Giardinosofia. Una storia filosofica del giardino - Santiago Beruete - copertina

Giardinosofia. Una storia filosofica del giardino

Santiago Beruete

0 recensioni
Scrivi una recensione
Traduttore: E. Tramontin
Collana: Saggi
Anno edizione: 2018
Pagine: 476 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788833310589

11° nella classifica Bestseller di IBS LibriCasa, hobby e cucina - Giardinaggio - Giardini

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 16,50

€ 22,00
(-25%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 22,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dal giardino dell'Eden ai labirinti vegetali, dai giardini di Versailles alle utopie verdi. Una storia di idee, forme, paesaggi verdi e capolavori vegetali e dei filosofi, artisti, architetti e giardinieri che li hanno immaginati, sognati e realizzati

«Oggetto culturale e sofisticata creazione intelletuale, e di conseguenza materia di riflessione filosofica: questo saggio vuole assicurare al giardino un protagonismo nell'ambito del pensiero»

In un continuo gioco di riflessi, l'umanità ha sempre rispecchiato se stessa nel giardino. Di volta in volta l'architettura del verde, al pari dell'architettura costruita, ha incarnato ideali, vagheggiato utopie, soddisfatto desideri e affrontato paure. Rispetto a templi, abitazioni e città, però, nei giardini l'uomo non ha trovato solo un ambito privilegiato per riflettere, ma anche un interlocutore capace come nessun altro di lanciargli sfide e spalancargli opportunità: la natura, mistero da esplorare e allo stesso tempo fonte di piacere; ora materia da plasmare, ora maestra e fonte di ispirazione. Questa "Giardinosofia", primo trattato esaustivo sulle filosofie che hanno preso forma nei giardini, non è quindi solo una disamina di come il pensiero umano ha percorso e dato vita alle tante e diversissime espressioni dell'architettura verde, ma, cosa più interessante e - per come la si vede emergere da queste pagine - stupefacente, di come e quanto l'idea di giardino abbia a sua volta influenzato la storia del pensiero. Da Oriente a Occidente, dai tempi più remoti fino all'attualità dei nostri giorni, la natura ha parlato ai filosofi, ai poeti, agli artisti, a tutta l'umanità attraverso l'opera dei giardinieri, portatori di un messaggio che affonda le radici nella nostra più autentica, intima essenza.
INTRODUZIONE. Narrative dell'utopia, poetiche del giardino: un luogo per il viver bene

PARTE PRIMA. DALL'ANTICHITÀ CLASSICA AL MEDIOEVO Il giardino come utopia prima di Utopia
Idee del giardino o giardino delle idee. Pensare il giardino, fare della filosofia un giardino - Etimologie e metafore. Le origini di un simbolo - I giardini dei filosofi (Grecia) - Il giardino latino o la poetica dello spazio (Roma) - «Hortus conclusus» o l'universo claustrale (Cristianesimo) - Un giardino oltre le nuvole. Tra la nostalgia del Paradiso e il rimpianto del cielo - Il giardino ispano-moresco o il linguaggio delle fontane - Il sentimento del paesaggio e lo sguardo interiore
PARTE SECONDA. DAL RINASCIMENTO AL BAROCCO La metrica dei giardini architettonici o un nuovo Eden matematico
Giardini razionalmente sentiti o le belle ore del giardino rinascimentale - Il topos topico dell'utopico - La scienza della prospettiva o un fine senza fine - La conquista dell'infinito: i giardini del Barocco
PARTE TERZA. XVIII E XIX SECOLO: TRA ARCADIA E UTOPIA Testo, pretesto e contesto del giardino paesaggistico
La genesi del giardino morale o la vocazione di fondersi con il paesaggio - Epifanie e metamorfosi del genio del luogo - La tomba di Rousseau e il giardino dei morti - La poetica della decadenza: rovine boscose ed eremi pittoreschi - Il mestiere del giardiniere paesaggistico: un romanzo familiare - La dimenticata arte di pensare con i piedi: nasce la passeggiata come attività culturale - Labirinti vegetali o il giardino degli incroci sbagliati
PARTE QUARTA. DAL XX SECOLO AL FUTURO La reinvenzione della città ideale o il mito bucolico rivisitato
L'utopia applicata. Parchi pubblici, giardini operai e città giardino - Teoria e pratica del giardino moderno o l'eterotopia funzionale - Una proposta per correggere la mappa di utopia. Dalla distopia all'ecotopia - Verdolatria ucronica. Una storia naturale delle piante nella fantascienza - Fioritura e commiato. Il giardino come terapia filosofica
Referenze iconografiche
  • Nato a Pamplona nel 1961 e vive a Ibiza. Antropologo, poeta e filosofo, ha scritto e pubblicato saggi e romanzi. Attualmente insegna filosofia e sociologia. Ha posseduto un giardino e dunque conosce, oltre alla storia della filosofia, l’arte del giardinaggio. Approfondisci
Note legali