Categorie

Federico Rampini

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2015
Pagine: 327 p. , Brossura

3 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Economia e diritto - Economia - Sistemi e strutture economiche

  • EAN: 9788804658078


Dalla geopolitica all’economia, dall’ambiente alla crisi della democrazia, uno sguardo lucido e alternativo sui costi e le opportunità nell’epoca del Caos.

Campeggia al centro della copertina di questo libro e ci guarda dritti in faccia: è il grande occhio tecnologico dell’America. Federico Rampini, giornalista della Repubblica inviato a New York, attraverso questo saggio iperattuale rivolge il suo sguardo verso l’Europa e, proprio come fa il nervo ottico, ci restituisce un’immagine ribaltata di ciò che crediamo di essere.
“Da lontano sembra un mucchio di stracci gettati alla rinfusa in un angolo buio tra due case”. È l’inizio del terzo capitolo e no, Federico Rampini non si riferisce all’Italia, ma a un senzatetto di New York, uno dei 3000 homeless che a 10 gradi sotto zero passa la notte per strada. Il giornalista parte da questo anfratto tra la 109esima strada e la Columbus Avenue per farci entrare nel cuore della società americana e per spiegarci come l’amministrazione Obama stia cercando affrontare la crisi.
Per farlo il giornalista attinge a piene mani dagli ultimi studi dei guru dell’economia mondiale, dal politologo statunitense Francis Fukuyama che analizza la fine dell’ordine mondiale (Political Order and Political Decay Ferrar Straus Giroux, 2014), all’economista francese Thomas Piketty (Il capitale nel XXI secolo Bompiani, 2014), passando naturalmente per Naomi Klein, che a distanza di molti anni dalla pubblicazione del suo capolavoro (No Logo Dalai, 2001) continua ad essere un punto di riferimento per gli analisti di tutto il mondo.
Utilizzando questi strumenti, Federico Rampini traduce il grande disordine mondiale a beneficio del lettore italiano, descrivendo con un linguaggio semplice e accessibile a tutti la grande rivoluzione che sta interessando le Nazioni e le istituzioni del capitalismo avanzato, gli equilibri politici attuali tra Occidente, Russia, "Cindia" e Medio Oriente e soprattutto la rivoluzione tecnologica in corso.
Questo periodo di instabilità e di friabilità del potere è L’età del Caos, un’epoca che scorre instabile lungo le linee di frattura che stanno sconvolgendo il mondo. Eppure nel Caos di questi anni, nella nuova politica alla House of Cards, c’è una fascinazione profonda, una forza creativa e propulsiva, una seduzione che ci spinge a considerare l’entropia generale come una risorsa strategica. Le élite del futuro, spiega Rampini, guerriglieri atipici e creatori di start-up, vedono nell’instabilità la loro grande chance, la loro azione è, come dicono gli americani, disruptive, dirompente.
Puntare lo sguardo soltanto sugli aspetti negativi di questo fenomeno ci porterà alla deriva, per questo è necessario un approccio alternativo che ci permetta di vedere nel Caos la promessa di nuove, illimitate possibilità.


Introduzione
I Il grande disordine sotto il cielo
II Democrazie stanche, e la storia va a ritroso
III Grande stagnazione e innovazioni sterili
IV Immigrazione, il modello che non c'è
V Il nuovo ordine cinese
VI India, la madre di tutti i disordini
VII La Sesta Estinzione: la nostra
VIII La tecnologia al potere (il problema siamo noi)
IX Fuga dalla scienza
Non una conclusione (perché è solo l'inizio)

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    bruno

    24/02/2016 16.18.57

    Il solito Rampini, talvolta ripetitivo, talvolta clone di saggi antecedenti. Non cercate di trovare un fil rouge che leghi i diversi capitoli. Non c'è. Probabilmente si tratta un collage di articoli già pubblicati. In ogni caso sempre interessante (almeno in parte).

  • User Icon

    leonardo de chanaz

    10/12/2015 19.07.07

    Questo è un periodo in cui tutti vaghiamo come ciechi cercando di capire cosa succede. Dall'alto dei grattacieli di New York, Rampini illustra e ci fa capire qualcosa di più. Questo libro fa riflettere, ed è molto opportuno farlo. L'autore scopre quelle novità che piano piano potranno farci sperare. La situazione del clima, della politica internazionale fanno tutti pensare al peggio. Nei giovani Rampini vede quella innovazione necessaria affinché questa rivoluzione in movimento trovi una direzione. Grazie per un libro imperdibile e per la lucidità e la ricchezza delle informazioni che ci fornisce. Consigliatissimo.

Scrivi una recensione