La famiglia Winshaw - Jonathan Coe - copertina

La famiglia Winshaw

Jonathan Coe

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Alberto Rollo
Editore: Feltrinelli
Edizione: 22
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 24 settembre 2014
Pagine: 478 p., Brossura
  • EAN: 9788807885617
Salvato in 107 liste dei desideri

€ 11,40

€ 12,00
(-5%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

La famiglia Winshaw

Jonathan Coe

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La famiglia Winshaw

Jonathan Coe

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La famiglia Winshaw

Jonathan Coe

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 10,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un romanzo, in cui l'io narrante - lo spaesato scrittore Michael Owen - si muove fra la propria storia di illusioni e trame adolescenziali, di ambizioni azzoppate e di amori frustrati, e quella di una famiglia di rapaci dominatori, gli Winshaw. Saldamente insediati ai posti di comando della finanza e della società inglesi, i componenti della famiglia Winshaw incarnano il delirio di potere che ha segnato gli anni di Margaret Thatcher, portando l'Inghilterra allo sfascio.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,16
di 5
Totale 117
5
53
4
39
3
19
2
5
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Laura

    03/09/2020 11:42:46

    E' il primo libro di Coe che ho letto (anni fa.....) Ho scoperto un autore intelligente, ironico, arguto ed estremamente originale. Questo libro e' molto interessante, la trama si snoda tra un susseguirsi di coincidenze fortuite e colpi di scena. Lettura piacevolissima.

  • User Icon

    Sara

    30/06/2020 17:41:42

    Libro godibile, sopratutto grazie all'ironia permeante dell'autore. Aiuta a riflettere e allo stesso tempo ci fa sorridere dell'umana crudeltà. Personaggi disegnati alla perfezione, tutti i difetti sono delineati così bene che ci passano davanti tutti i Winshaw che inevitabilmente abbiamo conosciuto nel corso della vita. La stessa cosa si dica delle vicende, anche se avvengono in un altro continente, possono benissimo ricordarci avvenimenti simili che sicuramente ognuno di noi si è ritrovato ad affrontare nella vita.

  • User Icon

    Mara

    12/05/2020 15:14:18

    Leggere questo libro non è stata una semplice lettura ma un'esperienza sensoriale, una continua sorpresa, la scrittura di Coe a dir poco geniale come succede a pochi e forse anche a lui stesso visto che spesso sento dire che La famiglia Winshaw è il migliore. La trama è ben congeniata e nonostante i continui colpi di scena e cambiamenti di prospettiva e di narrazione è perfetta come un orologio svizzero, c'è tutto ma veramente tutto, dall'analisi storico-politico di uno dei periodi più emblematici della storia inglese quella del periodo tatcheriano, anche se l'antefatto ha origini ancor più lontane la seconda guerra mondiale, fino ad arrivare agli anni '90, I protagonisti, ovvero la famiglia in questione, sono terribilmente detestabili e rappresentano quanto di più osceno si possa immaginare, la sferzante ironia di Coe trova terreno fertile in questi soggetti che nell'ombra praticamente condizionano la vita di una intera nazione. E poi c'è lui, lo scrittore narrante, il semi depresso protagonista che viene sbatacchiato di qua e di là in un continuo gioco di specchi e di rivelazioni che via via si faranno sempre più puntuali e che lo riguardano da vicino. Ma la parte eccezionale è sicuramente l'ultima che tiene con il fiato in sospeso, costruita come un thriller, con un grande omaggio alla grande A. Christie e che esplode come fuochi d'artificio. Geniale tra le altre cose i riferimenti cinematografici e la stessa scena cinematografica creata da Coe che via via che procede il romanzo assume senso e da una spettacolare dimensione a tutta l'opera. Non ho parole per esprimere gratitudine a chi mi ha "spinto" verso questa lettura che mi fa l'occhiolino da anni ma che chissà perchè non mi convinceva mai.

  • User Icon

    Anna

    11/05/2020 14:04:50

    Sorprendente, esplosivo e sconvolgente; uno dei romanzi più riusciti della letteratura contemporanea. Con il gusto consueto per gli intrecci paralleli, Coe affascina il lettore grazie all'apparente semplicità di una narrazione limpida e asciutta, con un retrogusto di enigmatico mistero che costella ogni capitolo della saga. Fin dalle prime righe appare infatti chiaro che la storia della famiglia nasconda intrighi e delitti che, come in ogni giallo che si rispetti, conosceranno completo disvelamento ed epilogo inaspettato solo nelle ultime righe. Gli ultimi capitoli, gradevole omaggio ad Agatha Christie, rapiscono l'attenzione del lettore in un crescendo di pathos, come una galoppata inarrestabile, partita molte pagine prima, ritmate dall'eleganza del trotto. Puro divertimento letterario, imperdibile perla di insolita abilità.

  • User Icon

    lu ci

    11/05/2020 12:41:13

    bellissimo romanzo, alcuni passaggi sono così divertenti! un piacere da leggere. la fine così così per me ma tutto il libro è una gemma

  • User Icon

    Rita

    23/09/2019 09:10:35

    "Cominciai a concepire un piccolo piano [...]. E che libro sarebbe stato! Me lo vedevo, un libro tremendo, un libro senza precedenti, fatto in parte di memorie private, in parte di cronaca sociale, tutto mescolato insieme in una miscela letale e devastante." Eccovi, direttamente dalla bocca di Tabitha Winshaw, la descrizione più calzante per questo romanzo, i cui innumerevoli strati rappresentano una continua fonte di sorpresa per il lettore. Ogni elemento è collegato, ogni dettaglio ha il suo perché: semplicemente sbalorditivo. Se i passi in cui ci si addentra nelle questioni politiche mi hanno leggermente annoiata, tutto il resto è ineccepibile. La caratterizzazione dei personaggi, condotta con brutale ironia, possiede un'efficacia indiscutibile in quanto è capace di suscitare uno sdegno frammisto a rassegnazione, che personalmente esprimevo con frequenti risatine isteriche. Inoltre la trama intricata e complessa, ricca di avvenimenti e colpi di scena, ha influito positivamente sul mio giudizio, ma mai quanto la componente "gialla" dell'intera vicenda. Una fan sfegatata di Agatha Christie come me non poteva non godere dell'atmosfera elettrizzante che Coe crea soprattutto nella parte finale, un'atmosfera che porta con sé la reminiscenza di capolavori quali "Dieci piccoli indiani" e "Trappola per topi".

  • User Icon

    Maddalena

    23/09/2019 08:42:52

    Dopo la prima esperienza (non eccezionale) con Middle England mi sono approcciata al mio secondo Coe con un po' di scetticismo, ma sono rimasta letteralmente folgorata dall'acutezza di visione di questo scrittore, dal suo genio e dalla sua originalità. Le vicende ruotano intorno ad una famiglia dell'alta borghesia inglese, si dipanano dagli anni '40 fino ai primi anni '90, concentrandosi sugli anni della politica tatcheriana. I protagonisti sono ricchi, potenti e cattivi da far schifo. Con i loro mille tentacoli in ogni ambito economico tengono, pur rimanendo nell'ombra, le redini di una nazione in bilico tra l'opulenza e lo sfascio. Nel mezzo, il nostro protagonista, uno scrittore disorientato e un po' depresso, si troverà ad annaspare in acque torbide, sbatacchiato qua e là da casi fortuiti e messinscena creati ad hoc. Geniale la parte conclusiva, una perfetta parodia deI racconto del terrore con continui rimandi cinematografici (se amate il cinema non perdetevi questo libro, è zeppo di riferimenti a film!!). Se vi piacciono Rushdie e Zadie Smith, o quegli scrittori che vi investono con la loro prosa come fosse un fiume in piena, ma senza mai perdere di vista realismo e chiarezza di linguaggio, allora vi piacerà anche La famiglia Winshaw.

  • User Icon

    luisa

    15/07/2019 11:03:03

    Si presenta come un romanzo giallo, ma è un pretesto per svelare con feroce ironia e crudezza il cinismo e la crudeltà di una famiglia alto-borghese interessata solo ai propri affari e al proprio potere. Finale... choccante

  • User Icon

    boris55

    29/05/2019 13:17:48

    ottimo romanzo non bisogna mai perdere il filo conduttore

  • User Icon

    Leti

    11/03/2019 16:19:07

    Il romanzo, narrato dallo scrittore Michael Owen, si concentra sulla potente e ricchissima famiglia Winshaw. Un famiglia che nasconde oscuri segreti e in cui l'avidità e la follia sono sempre andate a braccetto, sono lo specchio oscuro dell'Inghilterra, tutto il peggio che il paese offre in materia di finanza, affari, giornalismo, industria agro-alimentare, industria bellica. Siamo in piena epoca tactcheriana, quando anni di conquiste sociali sono state spazzate via in pochissimo tempo, e gli Winshaw sono la perfetta personificazione dell'epoca: odiosi, arroganti, insopportabili. Owen lo sa meglio di chiunque altro: egli è un uomo triste, ferito, che ben presto si renderà conto di come la sua vita e il suo destino abbiano in realtà molto a che fare con gli Winshaw. Il finale è una sorta di nemesi ma il romanzo riesce a mescolare moltissimi generi con una spiccata preferenza per un certo umorismo nero e per una perfetta satira sociale. La trama, pur essendo complicatissima, non risulta affatto confusa e il passaggio tra i vari registri - anche i più drammatici - è ben congegnato. Si tratta, insomma, di un romanzo divertente ed anche molto intelligente. Lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    Marta

    23/09/2018 20:55:11

    “La famiglia Winshaw” non è una saga familiare e basta. Meglio sarebbe definire questo libro il ritratto di una nuova famiglia Addams, l'esatto opposto della sua antesignana: ché se gli Addams erano strampalati, ma tuttavia innocui, gli Winshaw sono potenti, e affascinanti e ricchi e tuttavia riescono a mettere le mani e inquinare tutto il paese, con la sola forza di 7 cugini. Un minuscolo esercito, protagonista e causa di un'età distruttiva per gli UK; gli Winshaw rappresentano l'arto malato dell'aristocrazia degli anni '80, la guerra pulirà e purificherà ogni traccia del loro passaggio. Il morbo contagia e uccide tutto ciò che tocca. E così diventa una malattia il modo in cui tutto si riconduce agli Winshaw, ogni malanno del paese e della società, ogni lutto che Michael subisce, ogni cosa gretta e meschina è legata agli Winshaw. Sono muffa, che si espande e indebolisce e frantuma. Sono muffa, quasi impossibile da combattere alla radice, perché dipende dalla costruzione stessa in cui si forma.

  • User Icon

    Stefano

    18/09/2018 11:54:31

    Sullo sfondo degli anni ’80 della grande storia inglese, Jonathan Coe ci racconta una piccola storia che si fa sempre più grande. È la storia di un piccolo scrittore annoiato dalla vita, che non sa quanto grande sia il suo destino. È la storia di una grande famiglia che avvelena la società inglese macchiandosi di ignobili reati. Coe salta sulla scena della narrativa contemporanea mostrando la sua capacità di amalgamare più generi letterari per offrire un romanzo variegato in cui il lettore non si annoia mai. A incombere su questo romanzo il mistero del perché di coincidenze, troppe per essere frutto del caso. Leggermente più acerbo del “La casa del sonno” ma comunque avvincente, questo libro alimenta ancora la mia voglia di leggere i romanzi di Coe. La famiglia Winshaw come emblema di un atteggiamento oggi accettato e normalizzato, presentato con un’analisi, oserei dire “clinica”, un modo di essere e di vivere che mi ha fatto inorridire, come se presentasse i sintomi e gli effetti di una pestilenza.

  • User Icon

    Clara

    07/01/2018 18:10:51

    Un classico di Jonathan Coe che ho riletto di recente, sempre bellissimo! Trama avvincente, piena di colpi di scena, con i vari personaggi che si incrociano in circostanze e momenti diversi, ma soprattutto una descrizione impeccabile dell'Inghilterra tatcheriana! Da non perdere.

  • User Icon

    Roberta

    17/05/2017 10:50:21

    Jonathan Coe è un genio! i migliori suoi romanzi sono: La famiglia Winshaw, La banda dei brocchi, Circolo chiuso. Molto belli anche Expo58 e I terribili segreti di M.S

  • User Icon

    Federico

    17/04/2017 09:31:22

    Italian Book Challenge 2016 - 41) Una saga famigliare: Romanzo proprio brillante e squisito che mescola generi differenti. Attraverso le indagini, la trama abilmente intrecciata e le agnizioni finali riguardanti i Winshaw e il protagonista, Coe apre gli occhi al lettore, denunciando gli esecrabili e ipocriti interessi nelle alte sfere socio-politiche.

  • User Icon

    alinghi

    17/04/2016 15:36:20

    Non lo reputo un capolavoro, ma sicuramente un libro gradevole. Un buon mix tra cronache del periodo e storia vera e propria. Mai noioso e scritto bene, c'è però da dire che almeno all'inizio sembra un po' 'disordinato' e confusionario...Nel divenire si riscatta ampiamente anche se il finale a sorpresa, con ulteriore sorpresa, risulta forse paradossale e quasi assurdo.

  • User Icon

    Lupo '58

    15/11/2015 11:41:05

    Primo libro di questo autore che leggo, si è rivelato una piacevole sorpresa. Il romanzo, non inquadrabile in un preciso genere letterario, è un riuscito e gradevolissimo cocktail di generi diversi. Michael, l'Io narrante, è uno scrittore dalle alterne fortune e in piena crisi esistenziale, incaricato di scrivere la storia di una famiglia, i Winshaw, composta per la massima parte da personaggi molto negativi, protagonisti molto influenti della scena politica ed economica nell'Inghilterra degli Anni Ottanta. Le ricerche per la stesura del libro fanno sì che la vita di Michael si leghi in modo indissolubile a quella di questa famiglia, portandolo anche ad indagare sulla tragica morte durante la Seconda Guerra Mondiale di uno dei suoi membri, abbattuto con il suo aereo dai Tedeschi durante una missione segreta. A questo punto il romanzo incrocia brillantemente il genere thriller, che ci accompagna fino ad un tragico ed inatteso epilogo. Originale e frizzante, consigliato.

  • User Icon

    Meena

    20/10/2015 16:10:47

    Chapeau a questo autore. In questo romanzo -- così attuale sebbene descriva la Gran Bretagna sotto il comando di Mrs Thatcher -- con i tagli alla sanità, gli scioperi, i venditori di armi, i giornalisti corrotti, gli avidi produttori di alimentari, si spazia nelle emozioni: sdegno per certi politici, tenerezza per un sentimento delicato quale può essere l'amore, fino all'horror grottesco alla Stephen King.... ma il tutto condito da quell'inconfondibile humour inglese che strappa qualche risata. Il tutto mescolato sapientemente con l'io narrante, un giornalista la cui vita è piena di sorprese, di scoperte e di pericoli. ----- Lo scritto non ti dà tregua fino alla fine, quando pensi che tutto si risolva per il meglio, ma ....... Da non leggere, ma da DIVORARE!!!

  • User Icon

    Simo

    13/10/2015 11:42:06

    Una lettura piacevole, sebbene il libro sia prolisso ed a volte mi pare un po' presuntuoso. Alcune descrizioni ripetute fino alla noia erano evitabilissime. La storia, invece, è davvero bella. Una famiglia, che si può definire tale solo per i legami di sangue e non per quelli di affetto, cavalca gli anni della grande industrializzazione ed ha mani dappertutto. Mani feroci, voraci, mani che prendono e non danno nulla, se non per convenienza. I personaggi sono delineati con grande maestria, i più terribili in particolare, mentre la figura dello scrittore un po' meno, perso nel limbo della sua mediocrità creativa e sociale. Buono il ritmo finale, anche se un po' prevedibile la conclusione. Lo ritengo riuscito ma non del tutto. In ogni caso consigliabile.

  • User Icon

    marco

    27/04/2015 11:28:58

    Veramente una lettura piacevole adatta a quelle serate invernali dove si rimane volentieri sotto una coperta. Ho trovato il libro abbastanza scorrevole nonostante le digressioni sulle descrizioni dei personaggi che ho trovato appropriate a contestualizzare non solo l'Inghilterra ma l'intero periodo storico. Non do il voto massimo perché pecca di..."brio".

Vedi tutte le 117 recensioni cliente
  • Jonathan Coe Cover

    Scrittore inglese. Ha svolto molte attività: insegnante di poesia inglese all'università di Warwick, musicista semiprofessionista, correttore di bozze, giornalista e scrittore freelance. E' considerato uno dei più promettenti talenti narrativi inglesi e si distingue per l'originalità dei suoi racconti e l'acuto spirito contro le contraddizioni della società inglese. È stato autore di biografie: di Humphrey Bogart e di James Stewart (pubblicate in Italia da Gremese editore). Ha scritto i romanzi: La famiglia Winshaw (1995), Questa notte mi ha aperto gli occhi (1996), La casa del sonno (1998), L'amore non guasta (2000), La banda dei brocchi (2002), Donna per caso (1985-2003), Caro Bogart (2009), I terribili segreti di Maxwell Sim (Feltrinelli, 2010),... Approfondisci
Note legali