Categorie

Katie Hickman

Traduttore: S. Caraffini
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2008
Pagine: 407 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811686392

Costantinopoli, 1599. Una città tagliata in due dallo stretto del Bosforo, il lembo di mare che separa l'Europa dall'Asia. Un crocevia di popoli e di culture, lunghe carovane di schiavi provenienti dall'Africa e mercanti europei, giovani donne orientali, ambasciatori e faccendieri. Una temperie di volti e di storie che si incontrano in una città in fermento, una fucina di idee sferzata da venti di vendetta. Nell'harem del sultano Mehmet III, tra le sue concubine, lo scontro tra oriente e occidente, universo maschile e femminile, si carica di sensualità. Nel cuore del palazzo le lotte di potere, i complotti e le alleanze, tracciano sentieri intricati e contorti, labirinti della ragione capaci di nascondere per quattrocento anni un mistero.
Il capo degli eunuchi neri, custode dell'harem, viene ridotto in fin di vita, una delle concubine viene avvelenata, e poi una ragazza misteriosa, dai capelli biondi e dalla pelle chiarissima è stata vista danzare in mezzo alle altre schiave. Magari è proprio Celia, la promessa sposa di Pindar, dispersa nel Mediterraneo… Quest'uomo, segretario dell'ambasciatore inglese in Turchia, farà di tutto per poter rintracciare la giovane donna, sfiderà il potente sultano e la sua corte fino a compromettere i rapporti diplomatici tra il suo paese e uno dei maggiori partner commerciali del regno.
Una storia lontana nel tempo, che ha lasciato le sue flebili tracce su un sottile foglio di pergamena nascosto tra le pagine di un antico volume nella biblioteca di Bodlean, ad Oxford. Elizabeth, una giovane ricercatrice, perde il respiro quando intuisce l'importanza della sua scoperta, e lascia il suo paese e la sua turbolenta storia d'amore con il professor Marius, per dirigersi alla volta di Istanbul. Sulle tracce di Celia, rapita più di quattro secoli fa, Elizabeth si troverà a condurre una vera e propria indagine poliziesca.
Avvincente come un giallo, denso di descrizioni e di particolari, come un romanzo storico, Il giardino delle favorite possiede tutti gli ingredienti per appassionare il lettore. La sua autrice, nota biografa in Inghilterra, disegna con la sua penna sapiente un mondo fatto di chiaroscuri e acquerelli rosso porpora. La sensualità e il mistero, la passione e il brivido, si mescolano per comporre una maiolica translucida, sulla quale si riflettono le luci di un impero, quello ottomano, che conserva ancora oggi tutto il fascino dei suoi millenari segreti.
Katie Hickman utilizza sapientemente la sovrapposizione dei piani narrativi e dei diversi punti di vista dei protagonisti per far immergere il lettore nella storia in maniera graduale. La sensazione che si ottiene è quella di aver spiato, attraverso una fitta graticola dorata, all'interno di mondo misterioso e inaccessibile, un harem che custodisce le meraviglie del creato e, insieme, le sue tremende aberrazioni.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandra

    06/02/2014 22.00.43

    Premessa: adoro i romanzi storici ambientati nel Medio Oriente, e in particolar modo le storie di sultani e principesse. Ho letto questo libro in due giorni perchè la storia di Celia e Paul seppur semplice mi ha appassionata. Non comprendo le numerose critiche alla struttura narrativa, personalmente non ho trovato alcuna difficoltà nei passaggi tra presente-passato, pur trovando la storia ambientata nel presente leggermente noiosa e prevededibile, a differenza della storia principale, coinvolgente e "magica". Questo libro non sarà un capolavoro assoluto o un grande saggio di storia, ma sicuramente una bella avventura in un mondo misterioso. Lo consiglio a chi apprezza le storie d'amore impossibili e i viaggi in terre misteriose. Leggerò sicuramente anche il seguito.

  • User Icon

    nanni

    20/08/2013 11.19.07

    Non mi è piaciuto per niente, la trama è poco realistica, sembra una fiaba, non un romanzo storico. O forse non voleva esserlo un romanzo, ma solo un racconto adolescenziale? La ricostruzione ambientale (per la parte storica) è l'unico aspetto che ho apprezzato del libro.

  • User Icon

    Melinda

    31/05/2013 07.34.22

    Ho iniziato a leggere il secondo libro di questa saga quando mi sono accorta che la storia nn poteva iniziare così. Quindi dopo aver divorato il libro a cui do sempre un bel 5, ho preso questo e devo dire che avrei dato anche un 6 7 8.... sarò troppo romantica!!!

  • User Icon

    Morgana

    05/02/2011 18.26.53

    L'ambientazione ed il contesto storico affascinanti non bastano per fare un buon libro. Alquanto confuso, piuttosto banale, trama piatta, non mi ha appassionato per niente. Non vedevo l'ora di arrivare in fondo solo per poter passare ad altro e perchè odio lasciare una lettura a metà.

  • User Icon

    rosy

    17/12/2010 12.57.29

    Ho comprato il libro immaginando di buttarmi a capo fitto in una storia appassionante e magica. mi sono svegliata in un harem dove vivono soltanto donnine senza spessore prive di ogni capacità di avere un minimo di personalità. La trama è confusa, a tratti banale e piatta.Davvero un peccato perchè la storia strutturata meglio avrebbe lasciato senza fiato. leggerò comunque il "Diamante dell'Harem" sperando che il "Giardino delle favorite" sia solo un inciampo nella carriera dell'autrice.

  • User Icon

    eloisa

    07/12/2010 17.34.41

    ho appena finito questo libro. lettura faticosa, l'autrice fa un enorme confusione tra presente e passato, si fa davvero fatica ad orientarsi. la parte della storia ambientata nel presente è noiosa e poco interessante per niente strutturata, la parte nel passato molto confusa e poco dettagliato anche il contesto storico, i personaggi poco delineati. livello harmony. ho fatto fatica a finirlo, ma la parte piu deludente è stata il finale, stroncato di colpo e non si capisce come finisce la storia, si lascia tutto alla fantasia o all'acquisto del secondo libro...

  • User Icon

    Antonello

    27/10/2010 12.12.47

    Per cercare di arrivare fino alla fine ho deciso di leggere prima la storia del passato e poi quella attuale. Lo so, ho diritto a non leggerlo, ma mi dispiace per i soldi spesi... pazienza.

  • User Icon

    larissa77

    23/09/2010 16.44.14

    Ho faticato tremendamente a leggerlo e ancor di più a concluderlo. Salvo solo la parte storica ma a malapena.

  • User Icon

    Maria Assunta

    25/05/2010 16.42.17

    Un libro piacevole...si legge con interesse ed è dotato di numerosi elementi che coinvolgono il lettore...bella l'idea della storia che si sviluppa su due piani temporali. Lo consiglio.

  • User Icon

    Sara

    28/01/2010 21.49.24

    Ecco. Ho appena terminato questo libro. Sono soddisfatta? Non lo so... Due storie che si intrecciano, nonostante i 400 anni tra l'una e l'altra. Oxford/Istanbul oggi, Costantinopoli 1599. Penso che le prime 100 pagine siano state noiose, difficili restare incollate al libro. Penso che la storia ambientata ai giorni nostri sia banale; la protagonista? Insopportabile. Ma il fascino dell'harem del XVI secolo è coinvolgente... quello si. Più o meno come tutti gli intrighi di palazzo. Da 0 a 5 = 2.5

  • User Icon

    federica

    06/09/2009 22.04.57

    Di questo libro non posso dire che sia un capolavoro ma risulta una lettura piacevole e incalzante. L'ho comprato affascinata dalla trama, dall'atmosfera orientale, la vita nell'harem....invece di quest'ultima risulta ben poco: il libro non racconta quasi nulla di come si svolgeva la vita in quel posto, si concentra invece sulla vita dei vari personaggi, che risultano ben dettagliati e credibili. La storia d'amore tra Paul e Celia risulta un pò nascosta ma assume un significato profondo alla fine. Non ho molto apprezzato la storia del presente, era un pò scontata e monotona, ma nel complesso direi che è un libro interessante, tranquillo, per passare dei giorni con la mente occupata. Buono anche il finale.

  • User Icon

    Alessandra

    10/06/2009 13.08.39

    A me è piaciuto molto questo libro,interessante,coinvolgente,per niente lento o noioso.Ottimi i riferimenti storici,alla fine della lettura non ho potuto fare a meno di cercare su internet le biografie dei personaggi realmente esistiti!Brava l'autrice che riesce perfettamente a catapultare il lettore nella Turchia del 1599 e nel suo misterioso harem.

  • User Icon

    erica

    25/03/2009 09.06.55

    Uno spaccato storico condito con fantasia?? Mi è comunque piaciuto, questo alternarsi tra due epoche diverse dove, comunque, prevale come fascino ed interesse quella più antica. Mette in risalto tradizioni di un mondo diverso.

  • User Icon

    Monia

    23/03/2009 12.13.30

    Veramente bellissimo, ricco di particolari interessanti! Speravo in un finale diverso, tuttavia non ha comunque deluso le mie aspettative.

  • User Icon

    ste

    10/03/2009 02.29.28

    l'idea non era male, e le descrizioni sono piacevoli ed esaurienti. ma non appena si entra nell'atmosfera dell'harem, si viene catapultati ai giorni nostri nel mezzo di una storia a mio avviso poco coinvolgente.. personalmente non mi è piaciuto

  • User Icon

    Elisa

    18/02/2009 14.20.47

    Non sarà un capolavoro, ma l'ho trovato piacevolissimo. davvero bella la trama, una storia inusuale, anzi due storie che si intrecciano attraverso i secoli. A dire la verità, i passaggi ambientati nell'epoca contemporanea non mi sono sembrati brillanti, ma piuttosto forzati e prevedibili. In più, ci sono alcuni "intoppi" che attribuisco alla traduzione e una piccola dosi di refusi... Ma nel complesso mi è piaciuto.

  • User Icon

    Flavia

    26/11/2008 13.00.35

    Bel libro, buona l'idea della storia e scritto molto bene non ho altro da aggiungere.

  • User Icon

    tina

    26/10/2008 18.28.10

    Storia affascinante. L'autrice rende quasi tangibile la vita delle due protagoniste, spinge l'immaginazione a visualizzare lugohi misteriosi e lontani. il desiderio è di andare a Istanbul per ritrovare l'atmosfera presentata attraverso una prosa semplice e lineare.

  • User Icon

    kalimera

    24/10/2008 09.37.01

    Non nego che apra una finestra sul mondo degli harem a me sconosciuto però è troppo prolisso, mal scritto e inconcludente.Peccato, l'idea era buona.

  • User Icon

    Silvia

    23/09/2008 09.49.15

    Libro molto bello...mi è piaciuta la storia, anzi la doppia storia, quella ai giorni nostri e quella ambientata nell'harem. Scritto bene, scorrevole....sicuramente leggerò i futuri titoli di questa autrice.

Vedi tutte le 32 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione