Dov'è il sole di notte? Lezioni atipiche di astronomia - Roberto Casati - copertina

Dov'è il sole di notte? Lezioni atipiche di astronomia

Roberto Casati

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: Scienza e idee
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 16 ottobre 2013
Pagine: 186 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788860306166
Salvato in 47 liste dei desideri

€ 10,26

€ 19,00

Punti Premium: 10

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il Sole di notte è da qualche parte sotto l'orizzonte, ma sapreste dire dove? Sapreste spiegare le stagioni o le fasi della Luna a un bambino? Come vede il cielo chi abita all'Equatore? Perché ai Poli un giorno è lungo un anno? E perché non ci sono mai eclissi con la Luna nuova? Questo libro, scritto da un esperto di scienze cognitive astrofilo impenitente, propone al lettore una affascinante riconquista del cielo. Una divertente astronomia immaginaria semplifica i movimenti degli astri e permette di spiegare i fenomeni nel modo più chiaro. Il lettore impara che, cambiando punto di vista, il cielo rivela i suoi segreti.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Dexa

    16/01/2014 20:37:27

    Il libro presenta qualche ragionamento semplice e qualcuno più complicato che richiede un ausilio di mappamondo se c'è la possibilità (ma nel descrivere i moti di Terra Sole e Luna i tre oggetti possono anche essere rappresentati da una pallina da tennis, con un po' di fantasia). E' astronomia basilare che però dà un'idea chiara del moto terrestre e lunare e quindi offre una base abbastanza solida per chi vuole poi intraprendere uno studio più specifico della materia. Non cercate in questo volume caratteristiche dei pianeti o descrizioni dello spazio! Non si trovano descrizioni tecniche come nei manuali ma nuovi e interessanti punti di vista per osservare l'universo. Non metto 5 punti perché ho trovato eccessivamente macchinosi un paio di ragionamenti. Ma solo due!

Prima di iniziare a discutere di questo saggio un chiarimento è d’obbligo: questo libro si rivolge a tutti quelli che hanno letto con interesse le prime 15 pagine dei libri di Margherita Hack, come Vi racconto l’astronomia, ma che si sono fermati basiti al cospetto del primo schema. Cosa può essere utile a questo lettore?
Roberto Casati, direttore di ricerca del CNRS e ricercatore dell’École Normale Supérieure di Parigi, oltre che noto divulgatore scientifico del Sole 24 Ore, attraverso questo agile e divertente saggio dedicato all’astronomia, ha un obiettivo molto semplice: colmare il vuoto che separa coloro che hanno una conoscenza elementare del cielo e quelli che conoscono a menadito le leggi dell’astrofisica. Il punto, secondo Casati, è che quasi tutti, sin dalle scuole elementari, abbiamo ricevuto un’infarinatura più o meno sommaria sul moto dei pianeti, le fasi lunari e il susseguirsi delle stagioni, ma pochi di noi sanno collegare questi concetti elementari e facilmente osservabili ad altri fenomeni, altrettanto evidenti, ma difficilmente intuibili. Perché la Luna è piena solo di notte?
Nel mondo della divulgazione scientifica c’è un vuoto. I testi più diffusi di astronomia si soffermano troppo sui gradi di inclinazione dell’asse terreste, su dati tecnici e difficilmente comprensibili, e poco sul motivo per cui l’estate arriva dopo la primavera. Il problema, secondo l’autore, è che l’astronomia è una materia che si presta facilmente ad essere assimilata “ingenuamente”, nel senso che la nostra mente rappresenta la realtà fisica degli astri e dei loro movimenti secondo regole proprie, che non corrispondono necessariamente al modo in cui il mondo fisico funziona effettivamente. La conseguenza di questo assunto è che, per insegnare l’astronomia elementare, non basta insegnare i fatti dell’astronomia, bisogna insegnare a ragionare astronomicamente. Non basta presentare l’astronomia, i suoi dati, le teorie che li organizzano: bisogna presentarla anche in un formato che sia accessibile al nostro cervello, il quale non è fatto per capirlo con la semplice intuizione.
Facile a dirsi, più difficile a farsi. Per aiutarci a comprendere meglio questa nuova impostazione didattica l’autore usa un espediente stravagante ma molto utile: stravolge il nostro punto di vista. Ad aiutarlo in questa ardua impresa un simpatico personaggio capace di farci cogliere alcuni fenomeni apparentemente incomprensibili, la “Maga dei Pianeti”, che con i suoi “giocattoli” è capace di rimettere in perpendicolare l’asse terreste, allineare gli astri lungo un’unica direttrice, accelerarne la rotazione, rallentarne la rivoluzione, simulare insomma un Sistema solare molto semplice. Come scoprirete scorrendo queste pagine, la “Maga dei Pianeti” è una ragazza brillante, dotata di un potente computer portatile e di un rivoluzionario programma di simulazione. Grazie a questi importanti strumenti riusciamo finalmente a comprendere, tra l’altro, il meccanismo che soggiace al fenomeno delle eclissi solari e lunari, il modo più semplice per orientarsi su un mappamondo, il motivo per cui non ci sono un Polo Est e un Polo Ovest.
Tutto sta nel porsi le domande giuste, le risposte, se ci concentriamo bene su quello che osserviamo, arriveranno spontanee. La “Maga dei Pianeti” è pronta a metterci alla prova e a fornirci gli strumenti per arrivare da soli, attraverso il ragionamento, alla risposta corretta. E così, già a pagina 45, ci sembrerà ovvio individuare la posizione del Sole durante la notte, in fondo… pensateci bene… per rispondere basta osservare la Luna.
Ricco di un importante apparato iconografico, note esplicative, figure e curiosi approfondimenti, questo libro è un saggio per tutti, divertente e illuminante, che ci aiuta ad accostarci senza paura a una materia solo apparentemente ostica.

  • Roberto Casati Cover

    Roberto Casati, filosofo delle scienze cognitive, è dirigente di ricerca del CNRS presso l'Institut Nicod a Parigi. Ha insegnato in diverse università europee e statunitensi, e collabora regolarmente all'inserto domenicale del «Sole 24 Ore». Tra le sue pubblicazioni, La scoperta dell'ombra (Mondadori 2000) e (con Achille Varzi) Semplicità insormontabili (Laterza 2004) sono state tradotte in una decina di lingue. Contro il colonialismo digitale (Laterza 2013) ha suscitato un ampio dibattito sull'uso ragionato delle nuove tecnologie. Per MIT Press sta pubblicando con il neurofisiologo Patrick Cavanagh The Visual World of Shadows, una sintesi di vent'anni di ricerche sulle regole che il sistema visivo usa per costruire oggetti. Nell'inverno 2016 ha attraversato... Approfondisci
Note legali