La felicità del cactus

Sarah Haywood

Traduttore: C. Mancini
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 14 giugno 2018
Pagine: 362 p., Brossura
  • EAN: 9788807032929

16° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ilaria

    18/09/2018 19:49:22

    Divertente e originale, La felicità del cactus è un romanzo che intrattiene piacevolmente narrando la vita di Susan, donna spinosa ma di sostanza, proprio come le amate piante di cui pazientemente si prende cura. Sarah Haywood sfodera uno stile fluido, denudato da fronzoli ed eccessi, che rende scorrevole la lettura. Il libro si legge, infatti, tutto d'un fiato perchè la storia appassiona con i suoi colpi di scena che edificano e svelano le peculiarità di una protagonista che lascia il segno.

  • User Icon

    nadia

    18/09/2018 10:48:48

    Romanzo carino ma mi aspettavo di più viste le recensioni

  • User Icon

    loredana

    18/09/2018 08:39:24

    "Anche il cactus piu' spinoso fiorisce". Piacevole lettura di un romanzo spassoso. Titolo non poteva essere piu' azzeccato. Susan, femminista convinta, "combattiva e spinosa come i suoi cactus si troverà a fiorire". Chi ha amato Heidi di Muzzopappz non potrà non amare anche Susan. lettura consigliata

  • User Icon

    Rosy

    11/09/2018 13:14:56

    L'ho trovato molto carino, scorrevole e piacevole da leggere. Una trama piuttosto semplice con un finale inatteso, almeno in parte.

  • User Icon

    Romanzetto

    29/08/2018 08:08:21

    E' ancora estate quindi è ancora piacevole leggere un bel romanzetto. Un'altra protagonista autonoma decisa e forte. Quest'estate è il loro turno (vd. Eleanor Oliphant). Se fosse vera la protagonista sarebbe una gran rompiscatole (eufemismo). Ma è un romanzo, quindi Susan ci piace. la lettura del romanzo è lineare e spassoso, nulla più. Probabilmente fra un mese sarà difficile ricordare la trama, ma adesso mi ha fatto trascorrere qualche ora divertente.

  • User Icon

    Giorgia75

    25/08/2018 13:08:31

    Mi è piaciuto molto questo libro.. Mi sono fatta attirare dalla bellissima copertina e dal titolo, che poi col libro c'entra poco ma...Susan mi ha ricordato un po' Eleanor Oliphant, e piano piano la sua "situazione famigliare" mi ha presa, pagina dopo pagina, fino alla fine. Non voglio svelare nulla.. Ritengo sia un libro molto femminile questo si.. Ben scritto e scorrevole.. Bello!!

  • User Icon

    Stefania

    25/08/2018 07:07:23

    Scrittura scorrevole anche se troppo semplicistica, protagonista antipatica e snob. Storia banale e il "colpo di scena" che si verifica quasi alla fine del libro non aggiunge, ne' toglie nulla al romanzo. Non mi è piaciuto.

  • User Icon

    Silvia

    16/08/2018 06:26:31

    Lettura piacevole. Trama semplice ma coinvolgente, con colpo di scena finale. Scrittura fluida. E' un libro molto introspettivo, che mi ha coinvolto in riflessioni profonde.

  • User Icon

    Azzurra

    02/07/2018 05:55:16

    Mi è piaciuto molto “La felicità del cactus” di Sarah Haywood (Feltrinelli). Al di là della storia molto particolare di Susan, la protagonista del romanzo, penso che ognuno di noi possa rispecchiarsi nei suoi timori, nelle sue paure, e possa comprendere quanto sia difficile lasciarsi andare – per davvero – al cambiamento.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

I cactus sono una delle passioni di Susan. Al lavoro, la sua scrivania è riconoscibile dalla piccola collezione di piantine di cui si prende amorevolmente cura. Non che i suoi colleghi, tuttavia, si accostino spesso a lei: Susan con gli adorati cactus non condivide soltanto l’ufficio, ma anche la capacità di pungere chiunque tenti di avvicinarsi.

In 45 anni, esercitando instancabilmente il controllo sul mondo circostante e attenendosi a regole ferree, Susan ha la vita che desidera: un appartamento a Londra adatto ad ospitare non più di un abitante alla volta, un lavoro che richiede spiccate capacità logiche e un uomo che senza sconvolgere la sua routine provvede a fornirle solo ed esclusivamente i vantaggi di una relazione duratura.

Mantenere stabile questo perfetto microcosmo, tuttavia, richiede sforzi costanti; il minimo mutamento o la più innocente disattenzione possono far crollare gli equilibri… Ed è proprio questo che succede a Susan, nel momento in cui scopre non soltanto che sua madre è morta, ma anche di essere incinta. E così, di fronte ad una realtà caotica che la mette a dura prova, l’impassibile Susan imparerà a farsi spazio in un mondo che non è più costruito su misura per lei, e nel quale (forse) capirà che ogni tanto si possono ritrarre gli aculei…

La felicità del cactus è il primo romanzo di Sarah Haywood; un esordio atteso e acclamato, che di sicuro darà una svolta alla carriera di avvocato dell’autrice, la quale, vista la calorosa accoglienza della critica, sta già lavorando ad una seconda storia. Paragonata a personaggi ormai di culto come Bridget Jones o la più recente Eleanor Oliphant, Susan Green pare essere destinata a far sorridere e commuovere i lettori di tutto il mondo.

Recensione di Elisa Valcamonica