Faccio salti altissimi. La mia storia oltre le barriere, tra ruote bucate e amori fuori tempo

Iacopo Melio

Editore: Mondadori
Collana: Saggi
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 6 marzo 2018
Pagine: 150 p., Rilegato
  • EAN: 9788804686026

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Servizi sociali e criminologia - Assistenza sociale e servizi sociali - Lavori sociali

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Faccio salti altissimi è un gioiello di buona scrittura e di autoironia. È un libro in difesa della libertà di essere se stessi, nel rispetto dell’unicità di ciascuno e nel superamento di un fuorviante, oltre che riduttivo, concetto di «normalità».

"Ho scritto questo libro per sentirmi vivo e per condividere un pezzo di questa mia vita stropicciata. L'ho fatto per ricordare e ricordarmi che non dobbiamo avere paura di sbagliare, che i nostri errori sono solo tentativi per sognare più forte. Che vivo con le ruote per terra, ma faccio salti altissimi."

Iacopo Melio è un attivista per i diritti umani e civili: presta la voce a chi non ce l’ha, a chi si sente sconfitto in partenza, a chi ha troppa paura per tirarla fuori, usando parole come «libertà» e «uguaglianza», «giustizia» e «dignità». Rompiscatole per natura, a sovvertire regole e previsioni ha iniziato presto, scegliendo la vita. Iacopo ha venticinque anni e la sindrome di Escobar, una malattia genetica talmente rara che, secondo la scarsa bibliografia scientifica esistente, comporterebbe sintomi troppo vari per essere classificati. Essendo nato con la camicia, di sintomi ne ha una gran varietà: tra questi, uno straordinario senso dell’umorismo. Armato di penna e arguzia, e di una pagina Facebook che conta oltre 600.000 followers, rema quotidianamente contro i pregiudizi e i luoghi comuni: bersaglia chi parcheggia nei posti per disabili pensando che siano un inutile favoritismo; chi è convinto che i venticinquenni in carrozzina rimangano bambini per tutta la vita (figuriamoci avere una ragazza); chi dà per scontato che quattro ruote servano per muoversi, ma solo in casa. Per questo, nel 2015 ha fondato #vorreiprendereiltreno, una onlus che si occupa di sensibilizzazione all’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali attraverso progetti sul territorio e un’attività mediatica costante.
Faccio salti altissimi è un gioiello di buona scrittura e di autoironia. È un libro in difesa della libertà di essere se stessi, nel rispetto dell’unicità di ciascuno e nel superamento di un fuorviante, oltre che riduttivo, concetto di «normalità», che ci vorrebbe tutti uguali, matrioske prodotte in serie. Ma è anche la storia di un ragazzo come tanti, «pezzi di vita e sogni incollati addosso», con la testa piena di progetti e speranze.

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    n.d.

    22/09/2018 07:59:26

    Mi ha fatto sentire più ricca, mi ha aperto la mente e il cuore .\nLa prosa è molto scorrevole, non ci sono scuse. Lo consiglio a tutti.

  • User Icon

    Maria

    21/09/2018 10:34:51

    Un libro perfetto da regalare: si tratta di una lettura piacevole. Il tema è affrontare la vita per quello che è. Dovrebbero leggerlo davvero tutti, che tocca le corde profonde dell'animo umano.

  • User Icon

    Megant

    01/06/2018 12:31:04

    La disabilità raccontata da chi non le ha permesso di renderlo vittima. Iacopo si racconta come si racconterebbe qualsiasi ragazzo della sua età, con le gioie ed i dolori del crescere. Con il suo modo ironico e schietto ci fa riflettere sulla disabilità in tutte le sue forme, in un certo senso ci fa rendere conto di quanto siamo semplicistici quando si tratta delle disgrazie altrui, con i nostri "minutini" o con i nostri modi non sempre corretti di approcciarci al tema della disabilità. In questi anni Iacopo mi ha insegnato molto sul tema grazie alla sua pagina Vorreiprendereiltreno, questo libro è stato il modo di conoscerlo meglio con e al di là della disabilità

  • User Icon

    RossaMina

    21/05/2018 08:26:06

    Iacopo, con la I, scrive molto bene, ci spiega che siamo tutti disabili e ci insegna il valore del sorriso (che "insieme a un buon libro, sarà sempre la migliore arma di educazione di massa."). Però la lettura globale di questo libro non mi è risultata così fluida, ho trovato i capitoli slegati tra loro.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione