Stripe PDP
Dimenticare Darwin. Ombre sull'evoluzione - Giuseppe Sermonti - copertina
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Dimenticare Darwin. Ombre sull'evoluzione
33,00 €
;
LIBRO USATO
Venditore: LIBRACCIO VINTAGE
33,00 €
disp. immediata disp. immediata (Solo una copia)
Spedizione gratuita
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
LIBRACCIO VINTAGE
33,00 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
LIBRACCIO VINTAGE
33,00 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Dimenticare Darwin. Ombre sull'evoluzione - Giuseppe Sermonti - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Giuseppe Sermonti, che nel 1980 ha riaperto la discussione sul darwinismo in Italia, ritorna sul tema con un'opera più ampia e più narrativa. In quindici capitoli di varia intonazione, egli insiste sulla insufficienza di una interpretazione molecolare dell'evoluzione, che non dà conto di cosa faccia gatto il gatto e mosca la mosca, e propone una diversità fondata sui campi generativi. Le fogge, i colori e i canti del mondo sono l'esito festoso di una intima necessità di espressione, innata ed evocata, che prorompe nella sovrabbondante varietà dei viventi.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

1999
160 p.
9788818011661

La recensione di IBS

"Una capinera migra nella notte seguendo le costellazioni; come la vita che si sviluppa seguendo eterni archetipi. Dimentichiamo le tristi storie del Caso e della Necessità, che affidavano al nulla il destino e al nonsenso la vita e noi stessi. Dimentichiamo il Darwin di "mutazione e selezione" e l'Orologiaio cieco che ci avrebbe costruiti per sbaglio. Lo spazio contiene le forme inespresse che attirano a sé la vita, e una mente la sviluppa verso esiti innumerevoli e prescritti... La furba logica dell'adattamento ci deve ancora spiegare perché l'insetto-foglia volasse milioni d'anni prima delle foglie e perché il gene che sovraintende al tondo occhio celeste del gatto conosca lo sfaccettato occhio rosso del moscerino dell'aceto. Ci deve spiegare come l'uomo, la forma animale più aurorale, possa essere apparso per ultimo, prima dello scimmione curvo, specializzato e senile. La mente (l'anima) precede - e continua - il corpo che la contiene e le forze che generano le membra si sviluppano in articoli di pensiero."

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Giuseppe Sermonti

1925, Roma

Genetista e scrittore italiano. Dal 1950 presso l’Istituto Superiore di Sanità in Roma, ha fondato la genetica dei microrganismi produttori di antibiotici e ha presieduto la International Commission for Genetics of Industrial Microorganisms. Nel 1964 vince una cattedra di Genetica e nel 1970-71 presiede l’Associazione Genetica Italiana. Nel 1980 è eletto alla vicepresidenza del XIV Congresso Internazionale di Genetica a Mosca. Lo stesso anno è chiamato alla direzione della Rivista di Biologia (fondata nel 1919). In quel periodo inizia la sua critica allo Scientismo e all’Evoluzionismo darwiniano, che lo isola dall’establishment accademico.Nel 1982 l’Accademia Pontificia lo invita a partecipare a un gruppo di lavoro sull’Evoluzione...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore