Categorie
Collana: La memoria
Anno edizione: 2017
Pagine: 542 p., Brossura
  • EAN: 9788838936081

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Di ambientazione storica

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lorenzo Calogero

    20/05/2017 17.38.06

    Libro meraviglioso.

  • User Icon

    Giovanni

    15/05/2017 04.35.35

    Un bel libro. Magari ogni tanto mi sono perso in mezzo alla battaglia sul lago Tana oppure tra i nomi etiopi e, quindi, mi é toccato rileggere qualche capitolo per capire dove mi trovavo ... Ma davvero un bel libro. Consiglio a Sellerio: nella prossima edizione aggiungete una cartina con i luoghi del libro ed una pagina con la traduzone delle parole etiopi utilizzate.

  • User Icon

    alberto

    06/05/2017 12.31.13

    Appagante sia per l'appassionato di storia che per l'amante del romanzo poliziesco (in senso lato). Imperdibile per chi appartiene ad ambo le categorie. BRAVI

  • User Icon

    abe

    05/04/2017 13.52.57

    Gli autori affrontano con bravura e precisione un periodo storico da sempre ignorato. Ne è nato un vero romanzo storico dotato del giusto mix di realtà e fantasia e che ci offre una avvincente avventura ambientata nel nostro misconosciuto passato coloniale e fascista.

  • User Icon

    Alessandro

    19/03/2017 16.37.14

    Romanzo coraggioso e nell’esito complessivo avvincente e assai riuscito, scritto a tre mani, che riprende il tema desueto del latente e indigerito passato coloniale italiano, rivisitato – fuori da ogni rappresentazione bozzettistica, grottesca o compiaciuta – con grandissima precisione di dettagli e aderenza alla crudezza della sua fase più feroce durante la mai terminata guerra d’occupazione dell’Etiopia. Mentre la ricerca storica italiana negli ultimi due decenni (dopo i passi decisivi della conferma dell’uso dei gas in Etiopia e la demolizione del mito degli ‘italiani brava gente’) ha compiuto progressi enormi sia nella ricostruzione storica in senso stretto sia nel recupero e nell’analisi della memoria degli eventi – tanto dell’epoca stessa, nella memorialistica immediata d’occasione, quanto nel suo implicito depositarsi nei decenni successivi – non erano finora stati tentati esperimenti propriamente letterari con opere di finzione sull’argomento. Oltre al celeberrimo ‘Tempo di uccidere’ di Ennio Flaiano (la cui interpretazione è peraltro assai dibattuta, alcuni ritenendone l’ambientazione africana elemento non essenziale) mancava del tutto un romanzo che facesse proprio del conflitto e di intricate vicende connesse e presunte, che qui sono il ‘quid’ verisimile aggiunto dai narratori, il loro filo conduttore. Solo una nota lievemente critica: l’amarico di qualche dialogo, per chi è in grado di valutare, risulta, con un po’ di generosità, verosimile, e l’uso almeno accettabile, tanto più nella deformazione coloniale; resta un mistero invece quali criteri abbiano regolato l’uso del dialetto, che è adottato (anche con qualche evitabile imprecisione e sbavatura) solo per il fiorentino di uno dei personaggi secondari, l’ottico Martino Bongi, mentre non vi è altrove alcuna eco dell’ampio spettro dialettale di colonia, cui i tanti altri personaggi che popolano il romanzo avrebbero fa-cilmente offerto spunto.

  • User Icon

    Margherita

    28/02/2017 15.33.47

    Entusiasmante romanzo storico che ripercorre l'epoca del colonialismo fascista. Consigliatissimo per storia, contenuti e forma.

  • User Icon

    Nadia

    28/02/2017 10.30.37

    Un romanzo avvincente, pragmatico che ha l’ambizione di far “rivivere” l’illusione del sogno imperiale nelle colonie del fascismo. Una narrazione magistralmente costruita, con scelte lessicali semplici e precise che impreziosiscono una storia intrigante di personaggi e luoghi. Romanzo assolutamente consigliato!!

  • User Icon

    Luca

    23/02/2017 15.37.35

    Fantastico !!! Romanzo storico bellissimo ispirato ad una raffinata ricostruzione di fatti realmente accaduti. In forma di "giallo" riscrive pagine oscure del colonialismo italiano. Ambientazione e trama efficaci. Da leggere tutto di un fiato.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione