Categorie

Paul Auster, Auggie Wren

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: 97 p. , Brossura
  • EAN: 9788806174286

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alida airaghi

    17/03/2014 09.21.42

    Quante cose succedono in questi ventiquattro raccontini di Paul Auster! Scritti con uno stile leggero e veloce, divertiti e quasi stupefatti dalle vicende elementari ma incredibili che descrivono, coprono tutta l'esistenza dell'autore, dall'infanzia alla sua maturità di celebre e premiato scrittore. E ruotano ciascuno intorno a un avvenimento minimo ma fondamentale, che ha inconsapevolmente o involontariamente avuto conseguenze basilari nelle vite dei protagonisti, dirottando il corso delle loro esistenze. Auster ne è la vittima o il responsabile, oppure ancora il testimone diretto e il narratore privilegiato. Racconta di essere diventato scrittore per aver deciso a otto anni di portare sempre con sé una matita, dopo aver perso l'occasione di farsi firmare un autografo dal suo idolo del baseball. O di aver salvato con un balzo istintivo e imprevedibile la sua bambina piccola che stava per schiantarsi contro una vetrata. Sempre al posto giusto nel momento giusto, in più di un'occasione gli è capitato di sventare incidenti potenzialmente tragici per se stesso e per i suoi cari. Un attimo prima o dopo, un metro più in qua o in là, essi avrebbero potuto cambiare le sorti di qualsiasi esistenza. Pure coincidenze, quelle raccontate? Numeri di telefono sbagliati che aprono squarci rivelatori nel destino delle persone, desideri impossibili che si avverano, incontri inspiegabili che potrebbero far credere a qualche stregoneria di un demiurgo capriccioso...E' la costrizione della necessità che ci domina, quasi fossimo tutti programmati, costretti a percorrere un binario già definito in partenza, o l'imponderabilità del caso, che crudelmente colpisce un ragazzino con un fulmine salvando il compagno che gli sta accanto, e che fa ritrovare dopo anni persone che si erano amate, cercate e dimenticate? Auster si interroga e ci interroga con intelligenza, ironia o amarezza: disincantato e incantato insieme dalla verità di quello che accade quotidianamente nel mondo.

  • User Icon

    DYZ4

    24/02/2009 12.50.02

    bellissimo...lo si legge in un'ora/due ...

  • User Icon

    WinterSea

    17/05/2005 15.06.27

    Ammetto di essere di parte, lo adoro talmente che apprezzerei anche la sua lista della spesa settimanale, se la pubblicasse. 24 piccoli racconti, fra realtà e sogno... come quando ti svegli da una sensazione di déjà-vu. Non so spiegarmi altrimenti. A me è piaciuto tanto, ma lo sconsiglio a chi si accosta per la prima volta all'opera di Paul Auster.

Scrivi una recensione