, e penso che sia la perfetta trasposizione per raccontare la storia di Massimo e Derek. la scrittura di Brera è notevole, per essere credo, un libro d'esordio.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/08/2018 11:48:22

    In copertina una nota favorevole da parte del Corriere della Sera. Libro pubblicato dalla Rizzoli, stesso gruppo dell Corriere... Va bè a parte questo il romanzo non rispetta assolutamente quello che promette. Storia e narrazione scopiazzate dai più fortunati, dettagliati, taglienti, originali, esaustivi, coraggiosi Grisham e Dan Brown; il tentativo di stile è quello, ma rimane un tentativo. I 2/3 del libro sono completamente superflui, gran parte viene dedicata ad una velleitaria missione di bene che non so dove abbia preso. Dico io, proponi di scrivere di finanza allora parla di finanza e non sprecare metà libro a parlare di tonni, tra l'altro molto male. Le ultime 50 pagine le salvo, ma se non l'ho gettato via prima è per miracolo. Leggete solo quelle. I personaggi manco a dirlo sono piatti, grigi e molto invecchiati. Per quanto riguarda la finanza non vi aspettate chissà che : si parla di titoli di stato, tassi d'interessi, politiche monetarie che qualcuno di non specificato manovra a piacimento. Lo scenario non è irrealistico ma da uno che è addentro mi aspettavo qualche dettaglio, perché da come viene raccontata la storia, potrebbe essere anche la banale ricostruzione di uno che leggendo i giornali fa due più due, voglio dire che tutto il raggiro viene ""spiegato"" da un tizio che per semplificare la trama veste i panni del deus ex machina... ero capace anche io (ovviamente esagero ma mi sa di persa in giro). In fine, la storia del cattivo che miracolosamente diventa buono (banalizzo ma è così) non si può più sentire. Spesso noioso e ripeto molte pagine sono superflue.

    Leggi di più Riduci