Categorie

Keith Devlin

Collana: Saggi. Scienze
Edizione: 2
Anno edizione: 1999
Tipo: Libro universitario
Pagine: 329 p.
  • EAN: 9788833911823

scheda di Magni, A., L'Indice 1994, n. 5
(recensione pubblicata per l'edizione del 1994)

Dai tempi di Fermat e dell'omonimo teorema (forse dimostrato solo un anno fa) fino ai giorni nostri, con lo studio del caos e degli onnipresenti frattali, la matematica e le discipline collegate - geometria, topologia, insiemistica, informatica - si sono sviluppate enormemente. Non è la prima volta che in questo campo si può assistere a progressi inaspettati, ma ad ogni modo l'idea che ci si trovi in una nuova età dell'oro sembra appropriata. Questo testo riempie una lacuna molto sentita in campo scientifico: si situa infatti a metà strada fra opera divulgativa e per addetti ai lavori. Non si tira indietro, ad esempio, nel mostrare i metodi più complessi utilizzati negli algoritmi per la verifica della primalità di grandi numeri (test ARCL), pur senza per questo scendere in particolari eccessivamente complessi. Infatti spesso, e questa è una piacevole sorpresa, si vede come dietro i passaggi più complessi si celino semplici teoremi risalenti a Euclide, Pitagora, Fermat, Gauss e molti altri. Per quanto riguarda l'insieme degli argomenti trattati, va detto che manca forse un filo conduttore che leghi i vari capitoli. Ciò non va comunque imputato all'autore ma piuttosto alla materia in sì, la quale, come si diceva più sopra, ha avuto uno sviluppa esplosivo negli ultimi tempi, e, proprio per questo, disordinato. Se parte degli argomenti trattati è stata ben esposta anche in altri libri, è bello trovare in un'opera di quasi-divulgazione interi capitoli dedicati alla topologia dei nodi, alla classificazione dei gruppi semplici, al decimo problema di Hilbert. La cosa forse più difficile, per chi accede a questo campo, è capire, al di là della complessità di un argomento, di un teorema, quale sia stato il suo peso nello sviluppa di questa disciplina: l'ultimo teorema di Fermat potrà forse apparire di non eccessiva importanza, ma i metodi utilizzati per arrivare a dimostrarlo o a confutarlo, tra cui la stessa idea del problema della non-decidibilità che si è fatta sempre più presente nelle menti dei matematici che se ne occupavano, sono tutti arricchimenti del patrimonio concettuale della matematica figli di quel piccolo teorema.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Silvia M

    17/07/2006 12.17.04

    L'intento dell'autore, con questo libro, è tanto semplice quanto nobile: spogliare la disciplina in questione dell'astrusità e del tecnicismo gratuito che i "non addetti ai lavori" tendono ad attribuirle, per mostrare, con un linguaggio ed una trattazione accessibili a tutti, i più moderni campi in cui si è mossa e sta muovendosi la ricerca matematica. Dalle molteplici curiosità e funzionalità dei numeri primi, ai più importanti problemi irrisolti afferenti all'analisi complessa, Keith Devlin spazia tra i meandri delle matematiche conservando e trasmettendo una spontaneità cognitiva che di rado troviamo associata alla "più rigorosa delle scienze". Tra una disamina degli oggetti frattali e una battuta di spirito sull'iniettività delle funzioni, l'autore non dimentica di porre l'accento su una questione imprescindibile: l'importanza, crescente prima ed essenziale ora, dell'utilizzo dei calcolatori. Non solo come strumento didattico e divulgativo, ma come supporto concreto nell'elaborazione e verifica dei risultati, e, quel che è più importante, come agenti attivamente partecipanti alla dimostrazione di congetture elaborate da secoli. Per dirla con Keith Devlin: "l'intero concetto di dimostrazione matematica era improvvisamente cambiato (...) il calcolatore aveva soppiantato il ricercatore nella costruzione di una parte di dimostrazione matematica."

  • User Icon

    Claudia

    01/10/2002 11.05.05

    Ecco un libro realmente divulgativo. L'Autore tratta gli argomenti in maniera comprensibile, stimola costantemente la curiosita' del lettore proponendo esercizi, dimostrazioni, formule... La sezione dedicata alla topologia e' semplicemente entusiasmante.

  • User Icon

    Luca Lamberto Bernarducci

    20/08/2000 15.20.06

    ottimo libro per chi desidera apprendere le nuove scoperte ed i problemi insoluti della matematica, dall'ultimo teorema di Fermat alla congettura di Goldbach. Devlin si conferma un ottimo divulgatore ed il suo libro si rivela di facile lettura, nonostante alcuni argomenti trattati, di natura prettamente tecnica.

Scrivi una recensione