Categorie

Andrea Camilleri

Collana: La memoria
Edizione: 14
Anno edizione: 1997
Pagine: 148 p. , Brossura
  • EAN: 9788838913389

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Carla Biolchini

    11/10/2015 10.36.56

    Questo romanzo storico di Camilleri ci catapulta nella Vigata di fine Ottocento, col suo vivace commercio di zolfo. Riusciranno i commercianti a prendersi una rivincita su un loro collega non proprio onesto? Se vi va fate un salto a questo link e leggete la mia recensione completa di questo libro: http://www.libri.we-news.com/recensioni-libri/u/268-recensione-un-filo-di-fumo-libro-di-andrea-camilleri

  • User Icon

    Anna

    14/11/2011 10.50.30

    Il romanzo storico meno riuscito dell'autore. Faticoso nella scrittura e farraginoso nell'intreccio.

  • User Icon

    MaunaKea

    30/08/2005 21.14.18

    E' il secondo libro scritto da Camilleri, datato 1980 (prima pubblicazione Garzanti), esce poi nel 1997 per Sellerio. Ho letto e anche riletto tutti i libri di Camilleri, e questo e' quello che mi risulta meno coinvolgente. Lo spunto e' ottimo, la fine, lievemente prevedibile ma, comunque divertente, sono pero' i differenti siparietti per descrivere i vari personaggi ad essere troppo corti, troppi personaggi che inevitabilmente si tende a dimenticare anche se non si legge frettolosamente, dovendo dunque tornare indietro a cercarli nuovamente; a parte alcune caratterizzazioni principali, la maggior parte e' troppo succintamente descritta e non rimane impressa. Insomma a mio avviso un libro degli inizi, valido per gli appassionati di Camilleri che vogliono avere un quadro completo delle sue opere.

  • User Icon

    mirella

    18/01/2005 21.42.48

    Questo pezzetto di storia siciliana mi ha così coinvolta che dopo averlo letto sono andata a cercarmi altri libri sulle solfare nella provincia di Caltanissetta e Siracusa. Anche in versione anticata Vigata rimane sempre il centro di avventure incredibili con personaggi mai del tutto inventati.Da non perdere.

  • User Icon

    Dario

    29/07/2003 17.37.09

    Tra i primi romanzi di Camilleri (1980) "Un filo di fumo" è ambientato alla fine del 1800 nel solito paese fantasioso di Vigata e nel suo ricco ambiente del commercio dello zolfo. Non mi ha appassionato, anche se gli spunti interessanti non mancano, totalmente assente l’ironia che apprezzo nelle altre opere di Camilleri. La trama è semplice, una potente e "ammanicata" famiglia di estrattori e commercianti di zolfo si è arricchita a spese dell’intero paese, lasciando una scia di strisciante odio. Il tracollo dei Barbabianca sembra essere arrivato sotto forma di una nave russa; la traccia del fumaiolo che tutti (tranne i Barbabianca) aspettano sancirà l’insolvenza contrattuale della potente famiglia. I poveri restano poveri, i ricchi restano ricchi, i cattivi diventano sempre più cattivi e i buoni, se c’erano, rimangono nascosti bene ! Bello come al solito il connubio tra italiano e dialetto, alla fine di questo breve romanzo viene riportato un glossario dei termini dialettali con tanto di spiegazioni di alcuni detti popolari. Pubblicato in origine da Garzanti, è disponibile nell'ed. Sellerio (2001) a 7,75 Euro.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione