Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Donne informate sui fatti

Donne informate sui fatti Carlo Fruttero Mondadori
  • User Icon
    24/06/2012 10:40:51

    Veramente fresco, vivace, ironico. Originale l'impianto. Anche se il salto costante dei personaggi, (azzeccatissimi fra l'altro), frammenta un po', la dimensione del racconto è talmente giusta che non fa in tempo a stancare. Fruttero aveva una mente giovane, frizzante. Approdo tardi a questo scrittore ma recupererò - anche la produzione in coppia con Lucentini.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/08/2011 23:04:29

    il divertissement di un grande vecchio della letteratura italiana: chapeau!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/01/2011 12:06:27

    Bello, scritto dalla parte femminile, con personaggi al femminile, con la vittima femmina. L'ho bruciato, leggendolo tutto in un pomeriggio ..

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/12/2010 19:32:49

    In realtà il voto è 2,5: riuscito a metà, cioé. Libro piacevolissimo, grande tecnica dell'autore (chi l'ha trovato sgrammaticato credo non abbia inteso bene la scelta linguistica adottata volutamente per rendere la parlata), ma...Oltre alla previdibilità del finale (non si può parlare di un vero giallo), c'è, come qualcuno ha fatto notare, una certa uguaglianza nei modi di parlare dei personaggi che non riesce a renderli distinguibili (la figlia e l'amica hanno lo stesso, identico registro linguistico, nonostante la differenza d'età e di esperienze ; la volontaria conosce il latino perfettamente, mentre sarebbe stato più realistico immettere qualche errore, giusto per portare due esempi). Una gradevole lettura di un paio di ore.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/09/2010 12:31:24

    Premesso che forse l'età avanzata del simpaticissimo Carlo mi condiziona, il libro si fa apprezzare. L'idea è originale e sfugge alla solita trama da giallo. La cosa che mi ha deluso leggermente è il linguaggio delle otto donne: sempretroppo simile se si considera che parlano trentenni e donne mature insieme.Per il resto mi colpisce e commuove il modo in cui in signore di quasi 90 anni si cali nella realtà attuale.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/09/2009 14:56:15

    Questa storia sono le donne. Otto personaggi femminili che raccontano, ciascuno dal proprio punto di vista, la vicenda della bellissima Milena, trovata senza vita in un fosso alla periferia di Torino. Chi l’ha uccisa? E’ una storia semplice e scorrevole, ma brillante e intelligente ; l’ho trovato molto originale, poichè non ho mai letto un romanzo in cui i personaggi principali sono così numerosi. Leggetelo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/06/2009 16:37:47

    E' la prima volta che mi metto alla lettura di Fruttero e sinceramente il libri non mi è piaciuto, mi sembra una macchina con problemi di accensione...non riesce a partire speriamo di incontrare l'autore su qualcosa di più completo

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/06/2009 00:20:37

    Una scrittura fresca, viva, vera, che porta il lettore nella realtà dei fatti con naturalezza e immediatezza. Una storia raccontata attraverso il punto di vista di diverse donne a vario titolo protagoniste del romanzo: ogni capitolo è il punto di vista, gli umori, la visione di una di queste donne e unendo questi pezzi alla fine otteniamo il puzzle di un romanzo giallo pallido interessante più nel suo dipanarsi e nei dettagli che nel suo epilogo (intuibile) o nell'insieme (un po' dispersivo). La prima metà, superiore a mio modo di vedere alla seconda, è quella che ci trasporta nel fatto facendoci arrivare al cuore della vicenda partendo ogni volta da un'angolazione diversa: la somma dei diversi punti di vista puntualizza e precisa il quadro d'insieme, rendendolo ricco di sfaccettature e di contraddizioni, proprio come la realtà sempre si presenta ai nostri occhi. La lingua usata da Fruttero è perfettamente funzionale a questo scopo: povera di punteggiatura, fluida, conferisce verità e realtà alla storia, le dà colore e sapore, la rende intrigante fin dalle prime battute. E se alla fine la soluzione del mistero non è probabilmente una sopresa assoluta per il lettore, resta comunque il ricordo di un bel romanzo, ben scritto, costruito con sapienza mista a leggerezza e scorrevolezza; ecco, sì, la scorrevolezza è senza dubbio un'altra dote della narrazione di "Donne informate sui fatti".

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/02/2009 11:23:22

    premetto che è il 1 che leggo di Frutteto e che questo non è il mio genere... ma leggo comunque un po di tutto.. Questo libro l'ho trovato di una noia mortale, il modo in cui è scritto non mi piace x niente, sono arrivata alla fine giusto x sapere il colpevole, ma saltando tanti di quei paragrafi inutili....

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/10/2008 20:58:39

    un bel giallo, senza sangue, incisioni a y e roba simile, ben costruito, assolutamente originale soprattutto se si pensa che è scritto da un uomo e i pergonaggi son tutte donne, geniale il capitolo della contessa, da leggere al posto di tanti altri gialli moderni

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/06/2008 14:16:21

    Giallo godibilissimo che rifugge dai canoni di tragicità tipici di questo genere. La trama è costruita ottimamente e si avvale del punto di vista di alcune donne coinvolte nella vicenda. L'autore riesce con ironia e profondità, al tempo stesso, a consegnare lentamente al lettore l'intreccio del romanzo e lo fa attraverso l'arguto punto di vista di personaggi rigorosamente femminili. La maestria di Carlo Fruttero gli consente di fare due lavori in uno: tracciare una storia avvincente e consegnarci un simpatico scorcio di universo femminile.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/03/2008 09:23:24

    buon libro questo di fruttero. scorrevole, ben scritto e piacevole alla lettura. la trama scomposta in otto diversi punti di vista tutti al femminile e tutti quasi slegati tra loro è originale ben riuscita. di giallo c'è ben poco visto che a metà già si capisce come sono andate le cose. comunque si legge molto bene.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/11/2007 19:08:41

    Bel libro,idea originale, iniziato ( e quasi finito) in un viaggio in treno. La trama scorre, i personaggi non annoiano, riesci a capire i caratteri, le idee e le reazioni delle otto donne che partecipano alla vicenda. Non è un libro indimenticabile, ma è un libro da leggere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/11/2007 13:40:20

    Non ci ho trovato nulla di entusiasmante; un lbro che passa inosservato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/11/2007 12:43:34

    Leggibile e simpatico come idea, ma non certo indimenticabile.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/11/2007 16:52:56

    Ho letto con gusto questo romanzo che mi incuriosiva da tempo per la sua struttura. A mio avviso la narrazione scorre rapidamente proprio attraverso l'espediente degli otto punti di vista che mi hanno impedito di scoprire il volto dell'assassino fino alle ultime pagine. Per me un libro ben riuscito e gradevole (forte è stata la tentazione di portarlo al lavoro per continuare la lettura durante le pause) e trovo alquanto impietosi ed esagerati certi giudizi presenti su questa pagina. Dare dello sgrammaticato a Fruttero mi sembra davvero il colmo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/09/2007 00:07:27

    Originalissimo questo giallo di Fruttero. Personaggi ben delineati psicologicamente e trama che si snoda benissimo attraverso le 8 donne. Anche io a meta' libro ero arrivato ad una parte del finale. Voto 4.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/06/2007 13:32:42

    Molto bello e ben scritto, incalzante, attuale, con personaggi ben delineati e analisi psicologiche pennellate con maestria e nonchalance; l'unico punto di demerito è che l'ho trovato prevedibile: insomma a metà libro avevo intuìto la fine.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/05/2007 18:31:06

    Riassumo i commenti precedenti con "ce ne fosse". Gli unici difetti sono che è corto e non è ruffiano, spesso ostico, difficile da apprezzare appieno per chi è più giovane. Ma rimane godibilissimo, se fosse scritto da un gggiovane griderebbero al miracolo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/05/2007 14:51:52

    Solo adesso, appena terminato il libro, ho cercato le recensioni dei lettori per ritrovarvi il mio entusiasmo e condividere il piacere provato nella sua lettura. Sono rimasta non poco sorpresa dai pessimi giudizi di alcuni lettori (lettrici): "RITMO LENTO" = le pagine si divorano, la fine arriva... troppo presto! "LESSICO DISCUTIBILE" e "ITALIANO SGRAMMATICATO" = gradevoli e originali, danno un'immagine quasi fotografica delle varie donne, imperdibili soprattutto le pagine della vecchia contessa. Hanno senso quei libri dove i personaggi hanno tutti il linguaggio di una relazione finale ad un master o di un'arringa in Cassazione? E vorrei proprio un elenco di titoli "validi" per gli autori delle recensioni citate... Un GRAZIE enorme a Carlo Fruttero per quest'opera, al di fuori dei soliti banali schemi e ... linguaggi!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/04/2007 16:10:20

    Ho adorato la Donna della Domenica ed ho gradito tutti gli altri, anche se ho trovato " L'amante senza fissa dimora" e " Enigma in luogo di mare" alquanto scialbi: ma perlomeno erano corposi. Fra parentesi, trovo che F&L abbiano scritto uno dei più bei racconti del paranormale che si conoscano, " Ti trovo un po' pallida". Detto questo a prova della stima che ho per gli autori e per il superstite Fruttero,devo confessare che le otto donne mi hanno molto deluso. L'idea delle voci narranti è buona ma realizzata male: si fa fatica a distinguere i personaggi e bisogna appuntarsi i nomi se si vuole capire qualcosa. Il plot poi è scontato. E' molto a tirar via. Lo stile è l'enfatizzazione eccessiva di uno stile un tempo molto personale e godibile ma a questo punto stucchevole. Insomma, un libretto che si consuma in un pomeriggio e non lascia tracce. Mitici F&L, addio

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    ric
    29/03/2007 14:37:39

    Le recensioni di aristos e stand by me, a mio parere sono le più azzeccate. Media:3. Il succo poi, è tutto nella frase finale.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/03/2007 10:40:27

    Scritto bene. Tecnica sopraffina. Regge benissimo il gioco della narrazione portata avanti da diversi punti di vista. Reggono i personaggi con i loro diversi linguaggi, caratteristiche umane e sociali. Ma è un piccolo racconto giallo: a metà del libro già si intuisce il colpevole. Un buon libro usa e getta. Chiedo alla letteratura di più, chiedo a un libro di arricchirmi, di aprirmi mondi e visioni nuove, chiedo a un libro di lasciarmi con il desiderio di riaprirlo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/02/2007 19:03:38

    Non un giallo certo. Ma un affabulante e introspettivo racconto noir, ammantato di torinesità e gianduiottitudine. Bravo Fruttero, bel libro per la domenica pomeriggio.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/02/2007 08:59:52

    E' un giallo di gran classe proprio perchè elude( apparentemente) le regole del genere: spezzetta il discorso tra otto personaggi, a volte torna indietro a livello temporale per inquadrare meglio una situazione; tutto questo , comunque, risultando sempre naturale, scorrevole, senza un briciolo di artificiosità. Vi pare poco?!?

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    16/02/2007 21:37:05

    non conoscevo Fruttero e il libro mi è stato regalato. Francamente, con tutto il battage pubblicitario che gli ha girato intorno, immaginavo un libro di quelli da ricordare. Sbagliavo. l'idea può essere carina ma la lettura...che fatica! tutti quegli incisi,l'uso eccessivo delle parentesi,un lessico discutibile, un italiano sgrammaticato rendono la lettura noiosa e , a tratti, addirittura fastidiosa . Il finale poi...così prevedibile che chiamarlo "giallo" è completamente fuori luogo. Peccato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/02/2007 22:17:32

    Scorrevole e divertente.Un giallo diverso, visto dagli occhi di 8 donne che avendola conosciuta o meno raccontano chi era Milena.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/02/2007 16:19:50

    Questo libro mi ha letteralmente commossa. Un giallo scritto da un maestro che non ha bisogno di sangue e descrizioni truci per tenerti sulla corda. Ma soprattutto il libro di un uomo che omaggia le donne. Per quello che sono. Sarà anche vero come ha detto lui che lo hanno aiutato le sue figlie. Ma ci ha sicuramente messo molto di suo. E che le donne le capisca questo signore di 80 anni non mi pare affatto strano.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/02/2007 14:22:58

    Letto il primo libro di questo autore ,sull'onda del promo ,visto in televisione.. lui sembra un tipo simpatico. Il libro , non ha intenzionalità da libro giallo,sembra il report dei racconti da parrucchieria.. Mi è piaciuto comunque.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    ant
    04/02/2007 11:11:56

    Ennesimo esempio di libro pompato dai media(vedi Buttafuoco,Piperno,Maggiani,Riccarelli etc) e inconcludente. Storia raffazzonata, a volte anche simpatica, ma misera di contenuti

    Leggi di più Riduci