L' estate fredda

Gianrico Carofiglio

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29 maggio 2018
Pagine: 340 p., Brossura
  • EAN: 9788806237875

33° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

Salvato in 60 liste dei desideri

€ 11,05

€ 13,00
(-15%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

L' estate fredda

Gianrico Carofiglio

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' estate fredda

Gianrico Carofiglio

€ 13,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' estate fredda

Gianrico Carofiglio

€ 13,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 13,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Ambientato al tempo delle stragi di Palermo, L'estate fredda offre uno sguardo pauroso sulla natura umana, regalandoci anche un protagonista di straordinaria dignità. E, alla fine, un inatteso bagliore di speranza.

«Durissimo, moralmente complesso, e molto avvincente: un romanzo che cattura dalla prima all'ultima pagina sulla mafia italiana e sulle forze di polizia che l'ha combattuta all'inizio degli anni Novanta» -Peter Swanson

Peter Swanson Siamo nel 1992, tra maggio e luglio. A Bari, come altrove, sono giorni di fuoco. Quando arriva la notizia che un bambino, figlio di un capo clan, è stato rapito, il maresciallo Pietro Fenoglio capisce che il punto di non ritorno è stato raggiunto. Adesso potrebbe accadere qualsiasi cosa. Poi, inaspettatamente, il giovane boss che ha scatenato la guerra, e che tutti sospettano del sequestro, decide di collaborare con la giustizia. Ma le dichiarazioni del pentito non basteranno a far luce sulla scomparsa del bambino. Per scoprire la verità Fenoglio sarà costretto a inoltrarsi in quel territorio ambiguo dove è piú difficile distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato. Ambientato al tempo delle stragi di Palermo, L'estate fredda offre uno sguardo pauroso sulla natura umana, regalandoci anche un protagonista di straordinaria dignità. E, alla fine, un inatteso bagliore di speranza.
3,51
di 5
Totale 49
5
10
4
21
3
7
2
6
1
5
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    cristina

    07/08/2019 07:45:56

    Avvincente come tutti i romanzi di Carofiglio, si legge tutto d'un fiato. Se posso fare un appunto è aver riciclato nel successivo "La versione di Fenoglio", l'episodio dell'ubriaco che cerca le chiavi sotto al lampione. Eh, Carofiglio!

  • User Icon

    Mario

    30/04/2019 20:48:14

    Il problema del libro non sono le situazioni, i dialoghi o la perizia dello nell'arte di redigere verbali; il problema è la noia, il senso di chiuso, di scarsa fantasia, di stanzini da tribunale che grava in questo poliziesco senza storia e senza suspence. Finito con fatica estrema, per vedere se alla fine ci sarebbe stato un guizzo. Forse viene preso sul serio perché è spesso in tv? Non so. Forse dovrebbe scrivere saggi.

  • User Icon

    heidi

    11/03/2019 17:14:23

    Uno dei libri migliori di carofiglio. E' come un pugno nello stomaco ma scritto in modo magistrale.

  • User Icon

    Odit

    08/03/2019 21:51:30

    Quest’opera recupera alcune prove nel recente meno felici. Attraverso la precisa ricostruzione delle fasi procedurali di un’indagine su un rapimento finito male, Carofiglio tratteggia sia gli ambienti malavitosi pugliesi, raccontandone addirittura la genesi, sia la sua città, Bari, nei primi anni novanta. Molto riuscito anche il colpo di scena finale e la figura dell’investigatore che, nella sua manifesta e consapevole antipatia, sembra fornire una pari giustificazione allo scrittore stesso.

  • User Icon

    Franci

    08/03/2019 19:43:23

    Quest'opera mi ha riconciliato con Carofiglio. Che scriva bene non ci sono dubbi; che conosca a menadito il linguaggio giuridico è da tempo assodato e poi mi sembra il minimo per un vero magistrato; che le sue storie siano plausibili lo conferma già il ciclo dell'avvocato Guerrieri ; che sia un esperto di musica e letteratura ce l'ha detto fino allo sfinimento. Ma in quest'opera c'è qualcosa di più: c'è la passione per la Giustizia, per quanto imperfetta essa sia, e un dolore sincero e tormentato per il senso di inadeguatezza che gli onesti delle forze dell'ordine sentono e vivono ogni giorno. Mentre la mafia pugliese, escrescenza putrida di una costola della 'ndragheta calabrese, commette ogni sorta di violenze e delitti, il maresciallo Fenoglio, uomo mite, colto e malinconico, deve risolvere il difficilissimo caso dell'omicidio di un bambino; fuori, oltre alla crudeltà ordinaria di ambito locale e circoscritto, la Morte colpisce i grandi eroi del nostro tempo, Falcone e Borsellino, suscitando nel protagonista e nel lettore un senso di frustrazione universale che neanche il finale (inaspettato) riesce a lenire. Una particolare menzione merita la parte centrale del romanzo, quella dedicata agli interrogatori, perché è davvero intensa, ben scritta, chiarissima, quasi udibile; poca soggettività e tanta giurisprudenza, ma condotta e resa fruibile per il grande pubblico. Praticamente un piccolo capolavoro.

  • User Icon

    mirko

    08/03/2019 17:19:51

    Discreto e nulla più. Confesso che qualche pagina l'ho saltata per poco interesse.

  • User Icon

    LAURA

    04/03/2019 07:26:02

    Soporifero. Metà libro dedicato a verbali di interrogatorio su crimini che nulla hanno a che vedere con quelli del giallo in oggetto. I personaggi potrebbero essere delineati meglio e ispessiti. Alla fine la soluzione risulta persino banale.

  • User Icon

    Michele Lucivero

    04/02/2019 14:39:30

    Il 1992 è un anno particolare e delicato per ambientare un romanzo: gli attentati a Falcone e Borsellino dominano la scena e costituiscono la cornice inevitabile per un poliziesco sulla criminalità organizzata, foss’anche quella pugliese, meno rinomata, ma non meno feroce delle altre. A Bari, poi, nel 1992 si discute ancora sui responsabili, i mandanti e i moventi del rogo al Teatro Petruzzelli, avvenuto l’anno prima tra lo sgomento della popolazione e delle istituzioni. Nella sua carriera da pubblico ministero antimafia, Carofiglio ne ha incontrati parecchi di criminali incalliti, pentiti scaltri, carabinieri corrotti e vittime prescelte, tutti personaggi che compongono la platea dei protagonisti dei suoi romanzi, compreso questo, che si muovono tra colpi di scena e profonde riflessioni teoriche sul valore convenzionale e talvolta asettico del linguaggio, sull’etica del criminale, ammesso e non concesso che un criminale possa permettersi di accedere ad un complesso morale che faccia riferimento ad una ponderata riflessione su ciò che è bene e ciò che è male. Carofiglio si conferma un ottimo narratore, capace anche di trasportare e far immedesimare empaticamente il lettore con i personaggi in preda ai dilemmi che devono far rispettare la legge all’interno di quella che egli definisce la zona grigia tra la legalità e l’illegalità, soprattutto quando questa situazione di prefigura come necessaria in vista del raggiungimento di un obiettivo giudicato superiore.

  • User Icon

    Aldo

    13/11/2018 17:41:50

    Letto in un fiato. Mi ha portato alla mente molti ricordi di quel terribile periodo. Durissimo, ma veramente bello.

  • User Icon

    Francesco

    03/10/2018 13:12:54

    Altro libro di Carofiglio, e altra piccola delusione. Un libro scorrevole di facile lettura che ci illumina su scenari di mafia, polizia e corruzione dell’italia degli anni 90. Non un romanzo ma quasi una cronologia su alcuni “giorni di fuoco” in quel di Bari. Finale un po’ scarno di emozioni. É il quinto libro che leggo di Carofiglio e al momento pensò anche l’ultimo.

  • User Icon

    viola

    23/09/2018 20:05:01

    Le stragi di Capaci e di Via D'Amelio incorniciano l'estate fredda 1992 in cui il mondo della criminalità si fa protagonista di questo romanzo scritto dal bravissimo Carofiglio. Emerge la figura del maresciallo Pietro Fenoglio, uomo d'onore che ha dimenticato le sfumature della vita ed ha cominciato a pensare che esistono solo i buoni o solo i cattivi. Il romanzo tratta di una realtà purtroppo ancora attuale.

  • User Icon

    Paola

    22/09/2018 08:48:19

    Quest’opera recupera alcune prove nel recente meno felici. Attraverso la precisa ricostruzione delle fasi procedurali di un’indagine su un rapimento finito male, Carofiglio tratteggia sia gli ambienti malavitosi pugliesi, raccontandone addirittura la genesi, sia la sua città, Bari, nei primi anni novanta. Molto riuscito anche il colpo di scena finale e la figura dell’investigatore che, nella sua manifesta e consapevole antipatia, sembra fornire una pari giustificazione allo scrittore stesso.

  • User Icon

    Lara

    21/09/2018 07:26:29

    Giallo che tratta la situazione italiana del 1992 a Bari, libro scorrevole e piacevole nonostante il tema. Il maresciallo Fenoglio merita la sua chance sia come persona intellettuale che come uomo.

  • User Icon

    Ciro D'Onofrio

    16/06/2018 23:08:21

    L’estate fredda è un giallo molto italiano in cui si incrociano brillantemente la storia raccontata da Carofiglio e quanto sta accadendo in Italia in quel momento, la tragica primavera-estate del 1992. Un romanzo avvincente, semplice e crudele che ci conduce nell’orrore della criminalità organizzata,spietata ed inarrestabile, ma che al tempo stesso mescola le carte tra i buoni ed i cattivi sotto la lente di Pietro Fenoglio, maresciallo dignitoso e malinconico che si aggira in una Bari bella e sfacciata e soprattutto in un’estate che non è estate. Nulla è come sembra e la verità è molto più amara e così Carofiglio con una scrittura precisa e mai noiosa ed omaggiando Gadda consegna al lettore un profondo messaggio antimafia.

  • User Icon

    Anna

    16/10/2017 19:07:38

    Ho letto altri romanzi di Carofiglio, ma considero L'estate fredda una vera e propria svolta. Da gialli ben congegnati, ben scritti, ma comunque inseriti nel filone del giallo italiano di buon livello, con questo romanzo è riuscito a coniugare in modo perfetto realtà e fiction. Le pagine dei verbali, al contrario del giudizio di alcuni lettori, le considero straordinarie. Il linguaggio scarno, freddo e burocratico rende molto più drammatica l'esposizione dei fatti di quanto farebbe una scrittura a effetto. Esprime efficacemente il concetto di banalità del male, tanto per citare la grande Anna Arendt. L'ho letto d'un fiato e mi ha lasciato molto. E' una di quelle opere che rileggerò con più calma, cosa che mi capita raramente.

  • User Icon

    Pino

    26/09/2017 16:54:59

    Sorprendente. La parte dei verbali è parte essenziale se si vuole entrare nello spirito della storia. Storia di indagini italiane e non americane come purtroppo ci siamo abituati a leggere nei romanzi.

  • User Icon

    Lucia

    12/08/2017 17:16:20

    L'ESTATE FREDDA Giancarlo Carofiglio. È il primo libro che leggo di questo autore. Mi ha sorpreso questo realistico intreccio tra la storia purtroppo reale e attuale e l'invenzione letteraria. Una scrittura di alto livello. Una trama avvincente. Un libro che vi chiama a sé e vi trattiene fino a che non l'avete finito

  • User Icon

    Alessia

    11/08/2017 15:20:56

    Letto e concluso a fatica, è di una noia mortale, pagine e pagine di interrogatori. Quanto è lontano l'autore dei primi romanzi dell'avvocato Guerrieri.

  • User Icon

    Bruno Izzo

    17/06/2017 17:05:53

    Non esiste giustizia, se non sono in primis essi stessi giusti coloro che la giustizia esercitano, applicano e fanno rispettare. Il comune senso della giustizia vuole che i buoni siano buoni davvero, spesso fino al sacrificio personale; non a caso la vicenda si snoda sullo sfondo dei tragici avvenimenti che portarono all’eccidio per mano mafiosa dei magistrati Falcone e Borsellino. Bari, estate torrida: nel corso di lotte criminali tra cosche mafiose è rapito un bambino, in seguito ritrovato cadavere, colpevole unicamente di essere figlio di un boss locale. Il fatto non convince del tutto il maresciallo dell’Arma Fenoglio, piemontese trapiantato al sud. In effetti, il boss emergente presunto colpevole, costituitosi e disposto a collaborare, respinge con forza, con sdegno nonostante il suo status malavitoso, la responsabilità del rapimento e dell’assassinio del piccolo innocente. Fenoglio inizia perciò, con tenacia sabauda e cocciutaggine meridionale, un supplemento d’indagini che lo porta alla verità, grazie al suo fiuto, al suo intuito ma in particolare, al suo essere riconosciuto da molti, non solo dai colleghi, ma anche dagli antagonisti del campo opposto, uomo giusto, retto, degno di stima e di fiducia, con cui si può perciò lasciarsi andare a rilasciare informazioni confidenziali, senza per questo sentirsi tacciati d’infamia. La verità che verrà a galla è gelida, devastante e destabilizzante: l’estate calda, torrida, si trasforma in un’estate fredda, la sua essenza agghiaccia, devasta, determina una situazione di colpevole sfiducia negli uomini e nel sistema della giustizia, una condizione che richiama il “Quis custodiet ipsos custodes?” di Giovenale. Un paese civile richiede la giustizia, ed essa non pretende eroi ma uomini, uomini come tanti, semplicemente più di tanti, onesti e fedeli ai principi elementari di giustizia. Gente così, per nostra fortuna, esiste ancora. Carofiglio lo sa, lo scrive, lo testimonia.

  • User Icon

    Agostino

    15/06/2017 21:14:56

    Si sa che i gialli sono quasi sempre prodotti artigianali costruiti con furbizia. Raramente un 'giallo' si può definire un buon romanzo, buono nel contento narrativo e buono nell'impegno civile. Questo lo è sicuramente. Meriterebbe 5 stelle, ma gliene tolgo una perché la parte dei verbali (quasi cento pagine sia pure interrotte di tanto in tanto da racconto e descrizione) è meccanica e non rende, come dovrebbe, il dramma degli avvenimenti verbalizzati.

Vedi tutte le 49 recensioni cliente
  • Gianrico Carofiglio Cover

    Magistrato dal 1986, ha lavorato come pretore a Prato, Pubblico Ministero a Foggia e come Sostituto procuratore alla Direzione distrettuale antimafia di Bari. È stato eletto senatore per il Partito Democratico nel 2008. Il suo primo romanzo è del 2002, Testimone inconsapevole, edito da Sellerio. Con quest'opera Carofiglio ha inaugurato il legal thriller italiano. Il romanzo, che introduce il personaggio dell'avvocato Guido Guerrieri, ottiene vari riconoscimenti riservati alle opere prime, tra cui il Premio del Giovedì "Marisa Rusconi", il premio Rhegium Iulii, il premio Città di Cuneo e il Premio Città di Chiavari. Sempre con protagonista Guerrieri, da Sellerio seguono nel 2003 Ad occhi chiusi (premio Lido di Camaiore, premio delle Biblioteche di Roma... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali