Categorie

Alberto Arbasino

Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Edizione: 2
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
Pagine: 1372 p.
  • EAN: 9788845915499

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Adriano R.

    28/07/2014 03.37.22

    Ha raccolto la cultura italiana, anzi, europea, anzi, occidentale: questo libro contiene discettazioni, interi dialoghi, accenni o anche solo nomi riferentesi a tutta la maggiore vita colta italiana ed europea. Se dovesse sopravvivere solo questo libro a una ipotetica apocalisse, potremmo risalire a tutto o quasi tutto quel che la vita culturale dell'occidente creò. Scusate se mi ripeto all'infinito: come la incomparabile Ricerca di Proust racchiude un'epoca e un mondo, così 'Fratelli d'Italia' per conto proprio. Enciclopedia di un mondo, PETITE RECHERCHE. Bisognerebbe leggerne un brano al giorno ogni giorno, è mastodontico nella sua erudizione, è veramente inesauribile. E pure i momenti dove la tensione intellettuale si allenta e i personaggi 'vivono' sono scritti ottimamente. Arbasino è coltissimo, e il suo stile idem. Mi ha folgorato.

  • User Icon

    Dottorgonzo

    13/11/2009 15.17.56

    Bello, la "petite Recherche" della letteratura italiana.

  • User Icon

    luciano comida

    01/06/2009 18.30.11

    Capisco sia gli entusiasti ("un romanzo profondo, divertentissimo e fondamentale") sia i fuggitivi ("illeggibile, costruito sul vacuo chiacchiericcio"). Io amo questo libro e ci torno spesso, anche perchè leggendolo mi sono pure fatto delle grosse risate (quando vuole, Arbasino è un geniale umorista). Però ammetto che (se non si entra in sintonia con la sua scrittura, col suo ritmo rapsodico, col suo fitto rimando culturale) si può rimaner spiazzati, smarriti e annoiati. Utilissimo il suggerimento di trovare (e confrontare tra loro) le versioni: la Feltrinelli del 1963 che aveva 534 pagine, la Einaudi del 1976 che era passata a 659 pagine e la Adelphi del 1993 che è traboccata a 1371 pagine). Cercando nelle librerie dell'usato, si riesce a rintracciare i volumi. E a un costo ragionevole. Mi sa che stasera riprendo FRATELLI D'ITALIA e ne leggo un po': in quest'Italia disgustosa e plebea del berlusconide 2009 ho voglia di raffinatezza.

  • User Icon

    Damiano

    20/05/2009 11.25.49

    Più che esprimere la mia (insignificante) opinione, intendo dare delle informazioni oggettive su questo libro, quelle stesse che avrei voluto (vanamente) trovare io. È un romanzo ambientato nei Sessanta; i protagonisti, sodomiti compiaciutissimi, raffinati e snob, vanno su e giù per l'Italia, con qualche sconfinamento in Baviera e a Londra, passando il tempo tra mostre d'arte e festival di musica. L'infinito cicaleccio sulla sorte del romanzo e sullo stato della musica contemporanea viene di tanto in tanto interrotto da prestazioni erotiche omosessuali a pagamento.

  • User Icon

    Francesco

    16/01/2007 09.44.39

    Tanto per alzare la media..... una sola parola: "FONDAMENTALE" e fondamentale sarebbe,se avete tempo, leggere,se le trovate, la prima versione Feltrinelli,poi la Einaudi ed infine questa Adelphi: una riscrittura dietro l'altra.

  • User Icon

    maqroll

    12/11/2006 19.22.48

    In 1400 pagine l’estate intelligentissima e scabrosa di un gruppo di bei giovini nei profondi e superficiali anni ‘60. Manca la trama: ciò che vi accade è solo infinita conversazione.

  • User Icon

    Paolo

    02/03/2006 13.13.01

    ho a disposizione, per questo commento, duemila caratteri e passa. Be', ne usero' solo alcuni per dire che aveva ragione Pasolini a considerare Fratelli d'Italia un libro sottovalutato, e che e' forse il piu' importante del dopoguerra. Ma si sa, le cose buone sono sempre ben nascoste...

  • User Icon

    vulmaro

    24/09/2005 23.03.04

    bastano le prime righe e non ci si scollerà più da questo libro. una lettura fondamentale. una scrittura straordinaria e originalissima. il libro più geniale e pazzo che sia mai stato scritto. questa è letteratura! al macero pynchon, e le sue trame cervellotiche. viva la scrittura.

  • User Icon

    Daniele

    11/07/2005 19.03.27

    Libro semplicemente straordinario.

  • User Icon

    Paolo Beltrami

    21/10/2004 13.55.47

    Sopravvalutato. Arbasino per favore lasciaci stare in pace e dormi sonni tranquilli. Non me ne frega un fico secco delle tue pippe di ragazzo carico di soldi e di tempo da perdere. Non leggete sta'fesseria di libro!!!

  • User Icon

    hal

    21/02/2003 09.29.27

    Aveva fatto benissimo Bassani a rifiutare di stampare questo romanzo per Feltrinelli.

  • User Icon

    maramao

    10/02/2003 10.06.19

    il romanzo + sopravvalutato del + sopravvalutato scrittore italiano.

  • User Icon

    Angelo Ventura

    27/11/2002 06.35.58

    Questo libro è una miniera di notazioni,osservazioni, parodie e riflessioni,da leggere ogni tanto,a piccole dosi per volta, prendendo una pagina a caso. Raccomando lo stream-of-consciousness finale dell'amante maltrattato, con improvvisa sterzata nella storia recente.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione