Categorie

Luigi Allegri

Editore: Laterza
Edizione: 16
Anno edizione: 2006
Pagine: , Brossura

14 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Classici, poesia, teatro e critica - Storia e critica - Letteratura teatrale e drammaturghi

  • EAN: 9788842041825

scheda di Taviani, F., L'Indice 1993, n. 7
(scheda pubblicata per l'edizione del 1993)

A causa della bizzarra scansione della collana "Nel laboratorio del teatro" cui appartengono sia il libro di Tessari sia quello di Allegri, a fronte dei ventidue secoli del primo, questo secondo abbraccia più o meno due secoli: l'autore può quindi tentare uno schema che dia al manuale un senso storico liberandosi dalla schiavitù del catalogo grosso di ere e di fasi. Propone come chiave la tensione fra regole drammatiche codificate dagli intellettuali (che egli definisce anche "dilettanti di teatro") e pratiche dei teatranti di professione. Ma benché protesti per quel tipo di storiografia teatrale che tiene conto quasi esclusivamente del teatro degli intellettuali l'autore in pratica riesce poi a fare eccezione solo nelle prime pagine, fino al 'mélodrame' e alla "vulgata del romanticismo". Poi segue una partizione che s'adegua a quella dei manuali correnti di letteratura (naturalismo, simbolismo, avanguardie storiche, Pirandello, Brecht, "impegno" e "assurdo" nel secondo dopoguerra). Scritto in modo affabile, il libro tiene conto della generalità dei movimenti e delle loro ideologie più che delle opere e degli autori; si interessa molto alle dichiarazioni di poetica, poco alle pratiche; preferisce manualizzare la letteratura più che i modi delle sue intersezioni con la vita in scena.