Una famiglia quasi perfetta - Jane Shemilt - copertina

Una famiglia quasi perfetta

Jane Shemilt

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Daniela Di Falco
Anno edizione: 2015
Pagine: 330 p., Rilegato
  • EAN: 9788854177864
Salvato in 40 liste dei desideri

€ 5,10

€ 6,00
(-15%)

Venduto e spedito da Biblioteca di Babele

Solo una copia disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Jenny è un medico, sposata con un famoso neurochirurgo e madre di tre adolescenti. Ma quando la figlia quindicenne, Naomi, non fa ritorno a casa dopo scuola, la vita perfetta che Jenny credeva di essersi costruita va in pezzi. Le autorità lanciano l’allarme e parte una campagna nazionale per cercare la ragazza, ma senza successo: Naomi è scomparsa nel nulla e la famiglia è distrutta. I mesi passano e le ipotesi peggiori – rapimento, omicidio – diventano sempre più plausibili, ma in mancanza di indizi significativi l’attenzione sul caso si affievolisce. Jenny però non si arrende. A un anno dalla sparizione della figlia, sta ancora cercando la verità, anche se ogni rivelazione, ogni tassello sembra allontanarla dalle certezze che aveva. Presto capisce che le persone di cui si fidava nascondono terribili segreti, Naomi per prima. Seguendo le flebili tracce che la ragazza ha lasciato dietro di sé, Jenny si accorgerà che sua figlia è molto diversa dalla ragazza che pensava di aver cresciuto… Una famiglia quasi perfetta, grande successo internazionale, è un thriller ad alta tensione da cui sarà difficile staccarsi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,43
di 5
Totale 53
5
12
4
17
3
11
2
8
1
5
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Donatella

    13/06/2017 14:35:31

    Ottimo thriller ! Giocato benissimo su due piani temporali: nei giorni vicini alla sparizione e un anno dopo... veramente bello, ottimo l approfondimento dei personaggi, soprattutto del carattere della protagonista,la madre, che pian piano scava nel profondo del suo animo a cercare un perché, nella quasi totale in differenza degli altri componenti di questa famiglia all'apparenza perfetta...bene anche la conclusione che forse definitiva non è. Veramente un ottimo libro,super consigliato.

  • User Icon

    Caterina

    10/06/2017 21:17:15

    A me questo libro e' piaciuto molto. L'ho trovato ben scritto,un buon approfondimento dei caratteri dei personaggi,il fatto poi che sia scritto in prima persona lo rende ancora più intenso. Non è di certo il classico thriller,pero'la storia ti prende sempre di più pagina dopo pagina. Ho trovato molto pertinenti anche le descrizioni dell'ambiente circostante, anche la natura partecipa allo svolgimento della storia. Super consigliato !!!!

  • User Icon

    Lory

    22/02/2017 17:54:48

    Tutto sta nello stile. Nel tramutare emozioni e fatti in qualcosa che si veicoli attraverso le pagine. Un buon libro a mio avviso è fatto di questo. E l'autrice ci riesce benissimo. Peccato aver acquistato il libro solo perché nella versione economica, e per la scritta: Thriller. Sì è un giallo, ma non solo. Prima di tutto è un buon libro, la scrittrice riesce benissimo a costruire trama, insieme a uno stile tutto suo, cosa non così ovvia di questi tempi di scrittori mediocri e basici. Sono stata presa più volte dalla commozione durante la lettura, e anche questo è un fatto che mi capita raramenente. La Shemilt riesce davvero a mettere nella struttura tante note di intensità nelle descrizioni. Insomma una cosa totalmente inaspettata: peccato non ne abbia avuto il risalto che si meritava. Spero possa riuscire a pubblicare ancora!

  • User Icon

    Antonio

    23/08/2016 22:58:42

    Romanzo ben strutturato, che avrebbe avuto delle ottime potenzialità.Invece lo paragonerei a un soufflè che vedi gonfiarsi nel forno e all'improvviso si affloscia miseramente. Devo ricordarmi di non leggere più romanzi che abbiano come protagoniste donne sull'orlo della menopausa, a maggiore ragione se sono Inglesi.

  • User Icon

    Cristina

    03/08/2016 16:45:55

    non saprei giudicarlo. all'inizio è avvincente e ti prende molto, poi seconde me si perde strada facendo. il finale sembra il copia incolla di un altro libro. non spiega il perchè di un finale cosi.- io l'ho trovato senza senso. non vorrei spoilerare, ma neanche un confronto tra loro? mah......

  • User Icon

    simona

    25/07/2016 21:09:54

    La trama è carina ma è sviluppata in modo tremendamente lento. Le prime cento pagine sono avvincenti e angoscianti ma poi si passa alla noia nella parte centrale del libro per poi arrivare al colpo di scena finale.

  • User Icon

    Christian

    20/07/2016 14:46:25

    Uno dei libri su cui avevo puntato, dal momento che l'estate è per me periodo dedicato prevalentemente alla lettura. Libro strano, che all'inizio sembra promettere bene, ma che nel complesso delude. Molti dei personaggi sono l'emblema della superficialità, avvinti da un grigiore passivo, proprio di una vita che va avanti quasi per inerzia. Benchè farcito da una buona capacità descrittiva degli scenari in cui la trama si snoda, il volume non ha particolari impennate. Capitolo dopo capitolo, ho atteso con fiducia che qualcosa mi prendesse, dando una scossa all'intero racconto. Invece l'opera resta piatta, si snoda come un diario personale, ma senza particolari sussulti. Peccato davvero, perchè l'idea di fondo era molto carina.

  • User Icon

    roberta

    17/06/2016 12:43:12

    Diverse volte sono stata sul prenderlo ma qualcosa mi ha sempre fatto desistere, questa volta ho seguito l'impulso l'ho preso, e dopo il download ho iniziato la lettura. Mi ha preso immediatamente, sinceramente mi ha coinvolto molto. Ho trovato però alcuni passaggi affrettati e poco sviluppati, la fine quasi buttata via nonostante mi abbia sorpreso. Un bel giallo, non ottimo, ma lo consiglio.

  • User Icon

    LAU

    26/05/2016 17:00:19

    Non riesco a dare di più a qs libro. Nonostante la trama possa essere avvincente e l'idea del frazionarsi del tempo tra presente e passato bella, la lettura è spesso ostacolata dalla lentezza del racconto. ogni personaggio a suo modo ha un lato negativo...qs povera madre avrà anche un sacco di difetti, ma si è ritrovata 3 figli freddi e senza cuore, per non parlare dell'inettitudine del marito, senza di lei non sarebbe nemmeno degno di nota. purtroppo non lo consiglierei anche se si riscatta un po' sul finale....ma magari un abbraccio? mah....

  • User Icon

    silvia

    25/05/2016 16:37:30

    per me questo libro vale il voto massimo. La bravura dell'autrice ti coinvolge totalmente e ti sembra di partecipare in prima persone alla vicenda. Leggo moltissimo e raramente mi è capitato di non voler posare il libro. Complimenti all'autrice e vivamente consigliato.

  • User Icon

    Giuly

    07/05/2016 00:49:14

    Un esordio tutto sommato discreto. La trama non è niente male, ma come già notato da altri lettori vi sono troppi tè-caffè-toast-sandwich-bottiglie di vino....secondo me l'autrice si sofferma troppo spesso su particolari insignificanti e del tutto ininfluenti ai fini del racconto. Concordo anche sul fatto che la protagonista sia una donna sfortunata: sicuramente avrà commesso degli errori, ma non merita la valanga di ingratitudine che le riversano addosso i figli e il marito!

  • User Icon

    simona

    01/05/2016 13:29:17

    Al di là se considerarlo giallo o no , ma è la qualità della scrittura dell autrice a far si che ti tenga incollata li e divorare il libro.Brava!

  • User Icon

    zioermans

    26/04/2016 17:24:45

    Anche se pubblicizzato come tale, in realtà non si tratta di un thriller. Io lo classificherei nel genere fiction e letteratura. Il libro affronta il viaggio psicologico di una madre che, dopo la scomparsa della figlia, vede disintegrarsi la sua famiglia. Se siete amanti dei thriller questo libro non fa per voi. Devo dire che mi piace molto lo stile dell'autrice, assomiglia a jonathan franzen. Il racconto è molto descrittivo, la trama semplice ma ben strutturata. La protagonista è un po' tontolotta, ma il racconto è godibile. Finale così così, ma non pregiudica la bontà del lavoro.

  • User Icon

    Annabelle

    05/03/2016 11:50:49

    Non ho trovato niente del thriller, ma quando ho capito la struttura del libro, l'ho letto in un'altra ottica, e come genere psicologico-introspettivo ha molto da dire. Non sono d'accordo con le critiche di chi giudica la protagonista una tontolona, per il lavoro che faccio, di situazioni inimmaginabili che si svelano ai genitori c'è ne sono a centinaia. Mi ha comunque stupito la conclusione, che la protagonista edulcora di amore materno. Purtroppo oggi, realtà di rabbia adolescenziale che si trasforma in vero e proprio odio verso i genitori, ne sono pieni le cronache. Mi sono chiesta se non ci fosse qualcosa di biografico nella descrizione del rapporto con i figli, l'autrice ne ha ben cinque!

  • User Icon

    Laura

    24/02/2016 21:14:30

    Una storia intensa e toccante. Ben costruita anche l'alternanza dei due momenti temporali e, tuttavia, troppo lento, privo di quel ritmo narrativo che tiene desta l'attenzione del lettore. Il finale commovente e inatteso ne fa comunque un libro godibile.

  • User Icon

    tittina

    01/02/2016 11:35:56

    Questo libro mi è piaciuto così così. L'ho trovato lento e cattura poco le pagine tuttavia mi è piaciuto molto il finale: toccante.

  • User Icon

    mile

    23/01/2016 00:23:24

    La storia è senz'altro dalle grandi potenzialità, ma a mio avviso i personaggi non sono adeguatamente delineati e la loro dimensione psicologica non è abbastanza approfondita. Troppi, quasi tutti direi, sono gli eventi, le dinamiche e i percorsi che sfuggono inspiegabilmente a una donna che pare non aver compreso assolutamente nulla della sua famiglia "quasi perfetta". Tranne qualche dubbio sporadico, la protagonista non ha lontanamente intuito né percepito quanto stava accadendo a marito e figli. Nulla di nulla... E di questa situazione, per la verità piuttosto incredibile, non sono minimamente chiare le ragioni. Sembra che l'unica, immancabile, onnipresente "colpa" sia un lavoro impegnativo!

  • User Icon

    Cristina65

    16/12/2015 13:33:42

    Mi è piaciuto il finale, che lascia un po' in sospeso e fa riflettere a posteriori sulla vicenda, in particolare sul rapporto madre-figlia. Ma il sottotitolo in copertina è fuorviante: non si tratta propriamente di un thriller, sebbene sia incentrato sulla ricerca di una ragazza scomparsa. Diciamo che è un percorso travagliato verso la "verità".

  • User Icon

    Roberta

    07/12/2015 15:19:53

    Un buon thriller incentrato principalmente sulla psicologia dei personaggi e sui vari legami tra i componenti della famiglia apparentemente perfetta. Procedendo nella lettura tra passato e presente veniamo a conoscenza di fatti e segreti che poco alla volta ricostruiscono un quadro molto diverso da quello immaginato inizialmente. Il marito, i due figli maschi e la stessa Naomi conducono un'esistenza piena di lati oscuri e sconosciuti alla madre Jenny, voce narrante della vicenda. Forse l'unica nota stonata è la sua eccessiva ingenuità di fronte a questi fatti e il suo stupore nello scoprire delle verità che forse aveva sempre avuto davanti agli occhi. Il finale è sorprendente ma allo stesso tempo sconcertante e lascia il lettore con un senso di vuoto e amarezza.

  • User Icon

    Mia

    27/11/2015 15:09:17

    Mi è piaciuto molto questo libro, anche se ammetto di averlo iniziato con una leggera preoccupazione dati i commenti letti in precedenza. Sicuramente è un romanzo molto intenso, che lascia chiaramente capire i sentimenti della mamma di Naomi, che la vede e pensa a lei qualsiasi cosa faccia. Non capisco la nota negativa sull'hobby della pittura, sono solo poche righe a paragrafo e serve a caratterizzare meglio il personaggio. Sicuramente definire questo romanzo un thriller è esagerato, c'è un mistero di sottofondo, indagini ok, però è più che altro basato sulla psicologia della mamma. Comunque una buona lettura diversa dal solito.

Vedi tutte le 53 recensioni cliente
  • Jane Shemilt Cover

    È un medico di professione e ha conseguito una laurea in Scrittura creativa alla Bristol University e una specializzazione all’università di Bath. Il suo romanzo d’esordio, Una famiglia quasi perfetta, è diventato un bestseller internazionale e le ha dato un’immediata notorietà. Vive a Bristol con il marito, professore di neurochirurgia, e i loro cinque figli. Per maggiori informazioni, visitate il suo sito (janeshemilt.wordpress.com) e la pagina Twitter.Dal sito di Newton Compton  Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali