Die Juxheirat

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Franz Lehàr
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: CPO
Data di pubblicazione: 1 luglio 2017
  • EAN: 0761203504923

€ 38,50

Punti Premium: 39

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Franz Lehár (1870-1948): Die Juxheirat (Il finto matrimonio), operetta in tre atti su libretto di Julius Bauer.
Prima registrazione mondiale di una originalissima operetta di Franz LehárJulius Bauer, un intellettuale conosciuto non solo per i suoi scritti intelligenti, originali e pieni di arguzia ma anche – e forse soprattutto – per essere uno dei critici teatrali più influenti di Vienna, scrisse nel 1904 il libretto dell’operetta Die Juxheirat (Il finto matrimonio). Quest’opera brillante, vivace, vigorosa e sotto molti aspetti sorprendente si collocava molto avanti rispetto allo spirito dei suoi tempi, essendo basata su una vicenda vagamente ispirata alla Bisbetica domata di Shakespeare, ma portata alle estreme conseguenze. Nel caso di Die Juxheirat la bisbetica è rappresentata da una vedova frustrata e dalle idee fieramente femministe, mentre il protagonista maschile si pone agli antipodi del Petruccio shakespeariano, un uomo stressato, irritabile e desideroso solo di vivere serenamente la sua storia d’amore. Michael Lakner – che all’epoca della registrazione di questa operetta ricopriva l’incarico di direttore artistico del Lehár Festival – ha dichiarato nel corso di un’intervista: «Sono estremamente orgoglioso di questa operetta, basata su una vicenda ambientata negli Stati Uniti dei primi anni del XX secolo. Il nome di Franz Lehár è oggi conosciuto soprattutto per La vedova allegra, il suo più grande successo a livello internazionale, ma un anno prima aveva già scritto un capolavoro come Die Juxheirat. Purtroppo, nel corso della sua vita questa operetta venne messa in scena solo quaranta volte. Al Lehár Festival abbiamo deciso di presentare questa deliziosa operetta in forma semiscenica». «Il direttore Markus Burkert ha elaborato e ricostruito l’operetta nota per nota e i professori d’orchestra hanno studiato la loro parte con la massima attenzione possibile. Il direttore e i musicisti hanno poi trasferito questa cura nell’interpretazione, eseguendo i bellissimi valzer, le marce e i brani d’insieme con una verve molto coinvolgente. Il fatto che la Franz Lehár Orchestra sia in grado di produrre un suono d’insieme brillante e di meravigliosa trasparenza contribuisce a renderla la formazione ideale per il genere dell’operetta» (BR-Klassik Operetta Review). Nel complesso, ci troviamo di fronte a un’operetta di Lehár vigorosa, ricca di spunti innovativi e del tutto priva delle melensaggini sentimentali che vengono spesso associate a questo compositore – una vera scoperta!
  • Franz Lehàr Cover

    Compositore ungherese. Dopo gli studi al conservatorio di Praga, esordì come violinista in orchestra. Fu successivamente direttore di banda in vari reggimenti austro-ungarici; dal 1902, dopo le dimissioni dall'esercito, si dedicò interamente alla composizione. Nel 1905 colse il primo grande successo, di risonanza internazionale, con l'operetta Die lustige Witwe (La vedova allegra). Seguirono, nell'arco di un trentennio, non meno di 30 operette, composte nelle forme vivaci e nello spirito scintillante del repertorio leggero viennese, legato ai nomi famosi degli Strauss, di J. Lanner e di F. von Suppé. Fra le più celebri si ricordano: Wiener Frauen (Dame viennesi, 1902), Der Graf von Luxemburg (Il conte di Lussemburgo, 1909), Zigeunerliebe (Amore di zingaro, 1910), Eva (1911), Liebellentanz... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali