Eva nera (DVD) di Joe D'Amato - DVD

Eva nera (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Joe D'Amato
Paese: Italia
Anno: 1976
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 18 anni
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 7,49

€ 9,99
(-25%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 9,99 €)

Eva, figlia di una ballerina, a Hong Kong fa la conoscenza di due fratelli, Jules e Judas. Quest'ultimo è un estimatore e collezionista di serpenti: Eva ne è attratta e si stabilisce a casa sua. La ragazza, che ha intanto inrecciato un rapporto con la bellissima Jerry, non può sapere che l'uomo, in realtà, è suo padre: ma nel giro di poco, i torbidi nodi del rapporto tra Judas e la ragazza vengono fatalmente al pettine...
  • Produzione: Cecchi Gori, 2019
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 98 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Laura Gemser Cover

    Attrice e costumista indonesiana. Debutta come fotomodella, posando spesso senza veli, e conquista le copertine di alcune importanti riviste, tra cui «Playmen». Nel 1974 viene chiamata in Italia per una parte in Amore libero - Free Love (1974) di P.L. Pavoni, dozzinale trasferta tropicale animata dalla sua travolgente sensualità. Il fascino di derivazione orientale, la pelle ambrata e la grazia voluttuosa incarnano perfettamente il modello femminile da consegnare al nascente filone erotico italiano. Con Emanuelle Nera (1975) di B. Albertini viene inaugurata una lunga serie di avventure esotiche che la vedono protagonista nei panni di una fotoreporter giramondo e sessualmente spregiudicata. Assurta a icona dell'eros, costumista occasionale, artisticamente fedele al regista J. D'Amato, lascia... Approfondisci
  • Jack Palance Cover

    Nome d'arte di Volodymyr Palahniuk, attore statunitense. Di origine ucraina, giovanissimo si afferma come pugile non volendo fare il minatore come i suoi familiari. Un incidente subito durante la guerra gli sfigura il viso che, nonostante le molteplici plastiche facciali, conserverà quella espressione «da duro» che gli apre le porte del mondo dello spettacolo. Dopo buone prove a Broadway, ottiene il primo successo sul grande schermo nel 1950 con la parte di uno spietato assassino in Bandiera gialla di E. Kazan. Rude, grintoso ma dotato di un certo fascino, in cinquant'anni di carriera è interprete di più di un centinaio di film. Lo si ricorda crudele pistolero in Il cavaliere della valle solitaria (1953) di G. Stevens, attore ricattato in Il grande coltello (1955) e soldato eroico in Prima... Approfondisci
  • Gabriele Tinti Cover

    Gabriele Tinti è un poeta, scrittore e critico d’arte italiano. Ha scritto ispirandosi ad alcuni capolavori dell’arte antica come Il pugile a riposo, Il Galata suicida, il Giovane vittorioso (Atleta di Fano), il Fauno Barberini, Il Discobolo, I marmi del Partenone, l’Ercole Farnese e molti altri ancora, collaborando con Istituzioni come il Museo Archeologico di Napoli, i Musei Capitolini, il Museo Nazionale Romano, il Museo dell’Ara Pacis, il J. Paul Getty Museum di Los Angeles, il British Museum di Londra, il Metropolitan di New York, il LACMA di Los Angeles e la Glyptothek di Monaco. Le sue poesie sono state lette da attori come Kevin Spacey, Malcolm McDowell, Robert Davi, Marton Csokas, Vincent Piazza, Michael Imperioli, Franco Nero, Burt Young, Anatol Yusef,... Approfondisci
Note legali