Categorie

Otto F. Kernberg

Traduttore: S. Stefani
Anno edizione: 1987
Pagine: 428 p.
  • EAN: 9788833954103
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:


(scheda pubblicata per l'edizione del 1988)
scheda di Battaggia, P., L'Indice 1988, n. 9

Kernberg occupa un posto importante nel campo degli studi psicoanalitici sui disturbi gravi della personalità; si deve alla sua opera se un termine come "caso al limite" (borderline) è entrato nell'uso psichiatrico corrente come diagnosi che si riferisce ad un'area di disturbi psichici ben individuati nelle loro caratteristiche specifiche e non per indicare semplicemente casi di incerta classificazione. Il libro raccoglie contributi che affrontano in modo esteso ed approfondito ogni aspetto teorico, clinico e terapeutico del problema. I capitoli di apertura sono dedicati alla presentazione di un modello di colloquio che si propone, ricorrendo anche a modalità di intervento e concetti psicoanalitici, di individuare ad un primo livello diagnostico differenziale le caratteristiche strutturali della personalità. Ricche di utili osservazioni e di suggerimenti pratici sono anche le pagine che discutono indicazioni e limiti dei vari tipi di intervento psicoterapeutico. Partendo da una impostazione psicoanalitica, esposta a più riprese in tutta la sua complessità e originalità, i saggi raccolti in questo volume illustrano un aspetto significativo dell'opera di Kernberg, consistente nel tentativo di fornire alla pratica psichiatrica un contributo psicoanalitico adeguatamente aggiornato ed estesamente utilizzabile.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    vitaliano bacchi

    24/12/2004 17.46.19

    opera di primaria importanza dello scienziato americano, di imprescindibile impiego nella analitica giudiziaria e criminiale della personalità psicotica. Ancora una volta colpisce e convince il metodo scientifico classico dell'autore, che si manifesta nella estesa descrizione della condotta psicotica e nella successiva sussunzione del materiale empirico in categorie organizzative del testo e della taxonomia psichiatrica analizzata. In un contesto scientifico devastato dalla disastrosa influenza della ermeneutica e della analitica puramente linguistica della condotta psicotica, il lavoro di Kernberg ristabilisce l'autorità del metodo pragmatistico della ricerca scientifica cui si ispira la sua opera e che si manifesta nella costruzione del testo finalizzato alla enunciazione di Leggi scientifiche di intelligenza del dato e di economia dell'analisi. Se quindi la ermeneutica di scuola tedesca ha devastato il campo, il pragmatismo americano ristabilisce il primato e la autorità di un metodo scientifico che si organizza nella categorizzazione del testo per Leggi scientifiche e non per oroscopi ermeneutici. Un esempio: la individuazione della relazione costante e regolare fra carenza nell'esame di realtà e sviluppo psicotico della personalità, consente al giurista ed al ricercatore di campo di rilevare la carenza nell'esame di realtà come la Legge formale (in senso cioè puramente semeiotico) della presenza di psicosi in atto e quindi di organizzare il campo processuale o di analisi interpersonale secondo una economia di intelligenza della condotta del soggetto assolutamente impossibile con il repertorio delle patacche metafisiche della analitica psicologica di fonte ermeneutica e peggio ancora se di ispirazione direttamente heideggeriana o della daseinanalyse. Con Kernberg è il metodo scientifico che ha la sua rivalutazione su quello letterario e zodiacale della scuola ermeneutica tedesca.

Scrivi una recensione