-40%
Il fratello unico. Un'indagine di Saul Lovisoni - Alberto Garlini - copertina

Il fratello unico. Un'indagine di Saul Lovisoni

Alberto Garlini

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 28 febbraio 2017
Pagine: 178 p., Rilegato
  • EAN: 9788804673361
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Nella lista dei desideri di 16 persone

€ 10,80

€ 18,00
(-40%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Il fratello unico. Un'indagine di Saul Lovisoni

Alberto Garlini

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il fratello unico. Un'indagine di Saul Lovisoni

Alberto Garlini

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il fratello unico. Un'indagine di Saul Lovisoni

Alberto Garlini

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 18,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Alberto Garlini mette la sua scrittura sempre ispirata ed elegante, generosa di immagini che catturano per la loro originalità, al servizio di un giallo raffinato e perfettamente congegnato.

«Vi prego» disse Saul, «ricomponetevi. Non siamo qui per scoprire chi ha ragione. Tutti voi siete convinti delle storie che raccontate. Ma avere ragione non è interessante. Anzi, è noioso. Noi siamo qui per un compito più alto: scoprire la verità.»

A Parma tutti conoscono Saul Lovisoni: di famiglia ricchissima, una laurea in Diritto internazionale ad Harvard, per anni ha fatto il poliziotto. Dopo aver risolto brillantemente alcuni casi, ha scritto un romanzo giallo da un milione di copie, ma il successo gli ha portato solo guai. Persa la donna che amava, Saul si è ritirato a vita privata in una grande casa di campagna dove trascorre il tempo ascoltando la voce malinconica e potente del Po e riempiendo con la sua scrittura indecifrabile file di taccuini neri: accenni di trame, idee, riflessioni. Ora però vuole tornare in attività, non più in polizia ma da investigatore privato, e ha bisogno di un'assistente. Reclutata sulla base di un brevissimo colloquio incentrato sull'incipit di Emma di Jane Austen, Margherita ha ventisei anni, due piercing, un tatuaggio, una mente affilata e soprattutto un talento raro nel riconoscere una storia. Sì, perché in fondo non c'è poi tanta differenza tra il lavoro di un investigatore e quello di uno scrittore; comprendere la narrativa sottesa a un delitto, ricostruire il romanzo esistenziale dei personaggi coinvolti e arrivare al colpevole: ecco il metodo di Saul, Sherlock Holmes della Bassa Parmigiana che ha finalmente trovato il suo Watson. Quando Cosima Allandi di Porporano chiede il loro aiuto per ritrovare il fratello Bernardo – la cui intempestiva scomparsa rischia di far fallire una speculazione edilizia a cui la famiglia tiene molto –, Saul e Margherita si mettono all'opera. Tra interrogatori condotti come sedute psicoanalitiche e minuziosi sopralluoghi, Margherita si scopre sempre più attratta dal geniale e fragile Saul. Che segreti si celano nel suo passato? Cosa lo ha condotto all'esilio volontario, quali colpe vuole espiare? Alberto Garlini mette la sua scrittura sempre ispirata ed elegante, generosa di immagini che catturano per la loro originalità, al servizio di un giallo raffinato e perfettamente congegnato, scandito da dialoghi brillanti, capace di conquistare gli appassionati del genere e non solo.
4,75
di 5
Totale 4
5
3
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Daniele

    19/09/2018 19:19:53

    Garlini è una buona penna. La scrittura è piana e godibile e il romanzo mi è piaciuto anche se alla fine risulta di trama piuttosto semplice. Un po' forzata la caratterizzazione del protagonista.

  • User Icon

    Fabio S.

    11/05/2018 09:05:24

    Ottimo libro, questo giallo "canonico" di Garlini che, in quanto tale, avvince proprio per la sua peculiare struttura. Personaggi delineati con chiarezza, indizi disseminati, risoluzione del caso che poteva essere alla portata del lettore, digressioni letterarie che aggiungo cultura al testo. Scrivere gialli non è per tutti, il rischio è quello di scopiazzare il vecchio o raccontare il già letto invece Garlini, con maestria, resta nel solco del giallo avanzando su nuovi orizzonti. Tantissimi gli influssi e i richiami: Conan Doyle, Agata Christie, Simenon e pure, nelle dinamiche dei protagonisti, Galbraith... Per citarne alcuni... Unica pecca, forse il fatto che si tratti di un libro breve, delle pagine in più non sarebbero state eccesive. Un giallo da leggere per gli amanti del genere. Non adatto a chi cerca thriller all'americana. Complimenti anche alla penna affilata di conoscenze e sagace ironia di Garlini. Speriamo pubblichino presto un seguito: Lovisoni entra nel cuore!

  • User Icon

    Monica

    14/03/2017 07:34:12

    Confermo la precedente recensione: un romanzo BELLISSIMO, scrittura ottima e personaggi tratteggiati sapientemente! A quando la prossima avventura di Saul e Margherita?...

  • User Icon

    Francesca

    12/03/2017 10:01:36

    Un bellissimo romanzo con atmosfere e personaggi stupendi. Mi sono innamorata di Saul e Margherita fin dalle prime righe e alla fine mi è dispiaciuto lasciarli

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
Le prime pagine del libro

Mi chiamo Margherita Pratts, ho ventisei anni e non ho combinato molto nella vita, almeno fino a oggi.
Vi chiederete perché scrivo queste pagine. Rispondo subito: per raccontare le indagini di un detective straordinario.
Si dice che quando ci si trova di fronte a un prodigio non ci siano parole per descriverlo. Questo libro nasce proprio per trovarle, le parole.
La prima volta che incontrai Saul Lovisoni fu nell’ottobre del 2014. Avevo un appuntamento e guidavo la mia Twingo vintage nella Bassa Parmigiana in mezzo al fango odoroso dei campi. I lampi rigavano le muraglie brune delle nuvole. La pianura, piatta come un tavolo da biliardo, costringeva però a curve tortuose che seguivano gli argini del Po. Umide balle di fieno sperdute nella campagna. I pioppi piegati dal vento.
“Ma dove caspita abita quell’uomo?”
Non era un gran periodo della mia vita e il clima padano contribuiva a tenere l’umore sintonizzato con la tristezza. La pioggia era un brusio sordo, il tergicristallo cigolava ritmicamente.
Alla radio davano la notizia della morte di un bambino di nove anni. Il piccolo Fabio. Lo aveva investito un pirata della strada, quella mattina stessa, su quelle stesse mulattiere piovose che stavo percorrendo. La spina dorsale si era spezzata in tre punti, così diceva il giornalista.
Fingeva di essere affranto, o forse lo era davvero. Il bambino aveva una madre e un fratello, che lo piangevano disperati. Il pirata, che guidava un grosso Suv, era riuscito a scappare favorito dalla scarsa visibilità. Allegria.
La notizia mi fece ricordare altri bambini che avevo conosciuto in Africa, dove seguivo un progetto per favorire l’istruzione primaria.
Tre mesi a Luanda, in Angola, mi avevano convinto che quella era la vita giusta per me. Invece, la ONG per cui lavoravo scomparve nel nulla, la solita truffa di fondi internazionali, e dall’oggi al domani fui costretta a fare le valigie. Ero tornata in Italia a malincuore, col desiderio struggente di rivedere quei mezzogiorni di caldo che franavano in un azzurro intenso, i bambini che schiamazzavano nell’aula, i denti splendenti come una finestra aperta in un mattino d’estate.
Il rientro non era stato facile. Mi ero accorta che la relazione con Leonardo si reggeva proprio sulla distanza. Aveva amato altre ragazze nel frattempo. Non lo allettava l’idea di rinunciarvi per il mio improvvido ritorno. Suonava in un gruppo Klezmer, e non era neppure ebreo.
Dopo due settimane eravamo ai ferri corti. Le mie spese per i prodotti biologici lo disturbavano. Minavano il bilancio famigliare, così diceva. A me disturbavano le sue spese per la marijuana.
Cominciai a dormire in salotto. Spinta dalla rabbia, non avevo considerato le conseguenze del trasloco. Leonardo aveva il vantaggio della serratura. Portava a casa le amiche e si chiudeva a chiave nell’unica camera da letto. Dovevo andarmene.
Così mi misi a cercare un lavoro.
Saul Lovisoni era famoso a Parma. Mi stupii di trovare un suo annuncio tra le pagine della “Gazzetta”. Di famiglia ricchissima, una laurea a Harvard in Diritto internazionale, contro ogni previsione aveva deciso di dedicare la vita a dar la caccia ai cattivi nella polizia della sua città. Dopo aver risolto alcuni casi mirabolanti, aveva scritto un romanzo giallo da un milione di copie. E poi? Poi niente. Si era chiuso in un silenzio che durava da cinque anni. Si diceva che fosse strambo... “Fuori come un balcone”, questa la formula esatta che si usava a Parma... Be’, anche l’annuncio era strambo, così mi rivolsi a proposte lavorative più “normali”.
Per due settimane feci la banconiera in una birreria. L’umanità ai minimi termini. Quando il proprietario decise che era arrivato il momento di palparmi, decisi che era arrivato il momento di andarmene. Tra l’altro, scalava dalla paga le birre bevute durante il servizio. A fine giornata non mi restava quasi nulla.
Nella stanza di fianco, Leonardo continuava ad accordare le sue amiche da vero musicista. Una delle ragazze, Donatella, suonava che era una meraviglia. Gli urletti salivano e scendevano come scale armoniche. Che fosse vero amore?
Tornai a spulciare tra le pagine della “Gazzetta”.
C’era ancora l’annuncio di Saul.
“CERCO UNA SEGRETARIA CHE SAPPIA LEGGERE. LAVORO DI INVESTIGAZIONE E DI ARCHIVIO.”
“Che sappia leggere”? Cosa significava? Decisi di andare a scoprirlo.
Così chiamai. Saul rispose sbrigativamente dandomi un’ora, un giorno e un indirizzo. Attaccò senza salutare. Se quello era lo stile, il colloquio sarebbe durato una manciata di secondi.

  • Alberto Garlini Cover

    È nato a Parma nel 1969, vive a Pordenone. Ha pubblicato Una timida santità e Fútbol bailado per Sironi editore; Tutto il mondo ha voglia di ballare per Mondadori e, nel 2012, La legge dell'odio per Einaudi. È tra i curatori della manifestazione culturale Pordenonelegge. Nel 2017, con Mondadori, pubblica Il fratello unico. Un'indagine di Saul Lovisoni e nel 2019 Il canto dell'ippopotamo. Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali