Categorie

Jeremy Rifkin

Traduttore: P. Canton
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 348 p. , Brossura
  • EAN: 9788804521228

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Jayan Walter

    29/09/2010 00.23.59

    E' diventato un libro epico. L'energia dell'idrogeno è l'energia del futuro, l'unica energia davvero alternativa (insiema a quella solare) al petrolio, che presto finirà. Inoltre l'autore analizza i metodi di produzione e distribuzione di tale energia, in ogni abitazione, condominio, città, con tutte le mini-centrali collegate, proprio come la rete web. E' vero che ci sono ancora dei problemi per ciò che riguarda l'energia a idrogeno, ma che questi problemi saranno presto risolti. Se non ci fosse stata la crisi economica internazionale l'Islanda avrebbe già avviato il suo progetto di produrre energia da idrogeno non solo per l'intera isola ma anche di esportarla. Presto l'energia da idrogeno e quella solare saranno le due energie davvero competitive e alternative al petrolio o alle altre fonti non rinnovabili. Dobbiamo operare presto questa transizione, prima che sia troppo tardi! E' un libro da leggere e da far leggere agli altri.

  • User Icon

    Bruno

    28/04/2009 21.56.29

    Una visione lucida del secolo del petrolio, che si avvia al tramonto, e del periodo "post petrolio" che potrà andare verso l'idrogeno. Interessantissimo.

  • User Icon

    Picasso

    14/12/2008 11.24.02

    Appena finito di immaginare un mondo immaginario ispirato da “Bambino 44” di Tom Rob Smith sono rientrato subito nella difficile realtà di oggi con questo saggio. Rifkin prevede già nel 2002 la grande crisi del 2008 innescata dal petrolio. Rifkin pensa infatti che la nostra attuale economia sia arrivata al capolinea ed il passaggio ad una nuova, basata sull’idrogeno e su energie rinnovabili, comporterà inevitabilmente un periodo di grandissimi capovolgimenti ed instabilità sia dal punto di vista economico che socio-politico. “Economia all’idrogeno” è un gran bel libro che fa capire, fa riflettere e soprattutto dovrebbe far diffondere una cultura orientata alla conservazione dell’ambiente anche attraverso una revisione profonda delle nostre abitudini quotidiane e quindi con qualche sacrificio prendendo atto che il modello e gli stili di vita che stiamo oramai da decenni perseguendo non saranno più sostenibili già a partire dal futuro prossimo. Un libro consigliatissimo. Il prossimo sarà “Il passato è una terra straniera” di Gianrico Carofiglio.

  • User Icon

    Paolo

    03/12/2007 16.06.32

    Ottimo soprattutto per l'apertura e l'atteggiamento verso il "meglio". Sempre ben documentato, l'unica pecca è la sensazione di forzatura che mi è rimasta: ovviamente spero che il tutto sia invece una bella premonizione.

  • User Icon

    Bricke Dotnet

    16/03/2005 16.50.04

    Ottimo libro, anche se non recentissimo, che ho letto qualche mese fa. Rifkin è un famoso economo/opinionista americano che sforna best seller ripetutamente. Il libro affronta il problema energetico. R. parte dal concetto che la nostra civiltà (come tutte quelle passate) è dipendente dell'energia. Attualmente la principale fonte di energia è il petrolio, che presenta due problemi: sta finendo e inquina. Tutte le notizie riportate nel libro sono ben documentate attraverso un'ampia e attendibile bibliografia. L'idrogeno è la soluzione? L'idrogeno si trova ovunque ma non allo stato puro, per produrlo serve energia. Di contro le energie rinnovabili come quella solare sono di difficile accumolo. L'idrogeno va inteso quindi come una batteria. Un esempio banale: l'energia prodotta in eccesso da un pannello solare può essere utilizzata per produrre idrogeno che a sua volta verrà utilizzato per produrre energia di notte. In definitiva il libro offre ottimi spunti di discussione e molti dati importanti su cui riflettere, ma più che riflettere è necessario cominciare ad agire.

  • User Icon

    Marco B.

    27/11/2003 18.29.31

    Ottimo libro, consiglio tutti i libri di Rifkin soprattutto perchè sono chiari e non sembrano scritti da un "fondamentalista ambientalista"...

  • User Icon

    Matteo S.

    28/10/2003 20.40.56

    Probabilmente insieme a Vittime di Benny Morris, uno dei libri più "utili" degli ultimi anni. Le tesi esposte, sebbene non sempre condivisibili, risultano comunque corroborate da interessanti prese di posizione.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione