La dolce ala della giovinezza (DVD)

Sweet Bird of Youth

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Sweet Bird of Youth
Paese: Stati Uniti
Anno: 1962
Supporto: DVD
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 9,74

€ 12,99
(-25%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 10,34 €)

Il giovane Chance, per giungere al successo, vive con Alexandra, una diva ormai dimenticata. Con lei torna al suo paese dove vive la sua vecchia fiamma, Heavenly, che egli ama ancora. Quando Alexandra ritorna ai vertici, lasciandolo, il fratello di Heavenly lo sfregia e gli proibisce di vedere la sorella. Rimasto solo, Chance capisce che la sua corsa al successo non è servita a nulla. Miglior attore non protagonista a Ed Begley
  • Produzione: Cinema e Cultura, 2019
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 115 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Inglese (Dolby Digital 2.0);Francese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Richard Brooks Cover

    Regista statunitense. Comincia scrivendo drammi radiofonici, sceneggiature e romanzi in cui evidenzia da subito il piglio e i ritmi dell'autore di storie forti e ben congegnate. Sceneggia fra gli altri Forza bruta (1974) di J. Dassin, uno dei capolavori del genere cosiddetto «carcerario», protagonista B. Lancaster alle prese con un sadico aguzzino e una evasione che sfocia in carneficina. L'esordio nella regia è del 1950 con La rivolta, melodramma di buona fattura seguito da altri sei film fra cui il noir con H. Bogart L'ultima minaccia (1952) e lo strappalacrime L'ultima volta che vidi Parigi (1954), con una L. Taylor all'apice della sua bellezza. La sua vera vocazione drammaturgica si esprime tuttavia al meglio nella rudezza e nella tensione: in tal senso gira nel 1955 la sua opera più famosa,... Approfondisci
  • Paul Newman Cover

    "Attore statunitense. Dopo varie esperienze teatrali studentesche e un soggiorno all'Actor's Studio, esordisce a Broadway nel 1953 e sullo schermo nel 1955 (con Il calice d'argento di V. Saville), imponendosi subito dopo in Lassù qualcuno mi ama (1956) di R. Wise. Sul piccolo schermo si fa notare in The Left-Handed Gun di A. Penn (poi trasferito in film con Furia selvaggia, 1958, sempre per la regia di Penn) e in una versione musicale di La piccola città. Nel 1958 sposa l'attrice J. Woodward, al cui fianco recita sulle scene nel 1965 in Baby Want a Kiss e in diversi film (La lunga estate calda, 1958, di M. Ritt; Missili in giardino, 1958, di L. McCarey; Dalla terrazza, 1960, di M. Robson; Un uomo, oggi, 1970, di S. Rosenberg). Come regista ha diretto, rivelando grande sensibilità e acuto spirito... Approfondisci
  • Geraldine Page Cover

    Attrice statunitense. Giovanissima, debutta sul palcoscenico e in pochi anni si impone come una delle più grandi attrici del teatro contemporaneo americano. Giunta al cinema quasi in sordina nel 1953 con il ruolo di una giovane in cerca di marito nella commedia Taxi di G. Ratoff, ottiene grandi consensi nelle pellicole seguenti, molte delle quali tratte da copioni teatrali da lei interpretati. La si ricorda dolente innamorata in Estate e fumo (1961) di P. Glenville, anziana attrice legata a un giovane arrivista in La dolce ala della giovinezza (1962) di R. Brooks, autoritaria direttrice di un collegio femminile in La notte brava del soldato Jonathan (1971) di D. Siegel, madre frustrata che tenta il suicidio in Interiors (1978) di W. Allen, fedele governante di Frankenstein in La sposa promessa... Approfondisci
  • Shirley Knight Cover

    Attrice statunitense. Interprete vibrante e sensibile, dalla bellezza delicata, è l'incarnazione ideale di personaggi femminili complessi e vulnerabili. Studentessa di arte drammatica insieme a colleghi quali J. Nicholson, D. Stockwell e S. Kellerman, viene scritturata per il suo primo ruolo cinematografico nel 1959. Nel 1960 è acclamata coprotagonista di Il buio in cima alle scale, di D. Mann. In La dolce ala della giovinezza di R. Brooks si conferma presenza luminosa ed emozionante. È ancora eccellente in Il gruppo (1966) di S. Lumet e Petulia (1968) di R. Lester. La carriera cinematografica rimane comunque secondaria rispetto alla sua dedizione al teatro. Appare in televisione a partire dagli anni '60. Approfondisci
Note legali