Editore: Einaudi
Collana: Vele
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 7 giugno 2016
Pagine: 84 p., Brossura
  • EAN: 9788806218928
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48
Descrizione

Chi non ha risposte si salverà forse con una domanda, se saprà sceglierla bene. Sapremmo dire chi siamo senza evocare sangue e suolo? La democrazia avrà spazio per la bellezza? Si può essere potenti insieme, anziché uno contro l’altro?

Figlia dei babyboomers e madre dei nativi digitali, quella degli anni Settanta è una generazione ammarata nel mezzo di due fondamentali cambiamenti paradigmatici, uno sociale e uno tecnologico, una generazione che ancora fatica a trovare una propria dimensione storica. Esiliati dai simboli ideologici e giunti ai linguaggi tecnologici come adulti con una lingua straniera, i quarantenni di oggi hanno mancato il tempo di ogni rivoluzione; ora abitano il proprio presente con la sensazione di non potervi davvero risiedere, infragiliti da un'instabilità che li costringe a immaginare mondi inespressi, ma senza dimenticare due urgenze primarie: sopravvivere e restare visibili. Ma quale mondo avremmo costruito se avessimo avuto la percezione di poterlo fare? Quali cose, col senno di mezzo di chi nasce mediano, avremmo voluto migliori? Quale cambiamento avremmo generato se non avessimo avuto la sensazione di essere arrivati così dopo o così prima di tutti gli altri?

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Bruno Bonisiol

    11/03/2018 19:33:22

    Un saggio che non dà risposte. Ma centra alcune domande scomode e fondamentali di questo tempo. Un piccolo libro di grande utilità.

  • User Icon

    Manzini

    22/08/2016 16:36:09

    Cosa succede se si prende una scrittrice in grave crisi d'ispirazione (il terribile romanzo Chiru non valeva putroppo un'unghia dello splendido Accabadora) e le si permette di pontificare in stile guru? Succede questo. 100% di rese nella nostra libreria.

  • User Icon

    angelo

    27/06/2016 19:37:11

    Ingredienti: il destino traballante della generazione dei 40enni, il vecchio continente dal futuro incerto tra indipendentismi, denatalità e chiusure, l'analisi del rapporto tra bellezza-urbanistica-politica, una riflessione su potere e diritti osservati con gli occhi dei più deboli. Consigliato: a chi cerca risposte interessanti a domande di stretta attualità, a chi ama interrogarsi sul proprio avvenire.

Scrivi una recensione

Indice

Introduzione a un'isola deserta
I. Cittadini di un mondo scelto
II. Abitare la democrazia
III. Capitani contagiosi