Categorie

Ulrich Beck

Traduttore: S. Franchini
Editore: Laterza
Collana: Anticorpi
Anno edizione: 2009
Pagine: XXII-258 p. , Brossura
  • EAN: 9788842088875

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michele Lucivero

    27/09/2011 09.05.22

    Alcuni studi mostrano in maniera inevitabile quanto sia sottile la linea che separa l'analisi concreta della realtà, quella che resta l'ambizione principale per un lavoro sociologico, dalla prospettiva personale che l'autore surrettiziamente cerca di veicolare. Con Beck questa linea diventa una voragine, giacché la prospettiva della individualizzazione della religione, che egli propone in queste pagine, offusca non poco la lucidità nel tracciare un quadro concreto della società. La proposta di preoccuparsi della pace, anziché della verità, così come accadeva nelle religioni universali, monoteistiche e istituzionalizzate ormai in declino, per far sì che il soggetto possa accedere alla costruzione di una biografia meticcia, anarchica, multilivellare, attingendo alle forme religiose e identitarie disponibili nel panorama globale è quanto di più affascinante, accattivante e auspicabile si possa pensare in questa post-modernità, ma non è ciò che propriamente ci si aspetta da un lavoro sociologico. Ciò che Beck non vede è che le religioni istituzionali si sono già riorganizzate per lanciarsi all'attacco della sfera pubblica e questo significa che tutta l'analisi che permette l'insorgenza del Dio personale, fondata sulla classica separazione sancita dalla secolarizzazione tra sfera pubblica e sfera privata, è ormai abbondantemente superata. Del resto, affermare nella prima pagina che la secolarizzazione non può essere espulsa dal pensiero sociologico la dice lunga sull'impostazione ideologica marcatamente europea del nostro autore.

Scrivi una recensione