I dolori del giovane Werther

Johann Wolfgang Goethe

Traduttore: P. Capriolo
Editore: Feltrinelli
Edizione: 19
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 15/01/2014
Pagine: 152 p., Brossura
  • EAN: 9788807900259

27° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Classica (prima del 1945)

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 6,40

€ 8,00

Risparmi € 1,60 (20%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Federica

    09/03/2018 12:28:09

    Avevo voglia di leggere un "grande classico" e quindi la mia scelta è stata alquanto casuale. A posteriori ora che l'ho letto devo ammettere che è stata una scelta "fortunata" il libro è meraviglioso. Un amore struggente e vero descritto in modo incantevole.

  • User Icon

    Fabrizio Porro

    06/09/2012 20:39:39

    Opera tra le più amate della letteratura romantica "I dolori del giovane Werther" venne pubblicata nel 1774 e riscosse subito un immenso successo in tutto il mondo, se è vero che Napoleone la porto' con se nella campagna d'Egitto e che persino i cinesi dipingevano il volto soave di Lotte sui loro paralumi. Emblematico caposaldo dello Sturm und Drang e del Romanticismo, venne scritto da Goethe ventiquattrenne in pochi mesi, storia straziante di autentica passione con tratti palesemente autobiografici. L'influsso di Werther fu enorme : l'eroe suicida dalla marsina azzurra e dagli stivali neri condiziono' la moda, oltre che gli atteggiamenti di intere generazioni romantiche, suscito' una vera epidemia di suicidi, mentre letterati e musicisti, da Foscolo a Massenet, ne trassero fecondi spunti creativi. Apparentemente semplice per la tematica, di estrema leggibilità, cela tuttavia al suo interno mobili complessità che la critica ha indagato con costante interesse: dalle ambivalenze romantiche all'ilare ammiccamento che una lunga tradizione larmoyante si è sempre rifiutata di vedere; dall'evidenziare aspetti più legati alla rappresentazione del mondo familiare e sociale, all'insistenza sul solipsismo del protagonista. Al di là di questo non si puo' non rileggere senza emozione "I dolori del giovane Werther": vi permane quel senso di intima e universale passione che rende questo libro indimenticabile !

Scrivi una recensione