Fight club - Chuck Palahniuk - copertina

Fight club

Chuck Palahniuk

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Tullio Dobner
Editore: Mondadori
Collana: Oscar 451
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 ottobre 2017
Pagine: 191 p., Brossura
  • EAN: 9788804685340
Salvato in 226 liste dei desideri

€ 12,35

€ 13,00
(-5%)

Punti Premium: 12

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Fight club

Chuck Palahniuk

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Fight club

Chuck Palahniuk

€ 13,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Fight club

Chuck Palahniuk

€ 13,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 12,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Tyler Durden, disilluso dalla cultura vacua e consumistica imperante nel mondo occidentale, è un giovane che si trascina in una vita fatta di bugie e di fallimenti. La sua unica valvola di sfogo sono gli incontri clandestini di boxe nei sotterranei dei bar. Tyler crede di aver trovato in questo modo una strada per riscattare il vuoto della propria esistenza; ma nel mondo del pugilato non c'è posto per alcuna regola, freno o limite. Dal romanzo il regista David Fincher ha tratto un film. Postfazione di Fernanda Pivano.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,46
di 5
Totale 35
5
23
4
8
3
2
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marta

    15/05/2020 10:29:50

    Ho letto questo libro consigliata da un amico. Non mi ha coinvolto lo stile di scrittura ma l'ho trovato davvero originale. Consiglio anche di vedere il film "L'uomo senza sonno - The Machinist" che a me lo ha ricordato a tratti.

  • User Icon

    Filippo

    14/05/2020 14:21:40

    Romanzo di esordio per Chuck Palahniuk e forse uno dei migliori, di certo il più celebre grazie alla trasposizione cinematografica. Ricco di dettagli scabrosi e menti deviate, romanzo appassionate e per nulla banale, di certo merita la lettura.

  • User Icon

    joegould

    12/05/2020 10:23:22

    Un romanzo dalla trama avvincente e ancora molto attuale, che riesce a trasmettere la tragicità della spersonalizzazione dell'uomo contemporaneo vittima della società dei consumi, anche attraverso uno stile franto, corrosivo e disturbante. Da leggere.

  • User Icon

    Maria

    12/05/2020 06:40:10

    "Noi non abbiamo una grande guerra nella nostra generazione, o una grande depressione, e invece sì, abbiamo una grande guerra dello spirito. Abbiamo una grande rivoluzione contro la cultura. La grande depressione è quella delle nostre vite. Abbiamo una depressiva e spirituale." 'Fight club' è un libro a tratti straziante, ed è tremendo leggervi che la prima vittima della società sia l'io. In fondo, l'intero racconto ha origine da una lacerazione dell'identità. Ed è mostruoso il nulla che straripa da ogni ferita subita dopo quella primigenia lacerazione. Lo svolgimento dell'azione si costruisce sopra architetture di vendetta contro il padre - a più riprese Tyler, il protagonista, descrive l'odio verso suo padre che lo ha abbandonato - e di sabotaggio nei confronti di un'umana nostalgia che nei personaggi sopravvive all'abbandono.

  • User Icon

    Franci

    11/05/2020 16:13:13

    Uno dei migliori libri dell'autore, da cui è tratto l'omonimo film. Linguaggio e contenuti molto forti, può risultare "indigesto" agli stomaci non forti. Se vi piacciono le storie nude e crude questo libro fa per voi.

  • User Icon

    Lorenzo

    11/05/2020 13:01:58

    Che dire, unico, fantastico. Una trama assurda ma che a differenza di tanti libri ti lascia veramente qualcosa. Che dire rispecchia a pieno la società odierna. E di chi ne ha le p***e piene.

  • User Icon

    Peppe LaBels

    23/01/2020 10:52:24

    Non un romanzo, ma un urlo di disperazione&rabbia verso una società consumistica. Disperato, sentito e scritto bene, con personaggi tanto pazzi quanto profondi e non banali. Consigliato

  • User Icon

    Maurizio Crispi

    20/01/2020 12:06:14

    Con molto ritardo rispetto al tempo in cui, alla fine degli anni Novanta, è divenuto un libro cult ho cominciato a leggere Fight Club che si può considerare una metafora del nostro tempo, tuttora valida rispetto all'epoca in cui fu scritto. Fight Club, secondo romanzo in carriera i Palhaniuk, ha una scrittura un po' onirica, soprattutto all'inizio, fondata sullo slittamento dei significati, sull'associazione verbale e su altri stratagemmi di scrittura, che erano stati portati all'estremo da Borroghous, per alcuni versi in Pasto Nudo e altri romanzi. Se si supera l'impatto iniziale di questo tipo di prosa, la lettura procede scorrevole. La prima regola del Fight Club è che non si deve mai parlare del Fight Club, come anche la seconda.

  • User Icon

    Simone

    02/12/2019 19:45:43

    Devo ammettere di aver trovato difficoltà nel seguire la storia, causa dello stile narrativo. Però devo dire che il libro funziona e negli ultimi capitoli tutto viene "rivelato". Una storia di persone "perse" con un protagonista psicopatico che mette in piedi un suo mondo che lo innalza a Dio salvo poi implodere. Dà da pensare.

  • User Icon

    Simone

    02/12/2019 10:16:37

    Cult, assolutamente da non perdere. Stile crudo e secco, un mix di violenza, sangue, nichilismo, anarchia per un risultato strepitoso, che non scade mai nella banalità. Lettura avvicente che stimola alla riflessione sempre attuale sui pericoli del consumismo moderno. Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Agnes

    30/09/2019 07:23:56

    Unico nel suo genere, caotico e sconclusionato, ma speciale. Bisogna saperlo apprezzare senza ostinarsi a cercare il senso di ogni virgola e di ogni parola.

  • User Icon

    mat

    24/09/2019 17:32:28

    Un diario di uno psicotico. Pagine e pagine che spiegano come fabbricare bombe e amenità varie. Stile concitato, buon ritmo. Una specie di denuncia estremizzata (e folle) al consumismo e alle apparenze della società. Una lettura che, nonostante i suoi "effetti speciali", sinceramente mi ha annoiato, l'ho trovata fredda, sterile.

  • User Icon

    andy

    24/09/2019 15:58:23

    Ammetto che lo scetticismo che provavo verso quest'opera (disgraziatamente, dopo aver visto il film) era parecchio, dato il fatto che è così famoso e così diffuso. Tuttavia, non solo ci ho messo un paio di giorni a leggerlo, ma pagina dopo pagina ho capito perché è un libro che vale la pena leggere. Mi ha messo un chiodo fisso in testa per mesi e devo dire che la sua fama è decisamente meritata.

  • User Icon

    ugenena97

    23/09/2019 14:16:16

    libro rivoluzionario un vero cult

  • User Icon

    Riccardo Alessio Oliva

    22/09/2019 17:18:53

    La vittoria della disperazione. Dell'incomprensione. Dell'autodistruzione. La furia irrazionale che scaturisce dalla sfortuna e dalla mancata capacità di risolvere la situazione a proprio vantaggio. La valvola di sfogo. Ovvero picchiare la gente, in un duello. Menarsi a più non posso, perché la quotidianità schiaccia la realizzazione di sé, annulla la propria natura umana. La natura umana è anche violenza, non è certo star seduto in un ufficio. Allora siamo umani, meniamoci. La natura umana è anche evoluzione - non sempre positiva, come positivo non è il concetto di natura umana, non è un valore come "Umanità". Il Fight Club si evolve nel Progetto Caos, che mira a distruggere tutto, in perfetto stile anarchico. Il nichilismo autodistruttivo, non certo quel nichilismo atarassico di cui parlo da mesi. Eppure non mi è rimasto niente. Se non la consapevolezza che la frustrazione porta alla disperazione, che porta all'odio, il quale è un guaio per tutti, a partire da chi lo detiene. E la frase che ho riportato all'inizio ha un non so che di speciale. Uno scrittore non è uno che scrive un libro. Una gallina non è un essere vivente pennuto. Un uomo non è uno che guida un camion. Lo rileggerò? Non lo so. È un libro spaventoso o insensato, in base alla propria esperienza di vita. A me ha spaventato. Il Fight Club ha caratteristiche simili a Cosa Nostra: anarchia, segretezza, il fatto che una volta dentro non puoi uscirne vivo. In quanto all'ultima può essere paragonato a Casapound in effetti, almeno a leggere il libro di Raimo. Non dovevo parlare del Fight Club. Oh cacchio. Sono siciliano.

  • User Icon

    Lisa

    20/09/2019 08:46:36

    niente da aggiungere, da non perdere!

  • User Icon

    Alessandro

    29/07/2019 14:27:01

    Fight Club è stata una lettura piacevole. La trama è scorrevole e coinvolgente. Personalmente, ho trovato più coerente col resto della trama il finale del libro, piuttosto che quello del film.

  • User Icon

    Pietro

    30/04/2019 12:16:30

    olpevolmente letto dopo il film...purtroppo ti perdi un bel po...romanzo rivoluzionario, violento, pulp e purtroppo consapevole...consapevole dei nostri tempi, dell'omologazione che ci costringe ad etichettare ed etichettarci, che ci costringe ad un essere ed ad un apparire...il protagonista del romanzo non ha nome, perché potrebbe essere chiunque di noi che un bel giorno si sdoppia inconsapevolmente con quel voler essere che da libero sfogo a tutti i sentimenti e le sensazioni che teniamo chiusi dentro di noi, mentre della cura realtà restano l'insonnia, il cancro ed il sangue... "prima regola del fight club è che non si parla del fight club", e invece no, di questo libro bisognerebbe parlarne ed anche molto...dopo vent'anni attualissimo, e soprattutto dovrebbe rendere tutti noi consapevoli...assolutamente da leggere!!

  • User Icon

    santi

    03/04/2019 14:07:03

    un testo mai ovvio e che scorre fluido, scritto con dose massiccia di intelligenza e in modo divertente. ottima la caratterizzazione dei personaggi. non mi sorprende che l'abbiano usato come base per realizzare un film davvero stupendo.

  • User Icon

    cris

    13/03/2019 11:13:43

    libro avvincente. L'inizio smarrisce un po' ma continuando si entra con facilità negli " strani" meccanismi della mente del protagonista. il libro allena l'intuito del lettore e la scrittura è scorrevole

Vedi tutte le 35 recensioni cliente

«Tu non sei il tuo lavoro, non sei la quantità di soldi che hai in banca, non sei la macchina che guidi, né il contenuto del tuo portafogli, non sei i tuoi vestiti di marca. Sei la canticchiante e danzante merda del mondo!»

Un uomo senza nome, depresso e alienato, cerca emozioni forti in gruppi di sostegno per malati terminali.
Per fuggire dal pantano di una vita standardizzata e priva di significato, distruggerà la sua casa e creerà delle associazioni di combattimento clandestine: i fight club.
Aiutato dall’enigmatico messia nichilista Tayler Durden, darà vita a un progetto anarchico di rivoluzione globale.
Un’esasperata critica sociale tra dilemmi generazionali e crimini esecrabili. Al lettore non rimane che affrontarli con l’unica arma a sua disposizione: la propria coscienza.

Recensione di Alberto Clementi

A cura del Master Professioni e prodotti dell’editoria - Collegio Universitario "Santa Caterina da Siena” in collaborazione con l’Università di Pavia

  • Chuck Palahniuk Cover

    Il suo nome, Palahniuk, nasce in seguito ad una visita alla tomba dei suoi due nonni di cui utilizza i nomi, Paul e Nick, da cui Paul-ha-nick, Paulhaniuck. Chuck intraprende la scrittura all'età di 6 anni. A vent'anni frequenta il corso di giornalismo all'Università pubblica dell'Oregon, e si laurea nel 1986. Durante gli studi lavora alla National Public Radio in Oregon. Si trasferisce a Portland dove lavora per un giornale locale per un breve periodo e, subito dopo, comincia a lavorare come meccanico. Durante questo periodo scriverà manuali di meccanica e collaborerà saltuariamente con dei giornali. Abbandona la carriera di giornalista nel 1988. Verso i trent'anni scrive il suo primo romanzo Invisible Monsters, una storia di apparenze, di cambiamenti d'identità,... Approfondisci
Note legali