Editore: Einaudi
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 marzo 2015
Pagine: 180 p.
  • EAN: 9788806227005
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Trixter

    22/02/2018 08:29:09

    Romanzo davvero intrigante, fluido, avvincente e, soprattutto, divertente. Il modo con cui il grande narratore russo avvicina il lettore al vizio del gioco ed alla psicologia dei personaggi che ruotano attorno al protagonista precettore, fa de "Il Giocatore" un romanzo di grande impatto e di sicuro divertimento. Divertimento dato soprattutto dal sorprendente e guizzante personaggio della nonna, che irrompe a metà libro nella narrazione e scuote tutte le certezze dei singoli caratteri. Insomma, una lettura agile ma molto piacevole, ben diversa da testi più articolati e complessi dello stesso autore, ma comunque attuale e godibilissima.

  • User Icon

    n.d.

    15/09/2017 09:57:24

    Il modo russo di intendere la vita è amplificato dalla ebrezza del gioco d'azzardo: o tutto o nulla, o bianco o nero. Alla fine però decide il destino e l'uomo deve accettarlo.

  • User Icon

    Meningococco

    01/12/2011 16:52:53

    Ho letto le recensioni dei lettori prima di avventurarmi in questo romanzo del grande Dostoevskij: immaginavo uno scorrere di pagine avvincente fino alla fine.... invece quanta attenzione e rimandi prima di girare pagina....sicuramente piacevole ma non mi ha incantato come altre letture anche dello stesso autore

  • User Icon

    Andrea

    06/09/2006 00:02:03

    Leggere un libro di Dostoevskij e' come vedere un brasiliano toccare il pallone, stopparlo facendolo fermare sempre dove vuole lui, iniziare a danzare tra gli avversari fintando un dribbling verso il centro, per poi correre verso la fascia e mettere nel mezzo un pallone perfetto: non e' possibile non restarne affascinati. Fa quello che vuole, Dostoevskij. Come un brasiliano. Da leggere, fosse solo per capire fino a che punto si puo' scrivere. Fino a che punto e' possibile arrivare.

  • User Icon

    _roberto_

    30/06/2006 10:58:33

    bello, bello, bello. scritto come i russi sanno fare. psicologico, scanzonato, provocatorio. da leggere. r

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione