Fiore di roccia

Ilaria Tuti

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 8 giugno 2020
Pagine: 320 p., Rilegato
  • EAN: 9788830455344

nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Di ambientazione storica

Salvato in 515 liste dei desideri

€ 17,86

€ 18,80
(-5%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Fiore di roccia

Ilaria Tuti

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Fiore di roccia

Ilaria Tuti

€ 18,80

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Fiore di roccia

Ilaria Tuti

€ 18,80

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (18 offerte da 17,67 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Con Fiore di roccia Ilaria Tuti celebra il coraggio e la resilienza delle donne, la capacità di abnegazione di contadine umili ma forti nel desiderio di pace e pronte a sacrificarsi per aiutare i militari al fronte durante la Prima guerra mondiale. La Storia si è dimenticata delle Portatrici per molto tempo. Questo romanzo le restituisce per ciò che erano e sono: indimenticabili.

«Ilaria Tuti costruisce un romanzo teso in cui nessuna parola è superflua, nessuna descrizione "decorativa": le piaghe sulle spalle martoriate delle ragazze, gli occhi "bui" dei soldati, un pasto misero consumato in silenzio, le lacrime trattenute e le poche risate sono le (bellissime) tessere di un mosaico epico e scarno insieme.» - Corriere della Sera

«Quelli che riecheggiano lassù, fra le cime, non sono tuoni. Il fragore delle bombe austriache scuote anche chi è rimasto nei villaggi, mille metri più in basso. Restiamo soltanto noi donne, ed è a noi che il comando militare italiano chiede aiuto: alle nostre schiene, alle nostre gambe, alla nostra conoscenza di quelle vette e dei segreti per risalirle. Dobbiamo andare, altrimenti quei poveri ragazzi moriranno anche di fame. Questa guerra mi ha tolto tutto, lasciandomi solo la paura. Mi ha tolto il tempo di prendermi cura di mio padre malato, il tempo di leggere i libri che riempiono la mia casa. Mi ha tolto il futuro, soffocandomi in un presente di povertà e terrore. Ma lassù hanno bisogno di me, di noi, e noi rispondiamo alla chiamata. Alcune sono ancora bambine, altre già anziane, ma insieme, ogni mattina, corriamo ai magazzini militari a valle. Riempiamo le nostre gerle fino a farle traboccare di viveri, medicinali, munizioni, e ci avviamo lungo gli antichi sentieri della fienagione. Risaliamo per ore, nella neve che arriva fino alle ginocchia, per raggiungere il fronte. Il nemico, con i suoi cecchini – diavoli bianchi, li chiamano – ci tiene sotto tiro. Ma noi cantiamo e preghiamo, mentre ci arrampichiamo con gli scarpetz ai piedi. Ci aggrappiamo agli speroni con tutte le nostre forze, proprio come fanno le stelle alpine, i «fiori di roccia». Ho visto il coraggio di un capitano costretto a prendere le decisioni più difficili. Ho conosciuto l’eroismo di un medico che, senza sosta, fa quel che può per salvare vite. I soldati ci hanno dato un nome, come se fossimo un vero corpo militare: siamo Portatrici, ma ciò che trasportiamo non è soltanto vita. Dall’inferno del fronte alpino noi scendiamo con le gerle svuotate e le mani strette alle barelle che ospitano i feriti da curare, o i morti che noi stesse dovremo seppellire. Ma oggi ho incontrato il nemico. Per la prima volta, ho visto la guerra attraverso gli occhi di un diavolo bianco. E ora so che niente può più essere come prima.»
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,72
di 5
Totale 47
5
38
4
7
3
0
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Cristina52

    19/09/2020 15:46:22

    Era da tanto tempo che non leggevo un libro così emozionante! Narrazione di struggente intensità. Consigliatissimo

  • User Icon

    roccia

    17/09/2020 15:20:22

    sono ormai un fan dell' autrice. Bella la ricostruzione storica, commovente senza scadere in banalità. Mi rende orgoglioso essere un' alpino.

  • User Icon

    Eli Book's

    16/09/2020 16:55:38

    "Fiore di roccia" celebra il coraggio delle donne, pronte a rischiare la loro vita per aiutare i soldati al fronte. Ilaria Tuti restituisce alla memoria una storia per molto tempo dimenticata, quella delle Portatrici carniche. Durante la prima guerra mondiale donne, più o meno giovani, si inerpicavano sulle montagne con la gerla in spalla per raggiungere il fronte e portare ai soldati quello di cui avevano bisogno, dal cibo alle munizioni. Durante la discesa spesso il carico era sostituito dalle barelle con i feriti o chi lassù aveva perso la vita. Una scrittura poetica per una pagina di storia molto toccante, dove la montagna è viva e le emozioni tangibili, una storia che merita di essere ricordata.

  • User Icon

    elena

    15/09/2020 11:26:30

    Carino

  • User Icon

    alessia

    09/09/2020 15:20:22

    Grazie alle recensioni leggerò il libro. Come faccio spesso sono andata alle ultime pagine, alla Nota dell'autrice, e ho letto una frase che mi ha stupito: "Portatrici e uomini hanno difeso confini sacri...". Nel 2020 parlare di "confini sacri" mi sembra proprio retorico, i confini "sacri" o "naturali" non esistono, sono sempre il risultato di guerre, imposizioni, accordi tra le parti. Ho visitato alcuni cimiteri militari, ma non quello di Timau, ma di certo non ho pensato che "chi vi è sepolto si è sacrificato per me". L'Italia è entrata in guerra contro i suoi alleati, in questo caso l'Austria, perchè voleva sottrarle Trento e Trieste, quei poveretti non si sono di certo sacrificati per me, in nome di che cosa, poi?, non sono andati in guerra di loro spontanea volontà, sono stati "carne da cannone" mandati al macello dai loro superiori. Il voto è 4 perchè sono convinta che sia un romanzo che racconta un altro pezzettino di Storia.

  • User Icon

    Ross

    07/09/2020 08:23:29

    Ho letto tutti i libri di Ilaria Tuti e , pur amandola molto come giallista , credo che in questo libro si sia superata . Una storia drammatica e intensa che ha trattato con una delicatezza ed un equilibrio rari . Non una pagina di troppo , non una parola di troppo . Era facile cadere nell'eccesso emozionale su un argomento tragico come la Grande Guerra , invece la Tuti è riuscita a creare un gioiello di dignità e di eroismo . Leggendo queste pagine mi sono sentita orgogliosa di essere italiana. Una verità toccante e sconosciuta , che dimostra come ognuno di noi può fare la differenza tra il bene ed il male.

  • User Icon

    Lisa67

    06/09/2020 14:51:56

    Ho appena terminato per la seconda volta questo libro ; scritto in modo molto chiaro ed esauriente, mettendo in primo piano la condizione femminile durante la 1 guerra mondiale attraverso le portatrici donne di grande forza, umanità e coraggio. Bellissimo 🤩

  • User Icon

    maura

    29/08/2020 12:43:03

    Meraviglioso!!! Una storia di coraggio, onore e umanità. Bellissime le profonde riflessioni morali che vengono presentate. Peccato averlo concluso, è durato troppo poco me è rimasto nel cuore, indimenticabile.

  • User Icon

    Annalisa

    29/08/2020 10:53:57

    bellissimo libro. Mette in risalto l'importante ruolo delle donne del Friuli impegnate sul Carso durante la prima guerra mondiale. storia poco conosciuta ma molto interessante ed illuminante

  • User Icon

    Tiziana70

    27/08/2020 10:06:52

    Ho comprato il libro mentre mi trovavo in vacanza proprio in Carnia e dopo aver visitato il museo della Grande Guerra e il sacrario militare di Timau. Ho letto tutto d'un fiato questo romanzo intriso di storia e di passione e sono rimasta colpita dalla maturità umana e letteraria dell'Autrice che ringrazio per aver sottratto al silenzio e all'oblio la storia delle Portatrici carniche. Non lo nascondo: più di una volta mi sono commossa e ho sentito il bisogno di raccontare a chi mi era vicino la storia tragica e meravigliosa di queste pagine. E' finito troppo presto...

  • User Icon

    Camillo

    26/08/2020 07:12:41

    Libro bellissimo, uno dei migliori mai letti. Divorato in appena 3 giorni, mi ha emozionato e talvolta commosso.

  • User Icon

    Chiara68

    23/08/2020 20:25:51

    Emozionante!! Assolutamente da leggere

  • User Icon

    Nenetta1974

    19/08/2020 19:14:05

    Unico, commovente e impietoso ... da leggere!

  • User Icon

    ST360

    10/08/2020 19:02:57

    Ho appena terminato la lettura di questo interessante libro. Tre i punti di forza di "Fiori di roccia": la trama, il messaggio e lo stile. Una storia incentrata sul tributo offerto dalle portatrici friulane alla prima guerra modiale. L´operato delle donne è sempre stato dimeticato o fortemente ridimensionato. Qui viene portato a nuova luce. Ho letto questo libro con un grande piacere non solo per la storia in sé, che racconta uno spaccato della vita del Friuli e della guerra, ma soprattutto è un libro sulla riscoperta dei valori veri: amicizia, fiducia, onore, rispetto, obbedienza. Parole non vacue ma pregne di profondo significato. Questo libro, come molti altri, hanno dato voce alla loro fatica, al loro esporsi, al loro coraggio, determinazione e orgoglio. L´autrice ha saputo traferire sulla carta il senso dell´onore, e della patria di questi giovani soldati e donne. Si sono immolati per una causa: salvare la patria. È un libro sulla riflessione dei valori, sul non dimenticare. Talvolta ci dimentichiamo di loro e spesso dimentichiamo e deturpiamo ciò che hanno costruito con il loro valore, amore e sangue. I giovani ma anche i meno giovani dovrebbero leggere libri di questo tipo per capire cosa significa l´onore. Quali sono gli ideali di oggi? Bisogna leggerlo per capire cosa sia importante, a cosa dare valore, per cosa vale lottare. Non dimentichiamo cosa queste persone, uomini e donne hanno fatto. Giovani che avevano un ideale per cui vivere e morire. Grazie per non aver dimenticato queste giovani vite. Il libro è scritto molto bene, offrendo un valore aggiunto alla storia.

  • User Icon

    Claudio

    07/08/2020 11:29:54

    Autunno - inverno 1915. Siamo in Carnia, terra di confine sulle cui montagne si combatte fra italiani e austriaci. In basso, nella valle, le donne sono invitate a portare con le loro gerle viveri e munizioni agli alpini che combattono e che resistono a un nemico superiore di numero e di armamenti. Agata è una di queste: nubile, poco più di ventenne, orfana di madre (era la maestra del paese) vive con il padre ex cacciatore, analfabeta, colpito da ictus. La fame è tanta e anche per questo Agata, Viola, Lucia, Caterina e altre accettano il duro lavoro. Che è anche pericoloso per la presenza di cecchini austriaci. Al fronte Agata conosce il capitano Colman e il medico tenente Janes con cui entra in sintonia. Passano le stagioni e in un inverno molto nevoso Agata, scendendo a valle armata del fucile del papà, ferisce il cecchino più pericoloso, Ismar, un giovane viennese di nobile famiglia. Lo salva e lo nasconde in casa sua. Nel frattempo il capitano si immola per salvare i suoi soldati e il tenente, prendendo il suo posto, lo vendica. Ma Ismar viene scoperto e così Agata e il soldato austriaco devono fuggire. Dopo molti anni Agata, dopo aver vissuto in molti paesi con Ismar (diventato suo marito) e con i figli torna in Carnia dopo il terremoto del '66 e le tornano in mente quei duri mesi. Fiore di roccia è la stella alpina, che il capitano regala ad Agata una delle prime volte che le portatrici arrivarono al fronte. Romanzo, perché Agata e Ismar sono immaginari, ma tutto il romanzo ruote su persone e fatti realmente accaduti.

  • User Icon

    Chiara

    04/08/2020 22:07:38

    Narrazione scorrevole, anche se in alcuni punti può risultare un pochino pedante, l'autrice tratta dell'aiuto svolto dalle portatrici a favore degli Alpini durante la prima guerra mondiale in Carnia, complimenti per lo studio della questione! Concordo con chi prima di me ha evidenziato che l'ultimo capitolo sembra essere stato scritto un pochino in fretta

  • User Icon

    pabla

    03/08/2020 10:27:36

    E' un libro fuori dal coro in tutti i sensi. Restituisce dignità a tutte le donne di cent'anni fa durante uno dei periodi più brutti della nostra storia. Ricordo ancora le storie raccontate da una mia carissima prozia, frammenti del tempo di guerra, lei, nata nel 1902 in una zona di confine con l'Austria, era solo una ragazzina che diceva che "l'an de la fam" ovvero il 1917 non sapeva di che sopravvivere, parlava di armi, di soldati, di soprusi, di freddo e di fame ... tanta fame Ecco questo libro mi ha riportato ai ricordi di Agnese. Che tristezza! Ma che dolcezza!

  • User Icon

    Rita V.

    31/07/2020 13:46:46

    Imperdibile! Grazie all'autrice.

  • User Icon

    vale

    27/07/2020 20:12:33

    Un romanzo che emoziona dalla prima all ultima parola. Una scrittura elegante ed evocativa. Era davvero da tanto che non leggevo un libro così bello. Un grazie ad Ilaria Tuti per aver raccontato questo pezzetto importante di storia che in pochi conoscevano.

  • User Icon

    Megant

    26/07/2020 17:34:53

    Sublime. Forte e delicato nonostante la crudezza di alcuni degli eventi raccontati. Si vede che l'Autrice ci ha messo il cuore e tutta sé stessa in questo romanzo. Personaggi bellissimi, tante emozioni. Non ho rimpianto Teresa Battaglia anche se non vedo l'ora di ritrovarla in un prossimo romanzo. Fa venire voglia di una vacanza in Friuli...

Vedi tutte le 47 recensioni cliente
  • Ilaria Tuti Cover

    Ilaria Tuti vive a Gemona del Friuli, in provincia di Udine. Ha studiato Economia. Appassionata di pittura, nel tempo libero ha fatto l’illustratrice per una piccola casa editrice. Nel 2014 ha vinto il Premio Gran Giallo Città di Cattolica. Il thriller Fiori sopra l'inferno, edito da Longanesi nel 2018, è il suo libro d'esordio. Ha scritto anche: Ninfa dormiente (Longanesi, 2019) e Fiore di roccia (Longanesi, 2020). Approfondisci
Note legali