Il divano di Istanbul - Alessandro Barbero - copertina

Il divano di Istanbul

Alessandro Barbero

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: La memoria
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 7 maggio 2015
Pagine: 207 p., Brossura
  • EAN: 9788838933523

nella classifica Bestseller di IBS Libri Storia e archeologia - Storia - Storia regionale e nazionale - Storia dell'Asia

Salvato in 436 liste dei desideri

€ 11,05

€ 13,00
(-15%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Il divano di Istanbul

Alessandro Barbero

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il divano di Istanbul

Alessandro Barbero

€ 13,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il divano di Istanbul

Alessandro Barbero

€ 13,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 13,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il grande Maometto il Conquistatore, nelle stanze del palazzo reale di Costantinopoli appena sottomessa, andava recitando una triste poesia persiana. Trovandosi di fronte all'immensità della sua conquista, il vincitore dell'ultimo basileus non poteva evitare di provare la malinconia della decadenza. Tra il Trecento e il Novecento gli ottomani edificarono un enorme impero incastrato tra Occidente e Oriente, con il chiaro proposito di unire l'Asia e l'Europa. I suoi sultani si credevano i successori di Costantino il Grande e nutrivano il sogno di conquistare la "Mela rossa", cioè Roma probabilmente. La storia dei turchi, a noi sempre presente e insieme misteriosa perché sostanzialmente è stata storia dell'altro, racconta di un'orda venuta dalle steppe asiatiche, che si distende rapidamente nello spazio prima occupato dall'impero d'Oriente, che domina per secoli il Mar Mediterraneo e regna in pace interna su religioni e popoli diversi, protetti e spesso favoriti da un sistema di governo che rivaleggiò fino al Settecento con quello occidentale, apparendo a molti una preferibile alternativa. Ma è anche parte della contesa eterna tra popoli stanziali e nomadi, e parte della storia comune dei popoli i cui paesi oggi finiscono in "stan".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,23
di 5
Totale 24
5
12
4
9
3
2
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    anonimo

    04/08/2020 07:16:25

    Una lettura interessante...ma dove sono le fonti? Mi piacerebbe essere in grado di poter verificare la veridicità di un'informazione dando un'occhiata alle fonti bibliografiche, ma in questo libro non ce ne sono.

  • User Icon

    Alino

    11/05/2020 16:26:32

    Il divano di Istanbul rappresenta un'ottima occasione per avere un quadro di insieme del mondo islamico con le sue regole e tradizioni; inoltre, la scrittura di Alessandro Barbero, semplice e scorrevole, abbinata alla pregevole qualità tipica Sellerio, rende l'opera gradevolissima.

  • User Icon

    Francesco

    11/04/2020 15:08:30

    La storia dell'Impero ottomano esposta in modo semplice e diretto, ma con rigore scientifico. Alessandro Barbero riesce a rendere semplici tematiche complesse.

  • User Icon

    Gabriele Della Torre

    22/02/2020 09:57:39

    Perfetto per avere una visione d'insieme di un impero trattato solo parzialmente dagli studi scolastici.

  • User Icon

    Sofia

    24/09/2019 11:50:54

    Alessandro Barbero non si smentisce con questo capolavoro! Dalle origini fino alla fine dell'Impero Ottomano... la semplicità della sua scrittura rispecchia con chiarezza il suo modo di spiegare. Ammetto di essermi commossa alla fine. Da leggere e conservare nella propria biblioteca personale.

  • User Icon

    n.d.

    05/08/2019 11:12:03

    Veramente un bel piccolo libro sulla carissima Istanbul. Si legge molto bene, scorre bene e da una prima idea storica di questo splendore di città. Lo consiglio molto agli appassionati di storia.

  • User Icon

    Philo

    06/05/2019 09:15:00

    Lettura piacevole e veloce. molte curiosità ed aneddoti del mondo ottomano.

  • User Icon

    baudisarda

    26/11/2018 23:04:04

    un libro divulgativo di gradevolissima lettura, di ottimo senso, senza annoiare ma istruendo e divertendo. Bello e notevole lo stile

  • User Icon

    MmeBrusich

    19/09/2018 07:57:43

    Dedicato a chi ama Istanbul e non può che innamorarsene di più. Per conoscere la sua storia e le piccole grandi curiosità di una delle capitali del mondo. Scorrevole e puntuale, il testo è un’autentica perla di storia e cultura alla portata anche di chi non è avvezzo alla lettura di saggi.

  • User Icon

    Albife

    17/08/2018 15:14:27

    Interessante approfondimento su un tema poco studiato. Viziato secondo me dalla volontà che appare evidente in più parti di voler affermare la superiorità del modello Ottomano (culturale, militare ecc.) dell’epoca rispetto a quello europeo. Barbero lo fa per stupire il lettore e se ne compiace. Forse si potrebbe dire che questo approccio è poco da storico ma a un divulgatore della sua grandezza è un peccatuccio che possiamo perdonare.

  • User Icon

    Giorgio g

    20/03/2018 08:46:37

    Cos’è il divan? È il governo dell’Impero Ottomano. Sapete cos’è l’ideologia panturanica? È il sogno dell’unione di tutti i popoli turchi che avrebbe dovuto realizzarsi, udite udite, a spese dell’Unione Sovietica. Questa è molte altre chicche troverete nel bel libro di Alessandro Barbero. Ad esempio che quello che noi chiamiamo Impero Ottomano riuniva turchi e slavi, albanesi e greci, musulmani e cristiani, un vero e proprio impero multietnico e multireligioso. Al di fuori di queste stranezze il libro è una storia, forzatamente ridotta, dell’Impero Ottomano, che appaga anche molte nostre curiosità. Ricordo che, negli Anni Sessanta, avevo letto un libro di Ivo Andric “Il ponte sulla Drina” che mi aveva colpito (e lo ricordo ancora dopo tanti anni) e che raccontava di come erano organizzati i domini turchi, che meritò al suo autore il Premio Nobel. Beh, il libro del professor Barbero ben si confronta con quello.

  • User Icon

    Seb E

    26/09/2017 10:11:15

    Libro molto buono per comprendere la storia dell' impero Ottamano. A tratti affascinante e mai noioso. Non do 5 stelle perché l'autore tratta con disinteresse, dichiarato, e solo marginalmente battaglie e avventure degli uomini di quel tempo, eccezzion fatta per la battaglia di Lepanto. Ad ogni modo lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    Marco

    20/09/2016 19:54:13

    Attraverso una rotta fluida , l'autore ci porta a conoscere un mondo che erroneamente molti di noi pensano lontano dalla nostra cultura , ma nella realtà storica , molto più vicino , anzi così vicino da influenzarne , per molti aspetti , direttamente lo svolgersi delle dinamiche decisive. Un piccolo gioiello

  • User Icon

    jane

    11/07/2016 15:14:09

    Per niente noioso, anzi scorrevole e di piacevole lettura, ricostruisce la storia dell'impero ottomano sfatando alcuni luoghi comuni, con uno sguardo direi troppo benevolo ad una civiltà che ha molte luci ma anche tante ombre.

  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    04/12/2015 08:20:33

    Il merito di Barbero è di aver sollevato il velo sull'impero ottomanoo, facendoci conoscere cos'era e com'era, temuto, ma anche rispettato, un coacervo plurireligioso e multilinguistico, che molto contava sull'agricoltura, all'epoca una delle più floride, a volte dominato da Sultani debosciati, altre da uomini di grande talento, come nel caso di Solimano il magnifici, detto anche Il legislatore. Ne esce così un quadro che pur in un numero di pagine non ampio, ci offre una serie di notizie che ci portano a conoscere un mondo di cui sapevamo l'esistenza, ma che ci sembrava confinato al di là di una linea che marcava il passaggio dalla realtà alla fantasia. Da leggere, ci mancherebbe altro.

  • User Icon

    roberto

    30/09/2015 10:58:53

    Capisco che l'obiettivo, sicuramente raggiunto, era riassumere in modo sintetico e scorrevole diversi secoli di storia, pero' un minimo di bibliografia di fonti e approfondimenti andava inserita. L'autore, che e' un professore univesitario, dovrebbe saperlo.

  • User Icon

    luca bidoli

    11/09/2015 19:21:24

    Splendida e rigorosa narrazione, che prende per mano il lettore e lo guida all'interno di un mondo, o più mondi, dalla nascita della potenza ottomana, al suo affermarsi nell'Europa balcanica e, in parte, centrale, sino a costruire un vasto, plurietnico impero destinato, pur con inevitabili momenti di stagnazione, a durare sino alle soglie del Novecento. Affresco di un mondo, colto soprattutto nella sua valenza europea ( indirettamente o forse no, anche un messaggio su cosa si aspetta la Turchia di oggi dall'UE), nei suoi mai sopiti o dimenticati legami con l'Occidente. Un libro che si legge con delizia, sprofondati, come ho fatto io, in un divano, sorseggiando caffè, nero e forte. Ottimi e corroboranti, entrambi, libro e caffè.

  • User Icon

    luciano

    30/06/2015 14:34:17

    Questo libro si legge con vero piacere; l'autore è bravo e sa mantenere viva l'attenzione. In questo tempo di conflitti di civiltà questo è un libro di pacificazione, un libro che costruisce, come si dice oggi, ponti e non innalza muri. L'autore è, giustamente, favorevole all'ingresso della Turchia nella Comunità Europea. Sarebbe da leggere, anche, nelle scuole.

  • User Icon

    Silvancov

    05/09/2014 14:32:36

    Con Barbero si va sempre sul sicuro: ottima scrittura, argomento interessante, esposizione chiara, molti aneddoti divertenti. Non assegno il massimo perchè... Barbero mi ha abituato a livelli sempre estremamente elevati; in questo caso alla fine di molti capitoli ho avuto la sensazione che mancasse qualcosa, un ulteriore approfondimento dell'argomento trattato. Ne consiglio la lettura.

  • User Icon

    alessandro86

    15/12/2013 20:46:30

    Il libro a mio giudizio merita un voto basso per due motivi: il primo editoriale; mancanza di un indice, di sottotitoli, note, riferimenti bibliografici, fondamentali per un libro di storia. Se si vuole ritrovare un certo argomento o te lo annoti oppure ti rileggi l'intero libro. Il secondo motivo riguarda i contenuti. La storia rimane molto superficiale, sembra che il succo dove mira l'autore sia uno: un Occidente che ha come unico pregio la competenza tecnologica (supremazia) ed un Oriente che ha come unico pregio una supposta tolleranza; per entrambi le parti, sembra come se la parte "malata" sia la religione e nel caso Occidentale ovviamente la Chiesa (la descrizione di Pio V liquidato come "vecchio bruciatore di eretici" resenta la superficialità assoluta), per quanto riguarda questo punto sembra veramente di leggere un miscuglio di luoghi comuni anticlericali (insomma in Occidente pare che tra il 400 ed il 600 la fede sia stata solo un tripudio di guerre, sangue, roghi). Unica nota positiva del libro è l'approccio romanzesco al racconto di fatti storici, buono per chi vuole informarsi sul tema ma non ama i trattati oppure per chi vuole avere informazioni molto ma molto generali sull'Impero Ottomano (insomma il primo libro sul tema). Quindi il mio giudizio finale è scadente nell'edizione, molto superficiale nella trattazione dei temi.

Vedi tutte le 24 recensioni cliente
  • Alessandro Barbero Cover

    Scrittore e storico italiano. Laureato in Storia Medioevale con Giovanni Tabacco, nel 1981, ha poi perfezionato i suoi studi alla Scuola Normale di Pisa sino al 1984. Ricercatore universitario dal 1984, diventa professore associato all’Università del Piemonte Orientale a Vercelli nel 1998, dove insegna Storia Medievale. Ha pubblicato romanzi e molti saggi di storia non solo medievale. Con il romanzo d’esordio, Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle gentiluomo, ha vinto il Premio Strega nel 1996.Collabora con La Stampa e Tuttolibri, con la rivista "Medioevo", e con i programmi televisivi ("Superquark") e radiofonici ("Alle otto della sera") della RAI. Tra i suoi impegni si conta anche la direzione della "Storia d'Europa e del Mediterraneo" della Salerno Editrice. Tra i suoi... Approfondisci
Note legali