Categorie

Francesco Forte

Editore: Liguori
Anno edizione: 1995
Pagine: 384 p. , ill.
  • EAN: 9788820723866

scheda di Galeotti, A.E., L'Indice 1996, n. 3

L'autore, rivisitando i luoghi d'origine della scienza economica, nata come branca della filosofia pratica, propone qui, a scopi eminentemente didattici, un'economia etica, vale a dire un compendio delle teorie delle scelte razionali e collettive, aventi a oggetto regole di convivenza, di giustizia, principi di economia pubblica e di mercato. Questo campo di studi, intrinsecamente interdisciplinare, va distinto dall'analisi etica sull'economia e sui suoi operatori, per cui risulta appropriata la dizione "etica economica". Le teorie delle scelte razionali, collettive e strategiche, costituiscono un territorio tecnicamente impervio e tuttavia di centrale importanza per affrontare col dovuto rigore alcuni dei dilemmi fondamentali del vivere associato, a partire dalle regole costituzionali, alle politiche sociali, alle norme civiche basilari. Forte, illustrando in maniera piana e accessibile anche ai non esperti i principi e i modelli base della razionalità, ne mette in evidenza i presupposti e le implicazioni etiche, valutandoli alla luce delle principali tradizioni dell'etica pubblica liberale (contrattualismo, utilitarismo ed etiche dei diritti) e del principio economico dell'efficienza. Alla ricerca quindi di un difficile equilibrio tra efficienza, equità, libertà e benessere individuale, si passano in rassegna le teorie che spiegano e giustificano le istituzioni della società liberale, dal contratto sociale alla convenzione per la scelta delle regole del gioco, dal libertarismo alle teorie distributive per quanto riguarda i valori di libertà e giustizia.