Discoinferno. Storia del ballo in Italia 1946-2006

Carlo Antonelli,Fabio De Luca

Anno edizione: 2006
Pagine: 253 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788876380358
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 9,50

€ 19,00

Risparmi € 9,50 (50%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Edizione rivista e aggiornata (l'originale è del 1995) di una singolare storia sociale del divertimento in forma di danza in Italia, questo volume intriga sia per la struttura sia per il suo contenuto. Si tratta di un percorso attraverso sessant'anni di storia e di costume italiani visti dalla prospettiva della musica da ballo e della pratica del ballo sociale. Antonelli (direttore editoriale dell'edizione italiana di "Rolling Stones") e De Luca (collaboratore di "la Repubblica XL" e di "Io Donna", oltre che conduttore di programmi per RadioRai) offrono al lettore un racconto che si snoda dalle feste di piazza degli anni cinquanta, passando per i primi superclub dei tardi anni sessanta, la febbre del sabato sera degli anni settanta, il clubbing degli anni ottanta, gli estenuanti rave dei primi novanta, fino ai buddha-bar milanesi post 11 settembre e agli mp3. Da Milano a Roma, da Napoli al Veneto, l'indagine propone una visione inusuale dell'Italia che ha ballato, balla e forse ballerà, in fondo mossa da un desiderio senza tempo, quello di esprimersi, di comunicare e di socializzare. I modi e i contesti così diversi in cui questo desiderio ha preso forma sono restituiti con dovizia di particolari, anche se non sempre con un andamento coerente, sbilanciando i contenuti talvolta verso la narrazione di episodi, talvolta verso considerazioni più generali. Ma proprio perchè questo spaccato di storia è da sempre ritenuto minoritario e periferico, il solo fatto di ritrovarlo come oggetto di uno studio monografico è di per sé lodevole. La scelta di procedere per interviste restituisce dunque non solo la freschezza della materia, ma proprio lo stato della ricerca, ancorata principalmente alle fonti orali. A prendere la parola sono i protagonisti di questa avventura (Boncompagni, Cecchetto, Freccero, Amanda Lear e molti altri), che hanno ballato, ma anche organizzato le occasioni di incontro, e poi concepito, registrato, prodotto e mixato le hit dance. Il liscio, il boogie, il beat, la disco hanno scatenato immaginari e sagomato corpi, che a loro volta hanno contribuito a iterare, spesso a sovvertire, le regole sociali. Conoscerne la storia è sorprendentemente appassionante.
  Susanne Franco