Il genio infelice. Il romanzo della vita di Antonio Ligabue - Carlo Vulpio - ebook

Il genio infelice. Il romanzo della vita di Antonio Ligabue

Carlo Vulpio

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Chiarelettere
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,01 MB
Pagine della versione a stampa: 264 p.
  • EAN: 9788832962246
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Se c’è un’artista italiano che nel Novecento ha seguito una direzione ostinata e contraria, si chiama Antonio Ligabue (1899-1965). Nato a Zurigo da una ragazza madre di Belluno, figlio di tre padri e da ciascuno di essi abbandonato, fragile ma orgogliosamente solitario, autodidatta, geniale e visionario, Toni al mat – il matto, così veniva chiamato nella Bassa padana – è lo straordinario testimone di un secolo di distruzione e follia. Lui rappresenta ciò che vede, e  vede ciò che sogna. Amplifica la realtà, immortalandola.
 
La sua vita e le sue opere denunciano il folle ritiro dell’uomo dalla natura, che diventa un’estranea su cui esercitare il proprio dominio. Ligabue si ribella ai comandamenti di ordine e disciplina, mal tollera ogni conformismo, non per scelta ma assecondando un istinto primordiale che lo porta a trovare pace e meraviglia solo di fronte agli animali, reali o immaginari, anche trasfigurandoli, per rappresentare la ferocia degli uomini e la vita come un’eterna lotta di prevaricazione, non di sopravvivenza.
 
In un periodo come quello che stiamo vivendo, che soffoca la fantasia e obbliga le persone a stili di vita e schemi mentali non scelti, o almeno non voluti, Il genio infelice racconta in forma di romanzo una storia tormentata ed esemplare, che è anche un potente manifesto libertario. Un inno alla creatività, alla natura e alla bellezza, mai come oggi così necessario.
 
Una storia, quella di Ligabue, tanto preziosa e significativa da essere immortalata prima in un celebre sceneggiato Rai della fine degli anni Settanta, con Flavio Bucci strepitoso protagonista, e oggi in un film per il cinema, annunciato per il 2019, con Elio Germano nei panni dell’artista.
 
Antonio Ligabue è ormai riconosciuto come uno dei più grandi artisti del Novecento e definito il Van Gogh italiano. Le sue opere sono ospitate in mostre in Italia e nel mondo, da Mosca a Toronto, prossimamente a New York e Pechino. Dal 1983 la Fondazione Archivio Antonio Ligabue di Parma, diretta da Augusto Agosta Tota, si dedica alla promozione e alla valorizzazione dell’opera del pittore.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Max

    20/09/2019 16:43:49

    Il genio infelice è un libro avvincente che sviluppa intorno al personaggio di Ligabue una trama dagli infiniti risvolti psicologici che non riguardano solo il protagonista ma anche il tempo in cui egli ha vissuto. Vulpio si documenta nei minimi particolari da quel grande giornalista d’inchiesta che è. Affida al romanzo la ricostruzione dell’esistenza di Antonio Ligabue scrivendo un libro davvero appassionante e colto che coinvolge soprattutto per la sua scrittura incalzante. Carlo Vulpio ha raccontato magnificamente in un romanzo la vita ribelle e tormentata di Antonio Ligabue, un artista che prima di tutto è stato un uomo in rivolta. Nei suoi quadri ha rappresentato la ferocia degli uomini nell’inferno di una vita dove bisogna lottare, senza mai rinunciare alla libertà, per combattere gli abusi e le prevaricazioni.

  • Carlo Vulpio Cover

    Ha lavorato per i principali giornali nazionali, occupandosi di cultura, arte, tematiche ambientali e cronaca, con reportage dall’Italia e dall’estero. Attualmente è una firma del “Corriere della Sera” e scrive in particolar modo sulla Terza pagina e “la Lettura”, dove nel novembre del 2018 ha pubblicato un lungo ritratto dedicato ad Antonio Ligabue, dal titolo Fu così che Laccabue diventò Ligabue. È autore di vari libri, tra i quali ricordiamo Un nemico alla Rai (Marsilio 2012) e L’Italia nascosta (Skira 2016) Approfondisci
Note legali