La fiamma nel buio - Michael Connelly,Alfredo Colitto - ebook

La fiamma nel buio

Michael Connelly

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Alfredo Colitto
Editore: Piemme
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 563,23 KB
Pagine della versione a stampa: 400 p.
  • EAN: 9788858523988

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa straniera - Thriller e suspence - Thriller

Salvato in 31 liste dei desideri

€ 10,99

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

È un giorno triste, per Harry Bosch, quello del funerale dell'ex poliziotto John Jack Thompson. Un uomo che ha dedicato quarant'anni di vita al LAPD, ma soprattutto un maestro per molti giovani detective alle prime armi. Uno di questi era stato proprio Bosch, che adesso, appoggiato al suo bastone dopo l'operazione al ginocchio che ha subito, osserva da lontano il gruppetto convenuto al cimitero, pensando alle cose che ha imparato da lui. Ad esempio, a capire quando qualcuno sta mentendo durante un interrogatorio. John Jack sapeva riconoscere un bugiardo. Non se n'era mai fatto scappare uno. Ma quando si avvicina a Margaret, la moglie di Thompson, Bosch non si aspetta di scoprire che, anche dalla tomba, John Jack abbia un altro bugiardo da incastrare. Un caso irrisolto di vent'anni prima, l'omicidio di un ragazzo ritrovato senza vita in un vicolo frequentato da spacciatori. Un caso che John Jack si era portato in pensione con sé, trafugando il fascicolo dagli archivi del LAPD. Bosch decide di occuparsene. E c'è una sola persona, dentro la polizia, che può aiutarlo: Renée Ballard. Così, tra un crimine e l'altro del suo turno di notte - "l'ultimo spettacolo", come lo chiamano i poliziotti losangelini - Renée farà di nuovo coppia con Bosch per riaprire piste sepolte da anni di bugie Perché tutti i bugiardi, prima o poi, fanno i conti con la verità. Un nuovo imperdibile thriller con la coppia di detective più straordinaria che si sia vista sulla pagina scritta da molto, molto tempo a questa parte.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 6
5
4
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Alessandro

    24/03/2020 15:50:53

    Leggere Connelly è sempre un piacere! Anche in questa nuova versione con più storie, intrecciate tra loro. Uniche due pecche sono, la prima: che mi piacerebbe leggere un romanzo con una storia sola più approfondita e intricata. Seconda: è che quando finisci un romanzo di Connelly, vorresti subito il successivo senza dover aspettare. Le sue storie ti mancano proprio!

  • User Icon

    Francesco

    20/03/2020 15:23:00

    Che dire, ho letto tutti i romanzi di Harry Bosch anche se da quando risolve "casi freddi" in pensione mi appassiona un po' meno ho molto apprezzato il movimentato "Doppia Verit" ed adoratodivorandolo in poche ore l'esordio di Renee Ballard in "L'ultimo giro della notte" ma il successivo "La notte piu lunga l'ho trovato a tratti noiosetto e scontato non apprezzando la fusione dei due protagonisti e preferendoli in storie singole. Poi esce questa "Fiamma nel Buio" che acquisto per amore di MC e trovo un romanzo entusiasmante con 4 casi intrecciati alla perfezione ed un finale un po' aperto ed ora inizia l'attesa per il seguito che comprerò sicuramente appena uscirà. Lettura intrigante ma semplice e scorrevole, consigliatissimo in questo periodo di quarantena in cui un po' tutti stanno riscoprendo l'amore perduto per la lettura.

  • User Icon

    Claudio-BL

    15/03/2020 10:45:53

    Connelly è una garanzia, un autore che ormai acquisto a “scatola chiusa”, sicuro non mi deluderà venendo meno alle aspettative. Thriller scorrevolissimo ed avvincente che si legge in fretta, grazie alla continua suspense degli avvenimenti che si susseguono. Romanzo in cui oltre alla collaudata coppia Bosch-Ballard troviamo il fratellastro Haller, impegnato in una avvincente disputa giudiziaria, volta ad ottenere giustizia per un sospetto assassino, ritenuto da tutti colpevole. Gradevole il finale dove i cattivi troveranno giusta “risposta” per i loro crimini, pur paventando possibili epiloghi futuri nei confronti della coppia di detectives. Voto 5/5 (meritatissimo) in attesa del ventilato nuovo atteso lavoro della coppia, quello del mai risolto caso di Sarah Freelander. Non del tutto escluso il pericoloso temutissimo ritorno della Vedova nera.

  • User Icon

    maurizio

    13/03/2020 13:39:59

    Sarò controcorrente ai positivi (4/5 stelle) futuri commenti, ma temo che M.Connelly non sia riuscito a comporre la coppia che mi aspettavo; credo sia meglio rendere Bosch e Ballard protagonisti di singole storie finalizzate soprattutto a far sì che Ballard la si possa conoscere meglio, e di conseguenza apprezzare per quella che è, così com'è successo a Bosch all'inizio. Libro comunque che consiglio a chi cerca uno scritto che tutto sommato è un buon thriller.

  • User Icon

    Fabio S.

    13/03/2020 11:53:51

    Connelly è sempre Connelly e la trama di questo nuovo libro è accurata, ricca, avvincente, ben strutturata nelle indagini e "multipla". Purtroppo persiste anche un grande limite, lo stesso del romanzo precedente: una coppia che funziona a metà. Bosch è conosciuto, amato, apprezzato, caratterizzato alla perfezione; tutti elementi che mancano a Renèe Ballard. Lei è altezzosa, saccente, supponente, ostenta falsa modestia, non è facile amarla anche perchè non la si conosce a sufficienza, soprattutto se posta a confronto con un monolite come Bosch. Quest'ultimo sta invecchiando, com'è ovvio, ma nonostante ciò, risalta pur se confrontato con la collega più giovane. Ciò che preoccupa è la sensazione che il passaggio del testimone sia già pronto e, purtroppo, nelle mani di un personaggio non all'altezza del precedente, per limiti intrinseci alla Ballard, ma anche di Connelly che l'ha costruita male, in fretta e rendendola omologata alla massa, più simile ad un uomo che ad una donna. Eppure la prosa resta perfetta, veloce, scorrevole, avvincente e i capitoli dedicati a Bosch, molto più numerosi che nel romanzo precedente, lo rendono quasi il protagonista principale e questo salva tutto il racconto e lo rende davvero apprezzabile. Insomma, Bosch resta l'inossibabile Bosch che alleggerisce, Ballard l'insopportabile Ballard che appesantisce. Credo la scelta più saggia dovrebbe essere quella di staccare i due e scrivere storie a parte, dopo il duplice tentativo si può dire che non è riuscito appieno. Consigliato a chi cerca un buonissimo thriller e riesce a sopportare Renèe Ballard, sapendo di trovare comunque Bosch in moltissimi punti; sconsigliato a chi cerca solo Bosch, non ha amato il romanzo precedente e non sa sopportare questa coppia che pecca nel lato femminile.

  • User Icon

    furetto60

    09/03/2020 12:00:59

    M.C. cosa ci combini? Abituati ad eroi inossidabili, refrattari al trascorrere del tempo, e meno che mai agli acciacchi fisici, invece ci presenti un Harry alle soglie dei 70, bisognoso di stampella e di cure più pesanti. La nuova avventura è in pieno stile connelliano degli ultimi tempi: più casi che si affiancano e, a volte, incrociano in una ridda di nomi non facile da tenere tutti a mente. Il ritmo è gagliardo e avvincente a favore di un'altra buona prova a dimostrazione che anche gli scrittori, come i propri personaggi, invecchiando fanno come il vino.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Michael Connelly Cover

    Scrittore statunitense di thriller. Laureatosi in ingegneria nel 1980 comincia a lavorare presso la redazione di alcuni giornali. Nel 1986 produce un reportage insieme ad altri due giornalisti intervistando i sopravissuti di un disastro aereo. Il loro lavoro viene candidato per il Premio Pulitzer. In seguito a questa esperienza Connelly trova impiego come giornalista criminologo al «Los Angeles Times». Aveva deciso di diventare scrittore di thriller già ai tempi dell'università dopo avere scoperto i romanzi di Raymond Chandler e ha sfruttato gli anni passati da giornalista per studiare da vicino il lavoro della polizia e lo svilupparsi delle indagini che seguivano i delitti di cui si occupava. Vincitore del Premio Bancarella nel 2000 con Il ragno, la maggior... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali