Stripe PDP
Salvato in 10 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
La felicità vuole essere vissuta. Chi va e chi resta a Borgo Propizio
15,30 € 18,00 €
;
LIBRO
Venditore: IBS
+150 punti Effe
-15% 18,00 € 15,30 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,30 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Librisline
18,00 € + 2,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
18,00 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
18,00 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 8 gg lavorativi Disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libraccio
9,72 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,30 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Librisline
18,00 € + 2,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
18,00 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
18,00 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 8 gg lavorativi Disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libraccio
9,72 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
La felicità vuole essere vissuta. Chi va e chi resta a Borgo Propizio - Loredana Limone - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

La felicità vuole essere vissuta. Chi va e chi resta a Borgo Propizio Loredana Limone
€ 18,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

È tempo di essere felici a borgo propizio! Dopo le scosse di terremoto, l'intero paese mette il cuore nella ricostruzione, intrecciando nuove imprevedibili storie nell'amatissimo borgo-che-non-c'è

«Il piccolo borgo antico da cui ricominciare» - Il Venerdì

«Curiosa e amena favola di Loredana Limone, ovvero la felicità lontano dalla pazza folla» - La Stampa

«Un romanzo delicato come una favola.» - Marie Claire

«Un felice debutto letterario tra l'ironia lacustre di Andrea Vitali e le note magiche di Joanne Harris in Chocolat» - Il Mattino

«Succo di Limone concentrato. Buon propizio vi faccia!» - Andrea Vitali

Dopo il terremoto che aveva sconvolto la vita cittadina, a Borgo Propizio tutti si adoperano per tornare alla serenità. In questo fervore di iniziative, anche le esistenze degli abitanti seguono nuove strade e si intrecciano imprevedibilmente, mentre si attende con trepidazione la troupe televisiva che girerà il film sul leggendario fondatore, il principe Aldighiero. Ma ci sono troppe verità nascoste, troppi segreti che aspettano solo l'occasione giusta per essere rivelati e il momento non tarda ad arrivare...
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2017
18 maggio 2017
467 p., Rilegato
9788869188978
Chiudi

Indice

Un applauso scrosciante accompagnò la gioia unanime della comunità. Dalla bella via dei Tigli, rasentando le mura merlate, la sua eco si dipanò in ogni stradina borghigiana, rimbalzando sui manifesti con lo stemma turrito che costellavano le vie del centro storico. Poi, imboccata la salitella che dalla piazza del Municipio portava al Castelluccio, giunse fino alla cima della collina per svolazzare sulla rocca e da lì mescolarsi al sontuoso incanto dei colori autunnali e all'ancora durevole tepore che pervadeva la vallata circostante. Padre Tobia aveva lasciato che i rintocchi della ricostruita torre campanaria, pur dopo la fine della Messa, continuassero a giubilare in un sonoro concerto in mi bemolle maggiore, completando il quadro armonico di quel magico momento. Era bello, ogni giorno sempre più bello, sentire di nuovo l'antico clangore: era il cuore del borgo che palpitava nuovamente dopo il coma. Nel vedere il marito che, fascia tricolore a tracolla sopra la spalla destra, tagliava il nastro parimenti tricolore davanti alla porta principale della scuola elementare, Marietta non trattenne più le lacrime di gioia che le avevano riempito gli occhi della mattina e, un passo dietro di lui, in veste ufficiale di consorte del sindaco di Borgo Propizio, mise piede dentro l'androne dell'edificio che tanti anni prima l'aveva vista scolara.

Valutazioni e recensioni

3,33/5
Recensioni: 3/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(1)
2
(1)
1
(0)
Ritochka
Recensioni: 2/5

Come la lettrice che mi ha preceduto, anche io ho trovato il Borgo impoverito... Il romanzo, nel tentativo di diventare corale, perde l'esclusiva intimità creata nella Latteria di Belinda del primo volume della saga. In effetti, non accade nulla che giustifichi le oltre 400 pagine. Non si capisce poi perchè, già dal secondo volume, il sindaco omosessuale debba contrarre un matrimonio di "copertura": è un indiretto giudizio negativo sui Propiziesi che non vedrebbero di buon occhio il suo orientamento. Trama confusa e finale deludente. Mi dispiace...

Leggi di più Leggi di meno
Recensioni: 3/5

Questa volta, però, Borgo Propizio non è riuscito a incantarmi come le altre volte. Il titolo di quest'opera è fantastico ma ... non ho trovato il contenuto allo stesso livello. Ho trovato il testo pieno di pettegolezzi e chiacchiere ma privo di sostanza. Nelle quattrocento pagine che compongono il volume gli eventi scarseggiano, sono più le dicerie che si dicono in merito. La parte finale però mi è piaciuta molto, ma in merito a ciò non vi rivelerò altro! Non voglio rovinarvi la lettura.

Leggi di più Leggi di meno
CARLA
Recensioni: 5/5

Sono trascorsi tre anni dal terremoto, i nostri personaggi ci sono tutti, o quasi, con caparbietà e coraggio hanno cercato di ricostruire ciascuno la propria vita o quanto meno di andare avanti. Bella Belinda è ormai mamma e cede doverosamente il ruolo di interprete principale ai suoi amati concittadini. Nell’autunno che avanza la grande novità è l’annunciato arrivo di una troupe cinematografica che deve girare gli esterni di un film storico, ispirato al leggendario Aldighiero il Cortese e ne vedremo delle belle. Tra il Natale che si avvicina, con la neve che cade in un paese ovattato, quasi da cartolina, compaiono fantasmi invisibili ma rumorosi, e fantasmi in carne e ossa che ritornano dal passato a scompigliare la vita di alcuni Borghigiani. L’amore è ballerino a Borgo Propizio, viene e va, qualcuno lo insegue e lo acchiappa, qualcuno lo perde. Mescolando sapientemente tutti gli ingredienti della “millefoglie” (si sa con i dolci occorre estrema precisione) l’autrice, alternando strati di fantasia e realtà, ha creato un prodotto soffice, dolce, con un retrogusto di asprigno che non guasta, di quelli che non ti basta una fetta, lo vorresti mangiare proprio tutto e poi ti resta in bocca il sapore per molto tempo. Volete rilassarvi, ridere, sorridere, commuovervi? Ecco il romanzo per voi: in fondo la felicità vuole essere vissuta….da chi legge.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,33/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(1)
2
(1)
1
(0)

Conosci l'autore

Loredana Limone

1961, Napoli

Loredana Limone, napoletana, milanese d'adozione, dopo una decina di libri tra fiabe e gastronomia, ha esordito nella narrativa con Borgo Propizio (Guanda 2012, Tea 2013). Premiato con la menzione speciale al Premio Fellini 2012, è stato tradotto in Spagna, Germania e Bulgaria, così come il secondo romanzo della serie: E le stelle non stanno a guardare (Salani 2014, Tea 2015). Nel 2015, sempre edito da Salani, è uscito il terzo romanzo della serie, Un terremoto a Borgo Propizio.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore