Categorie
Traduttore: A. Buzzi
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2009
Pagine: 446 p. , Brossura
  • EAN: 9788807017926

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberta

    03/06/2010 09.32.28

    Dopo essermi emozionata nella lettura di "Mio amato Frank" della Horain, mi ha incuriosito questo libro, in cui l'autore ci racconta la vita turbolenta del grande architetto americano Frank Lloyd Wrightm, attraverso il rapporto con le donne. Quattro sono state le relazioni sentimentali piu' importanti in cui ogni donna ha combattuto contro la morale del tempo per amore di quest'uomo, che a mio parere, era innamorato solo del suo lavoro e della sua mania di grandezza che lo portera' spesso a rasentare la soglia del fallimento. Anche qui il personaggio di Mamah Borthwick emoziona, perche' solo lei, tra tutte, ha sfidato con forza e determinazione il bigottismo della societa' americana.

  • User Icon

    Denebola

    30/11/2009 16.25.56

    Ad attirarmi verso questo romanzo è stato un altro,il bellissimo"Mio amato Frank”di Nancy Horan,che mi aveva introdotto all'affascinante figura di Wright,focalizzandosi però solo sulla storia tra lui e Mamah Borthwick.Pur se il ritratto di costei qui è inevitabilmente meno riuscito,il libro di Boyle regala in più,oltre al"seguito"della storia,una rassegna di personaggi efficacemente descritti.Delle tre donne(Mamah,Miriam e Olga)emergono le diverse personalità e gli effetti che hanno su Frank;ma anche quei tratti comuni(grande fascino,coraggio e non conformismo)che ogni volta conquistano il grand'uomo.Lui è un essere eccezionale ma molto controverso;mi ha infastidito soprattutto la tendenza a scaricare sugli altri i costi delle sue personali battaglie,cadendo così proprio in quell'ipocrisia che tanto affermava di odiare.Mi sono piaciute sia l'idea del racconto a ritroso, sia la voce narrante Sato Tadashi, originale e divertente.Il finale invece l'ho trovato un po' buttato via:l'ultima scena non è significativa. Comunque un gran bel romanzo,che conferma l'idea che mi ero già fatta:nonostante tutto,Mamah è stata il vero grande amore di Frank Lloyd Wright.

Scrivi una recensione