Faccio la mia cosa - Frankie Hi-nrg Mc - ebook

Faccio la mia cosa

Frankie Hi-nrg Mc

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 5,54 MB
Pagine della versione a stampa: 234 p.
  • EAN: 9788852094491

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Ero a casa davanti alla tv, in piena crisi adolescenziale. Avevo 16 anni, non sapevo cosa avrei fatto nella vita. Erano i giorni in cui, dopo tanti anni passati a fare quello che fanno tutti i giovani e cioè nulla, i miei amici stavano cominciando a pianificare il loro futuro. Quale lavoro avremmo fatto dopo gli studi, questo era l'argomento che mi terrorizzava. Io non avevo progetti e nemmeno particolari interessi, non seguivo il calcio, non uscivo con le ragazze, non andavo a ballare, ero in cerca di qualcosa che però non stava arrivando. Fino a quel giorno in cui, guardando la tv, appare un tipo che comincia a fare rap in italiano. Non era Jovanotti ma faceva rap in italiano. Io ero sconvolto. Le rime che sentivo non erano dedicate a una ragazza ma parlavano di cronaca con una metrica mai sentita prima, le parole venivano scandite perfettamente catturando tutta la mia attenzione. "Uomini con anime sottili come lamine, taglienti come il crimine rabbiosi oltre ogni limite." La canzone era Fight da Faida e il rapper era Frankie hi-nrg mc. Ecco, da quel momento in poi, il rap italiano era la cosa che mi interessava, non pensavo ad altro, volevo imparare a fare le rime come quel ragazzo in tv che sembrava arrivato dal futuro e che mi aveva cambiato la vita con un paio di strofe.» (Fabri Fibra)
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Lapo

    04/01/2020 10:04:41

    I primi capitoli alternano le vicende fra le due sponde dell’Atlantico, rimbalzando dall’Italia – dove affondano le origini dell’artista e del suo nucleo familiare, e dove sono i luoghi in cui è cresciuto – a New York, in cui nasce e si sviluppa il rap contornato da altri fenomeni giovanili. Sono due itinerari che viaggiano separati ma che col tempo si congiungeranno, germogliando nella vita di Francesco grazie alla sua inesauribile curiosità, alle sollecitazioni culturali dei genitori – per i quali traspare una grande tenerezza –, all’amicizia con compagni di scuola e agli stimoli musicali della famiglia allargata nella quale, durante le estati passate da ragazzino in Sicilia, zii e cugini strumentisti autodidatti producevano la colonna sonora delle serate all’aperto. Fino alla presa di consapevolezza delle proprie capacità compositive, all’addentrarsi nell’ambiente discografico e al primo brano di successo. L’esposizione si avvale di una lingua tutt’altro che banale e a tratti raffinata – così com’è nei testi che compone – e di notevoli competenze tecniche legate al suo mondo artistico; e ad arricchire la trattazione un’intelligente autoironia che tocca in particolare la sua adolescenza. Come nei suoi lavori, il “potere alla parola” è la cifra distintiva, ma la profondità della narrazione – più volte scanzonata, talora delicata – si deve alla raggiunta maturità (e non solo anagrafica) dell’Autore. Interessante il corredo iconografico.

  • User Icon

    MF

    19/09/2019 17:09:35

    Il rap, si sa, è innanzitutto parola. Frankie Hi-nrg Mc è uno che con le parole ci sa indubbiamente fare e sorprende che sia dovuto giungere alla ricorrenza del mezzo secolo di età per dare alle stampe il suo primo libro. D'altronde anche le sue pubblicazioni discografiche sono piuttosto rarefatte: perchè la parola, questa è la lezione fondamentale, è importante solo finchè le viene dato il giusto valore. Francesco Di Gesù, vero nome del cantante, le ha sempre sapute soppesare correttamente e lo dimostra a perfezione anche con Faccio la mia cosa, racconto di alta intensità che viaggia su due paralleli binari: quello autobiografico e quello della storia del rap, fermandosi al 1993 in cui Frankie esordisce nel mondo della musica con la memorabile Fight da faida. Fin dal suo primo brano il Nostro si è saputo dimostrare del tutto cosciente dei propri mezzi artistici e dedito principalmente ai contenuti, senza naturalmente tralasciare la forma, ma dedicandole un'importanza secondaria: le sue canzoni sono racconti, articoli di giornale, approfondimenti di assoluta rilevanza e nel suo libro Frankie adotta lo stesso stile incisivo, trascinante e a tratti scanzonato. Le 240 pagine del libro realmente volano e, idea dall'enorme potenziale, vedono accompagnare le parole scritte a una serie di QR code che, di volta in volta, rimandano a contenuti sul web che illustrano quanto appena raccontato sulla pagina (principalmente canzoni, ma non solo).

  • Frankie Hi nrg Mc Cover

    Rapper, autore e compositore, ha scritto alcuni dei brani rap più seminali della storia della musica italiana; la sua Fight da Faida (IRMA Records, 1992) è stata eletta dal mensile “Rolling Stone” come Migliore Canzone Rap della Storia della Musica Italiana e Quelli che benpensano (RCA, 1997) Canzone dell’Anno per il settimanale “Musica!” di Repubblica. Nella sua più che ventennale carriera ha inciso sei album, scritto e diretto oltre quindici video musicali e collaborato a numerosi progetti che spaziano dalla musica colta al pop. Tra le sue pubblicazioni: Faccio la mia cosa (Mondadori, 2019). Approfondisci
Note legali