Gattoterapia - Giorgio Pirazzini - copertina

Gattoterapia

Giorgio Pirazzini

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 20 ottobre 2016
Pagine: 213 p., Brossura
  • EAN: 9788868529796
Salvato in 13 liste dei desideri

€ 14,25

€ 15,00
(-5%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Gattoterapia

Giorgio Pirazzini

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Gattoterapia

Giorgio Pirazzini

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Gattoterapia

Giorgio Pirazzini

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 15,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Un pubblicitario fallito ritrova l’autostima e supera la crisi coniugale grazie a una terapia che insegna a pensare come i gatti imitandone l’indifferenza e l’eleganza.

Claudia e Lorenzo, una coppia di pubblicitari che vivono a Londra, sono ai ferri corti. Lei ha successo e un amante, lui si barcamena tra un lavoro che lo deprime e una moglie che lo surclassa. Per superare la negatività e i problemi di cuore, c’è una terapia sconosciuta, praticata in un esclusivo circolo londinese, la gattoterapia, che insegna a vivere imitando i gatti, la loro sensualità, indifferenza ed eleganza. Alzi la mano chi non invidia la dolce vita dei gatti: ci guardano con aria superiore, hanno modi aristocratici e non sentono legami. Ma potrà mai essere questa la soluzione? Lorenzo resta affascinato dall’esperienza, tanto da prendersi subito un gatto vero, Iago. Lo osserva per giorni, lo studia, ne scopre l’indolenza e la calma, lo imita e, nell’esercitare lui stesso questi sentimenti, impara finalmente a dare il giusto peso alle cose della vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,5
di 5
Totale 2
5
1
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ritochka

    25/03/2017 20:46:48

    Ho sentito parlare di questo romanzo, dall'autore, alla radio. Confesso di averlo trovato molto deludente. Forse non sono stata in grado di comprenderne il significato...

  • User Icon

    Michele

    16/11/2016 11:53:57

    Bel romanzo, ricco di spunti sulla relazione uomo e animale domestico.

Per chi ama i gatti, questo titolo sarà quasi qualcosa di scontato. Ed è risaputo che avere in casa un animale da compagnia abbia effetti rilassanti e divertenti sui padroni umani. E se l’animale in questione è un gatto, ancora di più, per quanto i ruoli sono invertiti. La casa appartiene al gatto, che è il vero signore dell’umano che ha il preciso compito di prendersene cura, sfamarlo, coccolarlo a comando e mettersi da parte quando Sua Signoria (il gatto, sempre) ritiene di doversi occupare di altro.

Una volta richiamati in testa questi brevi elementi, ne resta da aggiungere un altro, che si rivela l’asse portante dell’intero libro: “Un gatto non si butta nel fuoco per nessuno”.

Strano? Aspettate a dirlo, inizia la storia di Lorenzo e Claudia.

Lorenzo è un pubblicitario mediocre, che va presto in crisi. È un buon esecutore, ma la sua fantasia e il suo potere di attrazione clienti con i suoi testi diligenti ma senz’anima, sono molto limitati. Sua moglie Claudia è una pubblicitaria come lui, ma creativa, forte e aggressiva. Se vuoi qualcosa, prendilo! è il suo mantra, il suo motto, la sua filosofia da sempre. Vivono a Londra in un appartamento che rimarrà solo a lui, dopo che Claudia se ne andrà a mordere la vita con un altro uomo, brillante e aggressivo quanto lei.

Pare l’inizio della fine per Lorenzo, e per qualche tempo si trascinerà in una vita da zombie. Indeciso se andare a riprendersi una donna che chiaramente lo ha messo da parte, se chiudere il baule dei ricordi, spezzare la chiave, e buttare il suddetto in un fiume, oppure se farla finita, magari con un gesto esagerato.

Se fosse solo, probabilmente la terza ipotesi si concretizzerebbe.

Lorenzo ha un amico di lunga data, dai tempi del liceo, Matt, che ora è un architetto nella media ma estremamente versato nelle pubbliche relazioni, che lo hanno portato a diventare il professionista preferito di parecchi londinesi facoltosi. Accortosi delle condizioni poco lucide del vecchio compagno di baldorie, Matt decide di introdurlo in un mondo nuovo. Più che nuovo, alieno. Del tutto alieno, sì.

È un mondo chiuso, privato ed esclusivo, dove si pratica la gattoterapia. Gli esseri umani che lo abitano imitano i gatti: le loro movenze, la loro sensualità, indifferenza ed eleganza. E sono tutti di successo: belli, desiderati, con il mondo che non chiede altro di gettarsi ai loro piedi, per favore.

Passata l’iniziale diffidenza, Lorenzo applica alla grande i “precetti” della gattoterapia, e diventa anche lui un uomo di successo, sfruttando la sua passione per la cucina e una vena nascosta di scrittura creativa. Non c’è più traccia dello zombie pieno di rimorsi di qualche tempo fa.

Non ci faccio neanche più caso che sto diventando pazzo. Prima ero un sano di mente fallito, ora che sono matto faccio quello che mi piace e sono pagato lautamente. Indosso sempre la calzamaglia gattosa sotto i vestiti e vado sempre più spesso alla Casa dei Gatti, due o tre volte alla settimana, per ricordarmi che il mondo là fuori è il mio enorme gomitolo di lana e devo dare le zampate giuste, non accettare nessuna offesa, essere elegante, lascivo, affettuoso con sensualità, indifferente e carnivoro.”

Affascinante, eh? Un ritratto così farebbe girare la testa a chiunque.

Essere gatto, però, non è poi così facile. Non per chi scopre di avere cuore di… cane.

Ai gatti viene spesso rimproverato la caratteristica di essere opportunisti e crudeli, superficiali. Non sono quelli interessati agli altri, se non per quello che possono fare per loro, e se si tratta di dare una mano… beh, non li trovate più. I cani, invece, sono quelli disposti a morire per chi amano, come il loro padrone, cui si legano.

Lorenzo si troverà, ad un certo punto di questa vita sognante di potenza sensuale, davanti ad un bivio. Ha già percepito che qualcosa di buio si nasconde sotto tutto il luccichio dell’oro, e che questi gatti umani non sono poi così desiderabili. E che persino i gatti veri, come quello che si è portato a casa il primo giorno di gattoterapia, dal nome evocativo di Iago, sono esseri temibili, pur sotto il musetto tenero e i grandi occhioni ammiccanti. Il nome di quel bivio è Claudia, la sua ex-moglie, tornata non volente a risconvolgergli la vita.

È uno di quei libri che mi ha tenuto incollata per un paio d’ore di sera tardi, facendosi leggere a tutti i costi. Sferzante, ironico, divertente, freddo e folle. Onirico, compassionevole e crudele. E molto veloce. L’autore ha uno stile di racconto fluido, ricco, e anche arrabbiato, in certi punti, ma non si ferma mai. La vicenda, con i suoi risvolti non sempre chiari, non permette mai al lettore di fermarsi, o di avere dubbi. Come un gatto che gioca, bisogna stare svegli, attenti: non potrai mai sapere, altrimenti, da dove arriverà la zampata finale.

Consigliato, consigliatissimo, per chi non sa scegliere tra essere altruista o egoista a tutti i costi. Per chi si è stancato di comportarsi da cane, e per chi non vede l’ora di farsi desiderare e venerare come un gatto.

 

Un romanzo originale e divertente è la proposta di Baldini & Castoldi per chi ama il magico e misterioso mondo dei gatti. Giorgio Pirazzini, classe 1977, è uno scrittore lughese che vive a Parigi e Gattoterapia è la sua ultima opera. Non il solito libro sui gatti, ma un viaggio nella mente umana che si sta perdendo e che grazie ad una particolare terapia riesce a superare le negatività.

Una coppia di pubblicitari italiani, Lorenzo e Claudia, vive a Londra. Lui, personaggio complesso, si avvelena la vita con una professione diventata frustrante e un matrimonio in crisi; lei invece ama il suo lavoro, ha successo e anche un amante, così un giorno il menage si spezza e lei se va. L’uomo è sull’orlo del baratro. Da questo fallimento Lorenzo ritroverà l’autostima e supererà la crisi coniugale grazie a una terapia che insegna a pensare come i gatti. Ma Gattoterapia non è la storia del perdente che riacquista il senso della vita grazie all’amore felino, non si pensi di ritrovarsi in questo tipo di letteratura banale. Il “viaggio” del protagonista è coinvolgente. Infatti un amico preoccupato del suo stato di difficoltà lo introduce in un circolo esclusivo in cui si pratica la gattoterapia. Qui le persone si incontrano per comportarsi come gatti, vestono calzamaglie, bevono il latte da scodelle a terra, si fanno fusa e carezze: è un luogo quasi folle. Si ha la convinzione che tra le mura di questo club londinese si rifugino dei matti, persi in effusioni feline. Si tratta invece di imitare la sensualità, l’eleganza e l’indifferenza dei mici per diventare persone capaci di affrontare gli insuccessi e i dolori della vita, ridando il giusto peso ad ogni cosa. E’ così che Lorenzo si porta a casa un gatto, Iago, con il quale instaura una familiarità sostitutiva di quella matrimoniale purtroppo persa. Inizia a conversare con la bestiola, ormai parlante, e tutt’altro che benevola nei suoi confronti.

Pirazzini, utilizzando uno stile incisivo e diretto, ci fa amare il suo romanzo. Il gatto, esempio di freddezza interiore, si erge a psichiatra e il club “la Casa dei Gatti” è un po’ come il lettino del suo studio, lo scoglio su cui approdare, il salvagente in mezzo al mare a cui aggrapparsi. La gattoterapia – che per altro esiste davvero – è una vera e propria cura per il protagonista, un rimedio all’angoscia quotidiana, tanto che Lorenzo si riprende la sua vita grazie all’imitazione dell’atteggiamento distaccato, elegante ed indifferente, tipico di questi animali. Finalmente arriva, inaspettato, anche per lui un successo generato dal connubio del suo lavoro di pubblicitario con l’amore per il cibo. Dapprima si inventa serate culinarie a tema, poi diventa sceneggiatore di una popolare serie televisiva sulle avventure di un cuoco amatoriale e del suo gatto.

Ma a questo punto della storia, la coppia che si era persa si ricompone trovando un nuovo equilibrio nel godere della straordinarietà delle cose più naturali. Come? Il romanzo ha dei risvolti imprevedibili e un doppio finale a sorpresa che preferisco non rivelare. Pirazzini è stato molto bravo nell’elaborare una narrazione che incuriosisce dall’inizio alla fine, diverte e appassiona. Nonostante lo si legga come un romanzo leggero presenta degli episodi grotteschi e anche tragici, per altro nella vita stessa non succede forse così? Insomma, Gattoterapia è una storia che lascia il segno, o meglio – per dirla alla felina – il graffio.

Recensione di Clara Domenino

 

Note legali