Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Giallo ciliegia. Le indagini di Lolita Lobosco. Vol. 2 - Gabriella Genisi - ebook

Giallo ciliegia. Le indagini di Lolita Lobosco. Vol. 2

Gabriella Genisi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Marsilio
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,5 MB
Pagine della versione a stampa: 185 p.
  • EAN: 9788829705962

48° nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

Salvato in 8 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La seconda indagine del commissario Lolita Lobosco Bari, 2010. È la vigilia di una torrida estate e pochi eventi italiani, tranne i vicini Mondiali di calcio, sembrano scuotere il ritmo levantino della città. Il sole è già alto quando due abitanti della Barivecchia si presentano in questura, con l'aria di essere uscite per la prima volta da quelle antiche mura. Lolita Lobosco, finiti i rituali del mattino - le spremute d'arancia e la vista del mare - arriva sul posto di lavoro come sempre di buon umore. Se non fosse per quelle due presenze inquietanti, venute apposta per lei, Lolita sarebbe già a sbrigare la montagna di pratiche che si sono accumulate sulla scrivania. Sabino Lavermicocca, bel pescatore con il vizio delle fujtine amorose, è scomparso nel nulla. Indagando nel mondo sotterraneo e omertoso annidato nel cuore di pietra della medina barese, Lolita si imbatterà in una serie di inquietanti personaggi che la condurranno fino in Montenegro. Affiancata dall'insostituibile Tonino Esposito e dal sedicente sciupafemmine Antonio Forte, la commissaria Lobosco si troverà così invischiata in una pericolosa rete di criminali e sfruttatori.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,5
di 5
Totale 2
5
0
4
0
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giulia

    28/08/2020 14:28:11

    Tre stelle per la fiducia. Lettura scorrevole e veloce. Trama quasi scontata. Molto belle le digressioni folkloristiche e culturali. Ho preferito il primo volume, ma continueró a leggere la saga.

  • User Icon

    Marta

    12/05/2020 16:40:17

    Non è sicuramente un libro indimenticabile, ma è comunque piacevole. La storia è molto semplice: Lolita Lobosco, avvenente e procace commisario di Bari, è chiamata ad indagare sulla scomparsa di un giovane abitante di Barivecchia: Sabino Lavermicocca, pescatore con il vizietto della fujtina, non ha più contatti con la famiglia da oltre tre mesi. Scavando nel mondo sotterraneo della malavita barese e in quello molto meno sotterraneo delle chat lines, Lolita arriva fino in Montenegro. Accompagnata da personaggi divertenti, ma mai approfonditi, Lolita conclude l'indagine, senza particolari colpi di scena, ma regalando al lettore un paio di risate.

  • Gabriella Genisi Cover

    Gabriella Genisi è nata nel 1965. Ha scritto numerosi libri e ha inventato il personaggio del commissario Lolita Lobosco, la poliziotta più sexy del Mediterraneo, protagonista di alcuni romanzi pubblicati da Sonzogno: La circonferenza delle arance (2010), Giallo ciliegia (2011), Uva noir (2012), Gioco pericoloso (2014), Spaghetti all'assassina (2015), Mare nero (2016) e Dopo tanta nebbia (2017). Ha inoltre scritto: La teoria di Camila. Una nuova geografia familiare (Perrone, 2018) e Pizzica amara (Rizzoli, 2019). Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali