La forma dell'acqua

Andrea Camilleri

Collana: La memoria
Edizione: 20
Anno edizione: 1994
In commercio dal: 10 marzo 1994
Pagine: 173 p., Brossura
  • EAN: 9788838910173
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,32
Descrizione

Scelto da IBS per la Libreria ideale perché Camilleri, con il suo Montalbano, ha rimescolato i canoni del giallo italiano e questo è il primo romanzo di una serie di straordinario successo.

Il primo omicidio letterario in terra di mafia della seconda repubblica - un omicidio eccellente seguito da un altro, secondo il decorso cui hanno abituato le cronache della criminalità organizzata - ha la forma dell'acqua (""Che fai?" gli domandai. E lui, a sua volta, mi fece una domanda. "Qual è la forma dell'acqua?". "Ma l'acqua non ha forma!" dissi ridendo: "Piglia la forma che le viene data"). Prende la forma del recipiente che lo contiene. E la morte dell'ingegnere Luparello si spande tra gli alambicchi ritorti e i vasi inopinatamente comunicanti del comitato affaristico politico-mafioso che domina la cittadina di Vigàta, anche dopo il crollo apparente del vecchio ceto dirigente. Questa è la sua forma. Ma la sua sostanza (il colpevole, il movente, le circostanze dell'assassinio) è più antica, più resistente, forse di maggior pessimismo: più appassionante per un perfetto racconto poliziesco. L'autore del quale, Andrea Camilleri, è uno scrittore e uno sceneggiatore che pratica il giallo e l'intreccio con una facilità e una felicità d'inventiva, un'ironia e un'intelligenza di scrittura che - oltre il divertimento severo del genere giallo - appartengono all'arte del raccontare. Cioè all'ingegno paradossale di far vedere all'occhio del lettore ciò che si racconta, e di contemporaneamente stringere con la sua mente la rete delle sottili intese.

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Daniele

    23/09/2018 12:12:05

    Da amante della serie tv, decido di iniziare a leggere Camilleri. Lettera piacevole e coinvolgente, le parole in Siciliano sono ben comprensibili. Continuerò con altri libri di Montalbano.

  • User Icon

    Andrea

    18/09/2018 15:48:22

    Primo libro letto di Camilleri, ancora prima di vedere il corrispettivo episodio della nota fiction RAI. Nonostante l'iniziale cripticità data dallo stretto dialetto, poi le parole si sciolgono e le pagine scivolano via che è un piacere. Lettura veloce, che impegna per un weekend, molto appassionante e divertente. Consigliato.

  • User Icon

    Niccolo'

    17/06/2018 17:54:09

    Un classico di Camilleri!!!!!

  • User Icon

    archipic

    11/06/2014 17:47:32

    Esordio di Montalbano e da subito piacevolezza di lettura; più incentrato all'indagine che sui personaggi veri e propri che qui si muovono, tranne il protagonista, ancora ai margini. Libro che si fa leggere volentieri.

  • User Icon

    paolo

    14/04/2014 08:43:07

    Piacevole libro di Camilleri molto ben scritto che al di la' dell'indagine comunque ben condotta mostra notevole studio dei personaggi e approfondita analisi dei meccanismi sottesi alla nostra vita politica.Sicuramente da leggere.

  • User Icon

    Chri

    14/03/2014 18:21:23

    Primo romanzo di Camilleri che mi appresto a leggere, piacevolmente stupito. Definirlo giallo, secondo me, è riduttivo. Credo che l'intento di Camilleri, fondamentalmente, sia quello di raccontarci un uomo e la sua sensibilità, e lo fa perfettamente attraverso il ciclo di Montalbano. L'intreccio passa un po' in secondo piano, ma senza dubbio il lettore non può che provare empatia e identificarsi con il Commissario di Vigata. Il finale, poi, lo reputo abbastanza poetico nella sua semplicità. Promosso a pieni voti

  • User Icon

    Fabio74

    10/12/2013 14:21:55

    Primo libro della serie Montalbano e per quanto mi riguarda il primo che leggo del grande autore siciliano Camilleri.Non ho termini di paragone con altri libri della serie che sicuramente leggero'ma posso dire che e' stata una lettura scorrevole e mai noiosa,le parole in dialetto siciliano non sono state un problema,anzi le ho trovate divertenti e danno un valore aggiunto all'opera.Buona la trama e nel complesso consiglio vivamente questo libro a chi si avvicina per la prima volta al mitico commissario.Ciao a tutti e al prossimo

  • User Icon

    violoncella

    21/11/2013 15:03:26

    Ho seguito e amato molto i film di Montalbano,dunque ho deciso di leggere i suoi romanzi iniziando dal primo.Mi è piaciuto molto,semplice e scorrevole e la lingua non è un grosso problema.Ho deciso di dare solo 3 perchè comunque non è un capolavoro.E' il primo libro che leggo di Camilleri dunque non lo so paragonare ad altri.Comunque direi che per chi vuole iniziare a conoscere Montalbano è molto meglio iniziare dal primo!

  • User Icon

    Daniele

    16/10/2013 15:15:16

    Spinto dalla serie tv, decido di iniziare a leggere,Camilleri pur avendo timore del siciliano.Che dire si legge bene e la lingua non è un problema, consiglio quindi di iniziare dal primo.Non do un 5 perchè essendo agli inizi devo leggere altre storie.

  • User Icon

    Giuseppe

    28/05/2013 16:53:59

    il primo libbro di montalbano che leggo,lo trovato molto coinvolgente,piacevole,l'unica pecca il finale molto confusionario,comq da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Tiziana

    30/04/2013 11:12:21

    Un po' deludente, sbrigativo, meno coinvolgente di altri.

  • User Icon

    Simone

    18/03/2011 13:31:57

    Il primo libro di Camilleri che leggo, ne sono rimasto piacevolmente sorpreso, un autore preciso, intrigante e ironico. Montalbano è un grande! Ho già comprato il secondo libro "Il cane di terracotta"

  • User Icon

    Elisa

    29/07/2009 09:55:08

    Primo romanzo con il mitico Montalbano protagonista! L'ho letto con interesse anche se non mi ha colpita in modo particolare, perchè ho letto molti altri libri di Camilleri, scritti successivamente a "La forma dell'acqua", nei quali la tecnica narrativa si è raffinata... Quindi a confronto questo romanzo mi è sembrato un po' freddino, a tratti poco chiaro. Per chi non ha dimestichezza con il siciliano consiglio di cominciare con questo romanzo e di proseguire in ordine: anche se ogni indagine procede a sè e i personaggi sono quasi sempr egli stessi, via via Camilleri ci abitua al siciliano, al dialetto Girgentino, al carattere di Montalbano. Ad ogni modo, una lettura consigliatissima!

  • User Icon

    Roderick

    09/11/2008 11:20:59

    Quello che avete tra le mani è il primo romanzo ad avere come protagonista il commissario Montalbano, quindi se volete (come me) iniziare a leggere tutte le sue avventure, partite da qui. Nonostante un forte uso del siciliano (che poi non è siciliano ma è un siciliano italianizzato o un italiano sicilianizzato) che inizialmente potrà crearvi qualche difficoltà, direi che l'intreccio scorre abbastanza velocemente. Unico neo: un punto del romanzo che mi lascia un po' oscuro e che non mi fa dare un bel 5.

  • User Icon

    damiano

    14/10/2008 14:58:09

    Il libro è piacevole e si legge bene anche se risulta più lento di quelli scritti successivamente

  • User Icon

    mirko

    13/06/2007 15:35:37

    E' il primo libro della saga del commissario e un pò lo si avverte. Montalbano sembra ancora acerbo e poco incline alle riflessioni che tanto lo contraddistinguono nei romanzi successivi. Camilleri comunque riesce sempre ad appassionare e a rendere l'ora della lettura come la più attesa di tutta la giornata.

  • User Icon

    Giuliopez

    15/05/2007 11:16:23

    Il mio esordio con Camilleri ed il suo commissario Montalbano. Non ho letto gli altri della serie, ma se sono ancora più affascinanti e coinvolgenti di questo... Penso che si sia detto tutto sullo stile di Camilleri, personalmente l'ho trovato molto originale, non appesantisce la lettura e permette senza spiegazioni di comprendere il significato anche dei termini siciliani. Ho in programma la lettura di altri romanzi (con Montalbano e non) di questo maestro della letteratura moderna.

  • User Icon

    andrea

    31/01/2007 18:10:25

    Per i pochi che ancora non hanno letto Camilleri, questo romanzo è il "debutto" di Montalbano. Quindi, se volete entrare nel commissariato di Vigata, partite da qui. Le doti del Camilleri scrittore ci sono già tutte: uno stile accattivante, una sceneggiatura che dimostra tutto il mestiere dell'autore (Camilleri era già sceneggiatore tv e autore teatrale di grande talento ed esperienza...da qui la sua capacità di costruire intrecci narrativi perfetti), un esperimento linguistico degno di nota (si badi bene, la lingua non è dialetto, ma solo un italiano sicilianizzato, quasi una lingua inventata, quindi basta avere un po' di pazienza e le iniziali difficoltà di comprensione spariranno). Molto bello, anche se i risultati massimi Camilleri li raggiungerà con alcuni romanzi successivi.

  • User Icon

    Giorgio

    11/07/2006 10:13:03

    Ho letto per la prima volta il libro dopo averne letti molti altri del Commissario di Vigata, e devo dire che leggendolo si capisce che e` il primo della serie; difatti la storia e` , a mio avviso, ancora troppo legata a fatti mafiosi e politici corrotti, mentre manca l' intreccio che contraddistingue i due successivi romanzi "IL CANE DI TERRACOTTA" e "IL LADRO DI MERENDINE" (che trovo i migliori di tutta la serie)mancano inoltre le descrizioni "psicologiche" dei vari personaggi del commissariato (Mimi,Fazio, Catarella, Gallo, Galluzzo etc..).

  • User Icon

    Vicky Vale

    15/11/2005 14:30:17

    Bello e coinvolgente. Camilleri riesce in pochi tocchi a tratteggiare alla perfezione i caratteri dei suoi personaggi. L'indagine è tra le più interessanti, peccato solo che il finale si chiuda un po' frettolosamente.

Vedi tutte le 28 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione