Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La donna degli alberi - Lorenzo Marone - copertina

La donna degli alberi

Lorenzo Marone

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 5 novembre 2020
Pagine: 224 p., Brossura
  • EAN: 9788807034145
Salvato in 356 liste dei desideri

€ 15,20

€ 16,00
(-5%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

La donna degli alberi

Lorenzo Marone

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La donna degli alberi

Lorenzo Marone

€ 16,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La donna degli alberi

Lorenzo Marone

€ 16,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (18 offerte da 15,20 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una baita in montagna e una donna. Attorno a lei, la furia e la meraviglia della natura. La legge del Monte e il miracolo della vita.

«Abbandonato il tono scanzonato e gli interni borghesi dei romanzi recenti, lo scrittore napoletano si mostra capace di una sorprendente metamorfosi ed esibisce una scrittura intensa che dà corpo a un atteggiamento animistico e contemplativo nei confronti della natura» - Mirella Armiero, Corriere del Mezzogiorno

«Una storia crepuscolare e sincera, quasi un'indagine sull'ostinazione della rinascita» - Conchita Sannino, Robinson

«In mezzo a tanta solitudine, lo scrittore napoletano costruisce una storia sulla magia degli incontri, sul mistero della nascita e della natura, sulla lotta per la sopravvivenza e l'eterno perpetuarsi delle specie» - Marzia Fontana, la Lettura

La donna è sola, inquieta, in fuga: non vuole più restare dove non c'è amore. Ha lasciato la città, nella quale tutto è frenetico e in vendita, ed è tornata nella vecchia baita dell'infanzia, sul Monte. Qui vive senza passato, aspetta che la neve seppellisca i ricordi e segue il ritmo della natura. C'è un inverno da attraversare, il freddo da combattere, la solitudine da farsi amica. Ci sono i rumori e le creature del bosco, una volpe curiosa e un gufo reale che bubola sotto il tetto. E c'è l'uomo dal giaccone rosso, che arriva e che va, come il vento. A valle lo chiamano lo Straniero: vuole risistemare il rifugio e piantare abeti sul versante nord della montagna, per aiutarla a resistere e a tornare fertile. Una notte terribile riporta la paura, ma la donna si accorge che ci sono persone che vegliano su di lei: la Guaritrice, muta dalla nascita, che comprende il linguaggio delle piante e fa nascere i bambini; la Rossa, che gestisce la locanda del paese; la Benefattrice, che la nutre di cibo e premure. Donne che sanno dare riparo alle anime rotte, e che come lei cercano di vivere pienamente nel loro angolo di mondo. Mentre la montagna si prepara al disgelo e a rifiorire, anche la donna si rimette in cammino. Arriverà un altro inverno, ma ora il Monte la chiama.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,71
di 5
Totale 21
5
8
4
7
3
1
2
2
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Lettrice

    04/04/2021 12:25:20

    Premetto che sono amante della montagna e che leggendo il libro ho più volte sognato di vivere la vita della protagonista. Detto questo, non è il libro che mi aspettavo da Marone. Scritto bene, forse un po’ ‘forzato’ nella scelta talvolta della terminologia. Il racconto procede lento, ma così deve essere data l’ambientazione. Nel complesso non mi è dispiaciuto, ma per i libri di Marone preferisco la Napoli con i suoi personaggi dei romanzi passati.

  • User Icon

    Maria

    29/03/2021 13:41:40

    Ho letto diversi libri di Lorenzo Marone e sono stata conquistata dal suo stile e dalla profondità della sua scrittura. Questo libro invece mi ha deluso: l’idea di fondo di ritrovare se stessi nel contatto con la natura e nell’essenzialita dei rapporti umani è bella e profonda, però il ritmo è più che lento , ripetitivo .... io non ho colto nella protagonista un percorso autorigenerativo !!

  • User Icon

    Tiziana

    27/03/2021 19:29:35

    ....non è Marone, non è di facile lettura, a tratti e' ripetitivo e forse anche noioso...eppure...non riuscivo a staccarmi da questo libro, ne ero attratta, e leggevo, leggevo... Un bel libro.

  • User Icon

    ROSSELLA

    16/03/2021 10:30:00

    La Donna degli Alberi non ha un nome . Nessun attore che si muove nel romanzo ha un nome: la Guaritrice , la Benefattrice , il Cane , lo Straniero , perché in questo romanzo identità è appartenenza ad un contesto naturale , in cui l’Io Nome non ha alcun senso . Il soggetto è percepito nella sua essenza , nello spirito che lo anima , non attraverso il suo nome . La Donna degli Alberi ritrova se stessa nel momento in cui scopre di avere una collocazione all’interno di un sistema naturale primordiale fatto di montagne , prati , boschi , stagioni , eventi atmosferici , animali e di appartenere ad una piccolissima comunità che diventa il suo microcosmo affettivo . Anche i dialoghi non ci sono : non servono quando per comunicare bastano il cuore , i gesti , le emozioni . Lettura non facile , ma molto intensa. E’ il diario quotidiano , scandito dallo scorrere dei mesi , di una vita isolata fatta di contatti primitivi , di armonie istintive . Al contempo è una discesa nell’intimo dei sentimenti , delle paure , dei traumi per risorgere e ritrovarsi con uno scopo ed un progetto di vita. Lo consiglio a chi ama la solitudine delle vette , la Natura rigenerante e curativa , a chi è alla ricerca dell’armonia con il Tutto .

  • User Icon

    Bruna

    21/02/2021 18:16:42

    Il libro è meraviglioso. Un viaggio di un anno attraverso una donna, la montagna, la mia storia. Come vorrei che fosse.

  • User Icon

    Gloria

    13/02/2021 21:33:48

    Con "La donna degli alberi" Lorenzo Marone ci parla di resilienza. E lo fa con voce femminile, attraverso il difficile e lungo percorso di una donna che deve elaborare il lutto per la morte del padre. La protagonista, di cui per l'intera narrazione non viene mai rivelato il nome, è una donna senza legami: non ha figli né un compagno e, ora, non è più nemmeno figlia. Con la lacerazione anche di questo ultimo legame familiare, sente di aver perso se stessa. Decide allora di tornare alla baita in montagna dove andava quando era piccola. E riparte dal proprio passato per ritrovarsi e costruire un nuovo equilibrio per vivere il presente. Si immerge nella natura, adattandosi al ritmo delle stagioni e alle leggi della montagna, trovando in questo modo la capacità di rinascere. Cosi la morte diventa il punto di partenza, un nuovo inizio, un modo per ricominciare. La morte é un invito a "sopravvivere per rinascere ancora", come ci racconta lo scrittore. La morte é "l'ardore di sentire qualcosa di vivo dentro ed intorno" a se stessi. Questa sorta di diario introspettivo contiene descrizioni minuziose che permettono di provare esattamente le stesse sensazioni della protagonista e di vedere il mondo attraverso i suoi occhi. Non ci sono dialoghi, solo l'esposizione delle impressioni, dei pensieri e dei sentimenti di questa donna solitaria ma mai del tutto sola. La narrazione offre interessanti spunti di riflessione sulla fragilità umana, sull'importanza del ricordo e sul rapporto uomo-natura. Consigliato a coloro che si sono persi, perché trovino la forza di rialzarsi.

  • User Icon

    Roberta67

    25/01/2021 23:36:48

    Ho acquistato questo libro perché ho letto tutti i romanzi di Lorenzo Marone, ma non ho riconosciuto l'autore che tanto ho apprezzato negli altri suoi lavori. Non rispecchia i miei gusti. Lento e ripetitivo. Scrittura troppo ricercata, quasi aulica. Preferisco di gran lunga il vecchio Marone...

  • User Icon

    andrewMP

    20/01/2021 17:16:42

    Amo i libri di Marone ma questa volta il racconto mi ha deluso. Inizia coinvolgendo, ho percepito la solitudine e il freddo della montagna ma pian piano che andavo avanti la noia ha preso il posto alla suggestione. Lorenzo cosa volevi trasmetterci? Ps: ha senso inserire due pagine bianche tra ogni capitolo ?

  • User Icon

    Fab

    17/01/2021 16:36:54

    Intenso, a tratti poetico. Un ritorno al minuscolo, al vero, senza fretta e bisogni indotti. Le recensioni che parlano di "lentezza" hanno compreso ben poco.

  • User Icon

    Lorenza

    16/01/2021 08:02:35

    Una meravigliosa immersione nella Natura, nel bosco.

  • User Icon

    Giorgia

    10/01/2021 17:24:39

    Un racconto di una donna alla ricerca di se stessa, di un senso più genuino della vita in un mondo nel caos . Un viaggio inaspettato quello che mi ha portato a vivere questo racconto, ma forse chi conosce veramente l'ambientazione sa capirene il senso e la profondità: la natura aiuta, guarisce, rafforza. Una narrazione profonda a volte veloce, a volte più lenta, che dà spazio al pensiero e alla riflessione su ciò che veramente conta nella vita di un essere umano:le piccole cose, gli affetti più cari e la pura gioia di vivere.

  • User Icon

    DG

    10/01/2021 15:56:33

    Lettura lenta

  • User Icon

    Sissi

    03/01/2021 16:16:33

    Potrebbe essere anche una buona introspettiva lettura .....nonostante la lentezza esasperante ....potrebbe... Per chi si aspetta il suo stile .....delusione assoluta! Di Marone c’è solo il nome e...l’infanno di una promessa!

  • User Icon

    nadia

    20/12/2020 14:36:14

    Ho cercato il libro avendone sentito parlare a Radio Popolare. Non conoscevo questo scrittore ma mi ha decisamente incuriosita la sua intervista ed ho deciso di acquistarlo. E mi sono fatta davvero un bel regalo. Dire che è bellissimo è banale, non gli rende merito e non trovo un aggettivo appropriato, in questo momento: l'ho appena terminato e mi dispiace di averlo finito. Posso semplicemente dire che è di una profondità commovente, che è da leggere, da rileggere, e ancora, che invita alla meditazione, al raccoglimento, che fa accettare ed apprezzare la solitudine e tutte le sue componenti e me la rende amica e irrinunciabile. Mi ha confermato che l'animo umano può e deve rispettare ogni essere ed ogni componente della natura e ne sarà ricambiato. Penso che lo regalerò, molto presto, ad una persona sensibile che lo saprà apprezzare e lo consiglio vivamente a chi sa fidarsi ed affidarsi alle emozioni. Grazie per averlo scritto.

  • User Icon

    Aly

    16/12/2020 16:23:43

    Molto bello! Le ambientazioni sono stupende, le descrizioni ti fanno sognare, la protagonista è incredibile e i personaggi a cui lei è affezionata sono dolcissimi! Un libro che ti fa letteralmente sognare! Unica nota "negativa" è che l'ho ritenuto un po' monotono a parte un paio di colpi di scena.

  • User Icon

    Ennio Annio

    01/12/2020 14:25:00

    Ho acquistato il libro perché volevo leggere un’opera di questo autore, di cui avevo sentito commenti positivi, e anche perché è ambientato in montagna. Una donna cerca la propria identità tornando nei luoghi dell’infanzia sui monti, dove uomini, animali e piante convivono ancora in un ecosistema armonico. E’ una storia raccontata in prima persona, con pochi dialoghi, tanti pensieri e belle descrizioni dei rapporti tra la gente di montagna e tra gli uomini e la natura. Non è comunque un racconto bucolico, ma una ricerca sofferta. Tanto per fare un esempio, tra le parole più ricorrenti ci sono fatica, sudore e sangue. Ci ho trovato alcune riflessioni originali, mentre alcune parti del libro mi sono sembrate un po’ prolisse e con immagini stereotipate, tipo i contadini senza denti e la volpe amica già letta nel Piccolo Principe.

  • User Icon

    manuela

    30/11/2020 06:04:52

    MERAVIGLIOSO! Per una montanara come me, uno dei libri più toccanti che abbia mai letto a riguardo. Marone ha avuto la capacità e la sensibilità di descrivere attimi, sensazioni e stati d'animo di chi sa vivere la montagna. Le descrizioni dei profumi, dei volti dei personaggi, i caratteri tipici degli autoctoni un po' introversi ma disposti a darti l'anima. Lo tengo sul letto perchè lo dovrò rileggere. Sono sicura che qualcosa mi è sfuggito e non posso permettermelo.

  • User Icon

    elide apice

    22/11/2020 08:24:19

    Una narrazione che segna una sorta di passaggio alla maturità dell'autore. Una donna che vuole trovare sè stessa, una casa abbandonata da tempo, ma che conserva le parole, i profumi, i ricordi di un tempo andato, la memoria che riparta alla mente frammenti di ricordi che sembravano solo sopiti. Per compagnia un gufo, una volpe, gli animali del bosco, intorno i rumori della vita del bosco e i mutamenti della natura attraverso il tempo, i mesi e le stagioni. Poi l’incontro con la Guaritrice, la Benefattrice, la Rossa, donne avvezze al lavoro e al sacrificio, capaci di empatia e sincero affetto e l’incrociarsi della sua vita con quello dello Straniero e col suo sogno di piantare alberi sulla montagna. Una narrazione che diventa poesia per riconnettere con la natura.

  • User Icon

    jem

    21/11/2020 15:14:07

    Non il solito Marone.Il testo e la scrittura sono lenti

  • User Icon

    dana63

    18/11/2020 21:48:19

    Dolcissimo,pieno di sentimento,di poesia, di nostalgia, di dolore e speranza, commovente, emozionante, con punte di lirismo nelle descrizioni dei luoghi e dei sentimenti. Ti sembra di conoscerli i personaggi, di vederli,di ascoltarli. Eppure di nessuno è rivelato il nome. Perché la montagna "spoglia dalle cose inutili". Perché quando si vive immersi nella natura, quando si vive per l'essenziale, un nome non serve, serve chi e cosa sei. La protagonista lascia la sua casa, le sue comode abitudini, i suoi dolori, le sue mancanze, le aspettative, le delusioni, per andare a stare un intero anno in montagna.Su quella montagna dove da bambina andava con i suoi genitori. Qui incontra l'amore: un amore "scombinato che si nutre di voragini e toglie l'erba gramigna dalle crepe che le parole lasciano sulla carne". Ma trova anche altro dolore. Ed incontra gli abitanti del Monte, accomunati dalla “necessità di trovare riparo alle anime rotte, l'obbligo di occupare lo spazio che le ferite lasciano nelle persone, la maledizione di sentire il dolore dell'altro”. E noi, insieme a lei, incontriamo lo Straniero, la Guaritrice, la Rossa ,la Benefattrice. Ma anche il Cane e il Gufo, e la Volpe e il Monte: tutti vivi, della stessa vita della protagonista. Perché "La vita batte allo stesso modo in ciascuno di noi e puoi decidere di rispettarla o di non farlo, vie di mezzo non ne esistono". Marone con le sue descrizioni poetiche ci porta su quella montagna, nel bosco, nella foresta, in riva al lago. Un romanzo che è la celebrazione del lavoro delle mani,la celebrazione delle cose semplici, del rispetto della natura e degli animali, dell'avere cura, dell'aggiustare, del recuperare, del riparare, della compassione "che dovremmo averla tutti, per ogni essere vivente , fare nostro il sentire dell'altro". Ed è un inno alle donne,che accolgono, accudiscono,amano e rendono il mondo migliore,come l'autore dice nei ringraziamenti.

  • User Icon

    Manuela

    10/11/2020 07:38:31

    Un libro splendido che pagina dopo pagina ci porta a capire che donandoci al mondo naturale possiamo riscoprire noi stessi con altre potenzialità esistenziali, differenti da quelle che credevamo di avere. Letto tutto d'un fiato.

Vedi tutte le 21 recensioni cliente
  • Lorenzo Marone Cover

    Lorenzo Marone nasce a Napoli. Laureato in Giurisprudenza, esercita l'avvocatura per quasi dieci anni, mantenendo parallelamente un'intima attività di scrittore. Un giorno smette di fare l'avvocato, si trova un lavoro come impiegato in un'azienda privata e comincia a spedire i suoi racconti. Suoi sono i libri Daria (La gru, 2012), Novanta. Napoli in 90 storie vere ispirate alla Smorfia (Tullio Pironti, 2013), La tentazione di essere felici (Longanesi, 2015), Magari domani resto (Feltrinelli 2017), Cara Napoli (Feltrinelli 2018), Tutto sarà perfetto (Feltrinelli, 2019) e La donna degli alberi (Feltrinelli, 2020).Di se stesso scrive: «Amo i cani e tutti gli animali, corro tre volte a settimana, ascolto musica in ogni momento del giorno, soprattutto... Approfondisci
Note legali